26 Gen [14:15]

BMW piange la scomparsa di Lamm,
storico team principal di Schnitzer

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Jacopo Rubino

A causa di una breve quanto grave malattia, giovedì 24 gennaio si è spento a 63 anni Charly Lamm, storico team principal Schnitzer. Ad annunciarlo è stata la BMW, legata in modo indissolubile alla squadra che Lamm ha guidato dagli anni Settanta in un vero proprio business di famiglia, assieme al fratellastro Herbert e al gemello Dieter scomparso nel 2014.

Sotto la sua gestione, le BMW gestite da Schnitzer hanno vinto moltissimi titoli nelle competizioni turismo nazionali e internazionali (Mondiale e DTM compreso), e persino la 24 Ore di Le Mans del 1999, quando il marchio bavarese fu al via con il prototipo V12 LMR. Nelle ultime stagioni l'attenzione si era invece diretta nelle gare Gran Turismo.

Lamm aveva ufficializzato la volontà di andare in pensione appena pochi mesi fa, chiudendo la sua avventura nel motorsport in grande stile grazie alla vittoria di Augusto Farfus nella Coppa del Mondo GT a Macao, disputata a novembre. "Devo molto della mia carriera alla BMW, rimarrò legato a questo marchio con tutto il mio cuore", aveva raccontato all'annuncio. Dal 1° gennaio, Lamm aveva ceduto il comando al nipote Herbert Schnitzer Jr, figlio del fondatore.

"Perderlo così all'improvviso è uno shock, soprattutto perché Charly stava iniziando un nuovo capitolo della sua vita. È incredibilmente difficile accettare che non sia più con noi", ha sottolineato Jens Marquardt, direttore sportivo BMW. In questo weekend il costruttore bavarese è impegnato alla 24 Ore di Daytona e nella Formula E a Santiago del Cile, cogliendo l'occasione per omaggiare Lamm.

Nella foto, Lamm sul podio di Macao con Augusto Farfus

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone