formula 1

La McLaren è stufa di Ricciardo
E comincia a guardarsi attorno

Daniel Ricciardo sta deludendo. La McLaren pensava di aver fatto il miglior colpo di mercato possibile quando nel 2020, all&#...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Libere
Minì parte forte, bene Fornaroli

La sessione unica di prove libere della Formula Regional by Alpine ha aperto il fine settimana del Gran Premio di Monaco, dov...

Leggi »
formula 1

I piloti F1 all'esame di Montecarlo:
con le auto 2022 sarà ancora più duro

C'è chi la ama e chi la odia, ma Montecarlo per i piloti è comunque una sfida. Quest'anno, probabilmente, persino più...

Leggi »
formula 1

Sauber Alfa Romeo sopra le attese,
e a Monaco può anche stupire

È un bel momento per la Sauber Alfa Romeo-Ferrari, e potrebbe proseguire a Montecarlo, dove si corre già nel prossimo weekend...

Leggi »
formula 1

Progressi Mercedes evidenti,
ma Ferrari e Red Bull ancora lontane

Ha compiuto progressi la Mercedes grazie agli sviluppi portati nel GP di Spagna? La risposta è sì. Ha raggiunto il livelo di ...

Leggi »
formula 1

Il primo ko tecnico pesa,
ma questa Ferrari può rimediare

Al giro 27 del Gran Premio di Spagna per la Ferrari è cambiato tutto: il ritiro di Charles Leclerc, dovuto alla rottura di tu...

Leggi »
28 Mar [11:08]

Toyota al vertice dei test
Buon debutto per le nuove Nissan

Marco Cortesi

Pur venendo disturbata dalla pioggia, la due giorni di test del Super GT al Fuji Speedway ha chiarificato i valori in pista per la stagione 2022, e in particolare la ritrovata competitività della pattuglia Nissan dopo le difficoltà delle ultime stagioni con la datata GT-R. La nuova Z si è rivelata competitiva sia in termini assoluti, sia come velocità di punta, nettamente incrementata rispetto al passato fino a superare i 300 chilometri orari. Pur vedendo al vertice le Toyota, che già avevano capitanato i test di Okayama, anche la sessione sul più veloce autodromo del Fuji ha mostrato un generale ravvicinamento prestazionale.  

Il primo giorno, a comandare la classifica è stato Sto Tsuboi, con la prima delle Toyota del team Tom's divisa con Giuliano Alesi (già leader della prima tornata di test), ma Ronnie Quintarelli si è piazzato subito dietro, precedendo altre due Supra, quella del team Bandoh di Sena Sakaguchi e quella del team Cerumo di Kenta Yamashita. E' stata molto competitiva anche la Nissan ex B-Max, anch'essa come l'esemplare numero 23 gommata Michelin e ricaduta sotto l'ombrello diretto della Nismo. Sempre nel primo giorno, da segnalare una bandiera rossa che ha chiuso anticipatamente le ostilità per una foratura occorsa a Ukyo Sasahara.

Al termine del secondo giorno, il miglior riscontro assoluto è andato a Yuhi Sekiguchui, rimasto da solo per l'assenza di Juichi Nakayama, indisposto, con la Toyota del team Sard. La giornata, che ha visto i piloti recuperare anche l'ora cancellata per maltempo il primo giorno, ha visto tornare al vertice le Honda con il rinnovato modello NSX. Secondo posto per Tomoki Nojir con la vettura del team ARTA, seguito da Koudai Tsukakoshi con Real. Competitiva anche la vettura del team Real, già in vista a Okayama.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone