22 Gen [22:35]

Tutte le novità
dell'ADAC GT Masters

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Michele Montesano

La stagione 2019 dell’ADAC GT Masters si preannuncia scoppiettante. Sono diverse le novità in cantiere per rendere ancora più combattuto uno dei campionati nazionali GT più in salute, una su tutte la nuova assegnazione di punteggio per i primi quindici di ogni gara.

Un entusiasta Thomas Voss, direttore della divisione ADAC Motorpsort, ha così dichiarato: “Le aspettative sono d’incrementare ulteriormente il parco auto con un picco che si attesterà sulle 30 unità. Abbiamo introdotto il nuovo sistema di punteggio per aumentare l’equilibrio e la lotta in pista, i team dovranno essere costanti in tutte le gare, solo così resteranno in lizza per la vittoria assoluta.”

Il nuovo sistema di punteggio premierà i primi quindici al traguardo in ciascuna delle 14 gare in programma: nell’ordine, al primo verranno assegnati 25 punti, e poi a scalare 20-16-13-11-10-9-8-7-6-5-4-3-2-1. L’obiettivo è di avvicinare i valori in campo dei concorrenti, premiando la regolarità, con la speranza che si arrivi nell’ultima tappa del campionato con diversi team in grado di giocarsi la vittoria. Ricordiamo che il nuovo sistema di punteggio verrà adottato anche per le classifiche del Trofeo Pirelli e nella divisione Pirelli Junior.

Anche l’attribuzione delle zavorre è stata rivista al ribasso: per un equipaggio composto da due Pro l’handicap peso ammonterà a 20 chilogrammi. Diminuito anche il peso per gli equipaggi Pro-ProAm di 10 chilogrammi, mentre nelle vetture dove correrà almeno un gentleman, contrassegnato dalla sigla Bronze, non ci sarà alcun peso aggiuntivo.

Per sentire i primi rombi, e veder sfrecciare le GT3, non resta che aspettare l’8 e il 9 aprile quando, sul circuito di Oschersleben, verrà presentata ufficialmente la nuova stagione dell’ADAC GT Masters.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone