formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
25 Set [15:14]

Valencia - Gara 1
Colapinto trova il riscatto

Da Valencia - Mattia Tremolada

Tre pole e tre vittorie (almeno sul campo) consecutive per Franco Colapinto, che a Valencia ha ripetuto il copione già messo in scena in entrambe le corse di Spielberg, assicurandosi un altro successo. Era uno dei favoriti della vigilia e, almeno per lo spettacolo, è un peccato che il pilota argentino abbia avuto un inizio di stagione così tormentato, perché in questa seconda parte di campionato Colapinto sta risalendo furiosamente la classifica. Basti pensare che fino al quinto appuntamento di Zandvoort era ancora fermo a 0 punti, mentre ora ne ha 98 e sarebbero potuti essere di più se non gli fosse stata tolta la vittoria di gara 2 a Spielberg.

Dopo aver beffato David Vidales per pochi millesimi (64) in qualifica, Colapinto ha dovuto nuovamente vedersela con l'arrembante pilota spagnolo al via della corsa. Vidales ha anche preso momentaneamente il comando in curva 1, ma è poi arrivato lungo alla staccata successiva, venendo ripassato da Colapinto. I due hanno fatto un po' di elastico durante la corsa, ma Vidales non è più riuscito a tornare all'attacco, accontentandosi di salire nuovamente sul podio dopo una lunga assenza che durava dalla prima corsa stagionale di Imola, vinta dalla pole position. 



Ha invece trovato per la prima volta il podio il rookie Mari Boya, bravo a resistere agli attacchi di Michael Belov nel corso del primo passaggio. Nel tentativo di sospendere il pilota di Van Amersfoort, il russo ha lasciato la porta aperta, consentendo a Paul Aron di sorprenderlo e di guadagnare la quarta posizione. Grazie al secondo posto di Vidales, al quarto di Aron e al decimo di Dino Beganovic, Prema riporta tutte e tre le proprie vetture in zona punti, come anche R-Ace, che vede Hadrien David, Zane Maloney e Isack Hadjar occupare le posizioni dalla settima alla nona alle spalle di Alex Quinn, sesto.

Hadjar guadagna così due lunghezze nei confronti di Gabriele Minì, che rimane a quota 109 con il 14esimo posto di gara 1. Fuori dai punti anche il suo compagno di squadra Gregoire Saucy, che ha subito perso due posizioni al via, scivolando da decimo a 12esimo. Non ne ha però approfittato David, che con il settimo posto rosicchia solamente 6 punti al leader della classifica, assicurandosi matematicamente di portare la lotta al titolo almeno fino al prossimo appuntamento del Mugello.

Saucy ha dovuto guardarsi negli specchietti per tutta la durata della gara da Francesco Pizzi, che ha però perso il 13esimo posto a causa di 10" di penalità per track limits. Tra i piloti sanzionati dalla direzione gara anche Andrea Rosso, Oliver Goethe e Patrik Pasma, rientrato ai box al termine del giro di formazione ma poi in grado di riprendere la corsa. A Jasin Ferati è stato addirittura comminato un drive through, sempre a causa del ripetuto abuso dei limit della pista.

Sabato 25 settembre 2021, gara 1

1 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 21 giri 
2 - David Vidales - Prema - 0"417
3 - Mari Boya - VAR - 4"092
4 - Paul Aron - Prema - 6"049
5 - Michael Belov - G4 Racing - 10"817
6 - Alex Quinn - Arden - 12"427
7 - Hadrien David - R-Ace - 14"479
8 - Zane Maloney - R-Ace - 16"680
9 - Isack Hadjar - R-Ace - 17"191
10 - Dino Beganovic - Prema - 17"605
11 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 19"114
12 - Gregoire Saucy - ART - 20"632
13 - William Alatalo - Arden - 23"033
14 - Gabriele Minì - ART - 25"285
15 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 25"818
16 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 27"780
17 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 28"568
18 - Francesco Pizzi - VAR - 31"238*
19 - Lorenzo Fluxa - VAR - 31"673
20 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - 32"182
21 - Tommy Smith - JD Motorsport - 34"654
22 - Gianluca Petecof - KIC - 35"852
23 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 39"268*
24 - José Garfias - Monolite - 40"501
25 - Emidio Pesce - DR Formula - 43"553
26 - Andrea Rosso - FA Racing - 45"405*
27 - Axel Gnos - G4 Racing - 45"789
28 - Nico Gohler - KIC - 46"233
29 - Belén García - G4 Racing - 54"028
30 - Lena Buhler - R-Ace - 54"719
31 - Nicola Marinangeli - Arden - 54"830
32 - Jasin Ferati - KIC - 1’45"864
33 - Patrik Pasma - ART - 2 giri**

*10" di penalità 
**15" di penalità 

Ritirato
Alexandre Bardinon

Il campionato
1.Saucy 224 punti; 2.David 153; 3.Maloney 145; 4.Aron 121; 5.Hadjar 111; 6.Minì,109; 7.Quinn 104; 8.Colapinto 98; 9.Alatalo 77; 10.Vidales 76; 11.Pasma 56; 12.Belov 55; 13.Boya 45; 14.Ten Brinke 28; 15.Bortoleto 26; 16.Beganovic 25; 17.Haverkort 16; 18.Rosso 14; 19.Pizzi 12; 20.Delli Guanti 10; 21.Patterson 6; 22.Goehte 3; 23.Seppanen 1.‍‍‍‍‍

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone