formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
18 Set [18:49]

Valencia - Gara 1
Øgaard domina, Van't Hoff ko

Mattia Tremolada - Fotocar13

Vittoria in solitaria per Sebastian Øgaard nella prima corsa del fine settimana della F4 spagnola sul circuito di Valencia. Il pilota danese, il primo degli inseguitori al leader Dilano Van't Hoff in campionato, scattava dalla prima fila, proprio accanto al pilota olandese. Come spesso accade, il portacolori di MP Motorsport non ha avuto una partenza impeccabile, venendo subito passato dal rivale, che ha così preso la prima posizione. La safety car, intervenuta per consentire ai commissari di far ripartire Guilherme Oliveira, insabbiatosi nel corso del primo giro, ha immediatamente congelato le posizioni.

Ala ripartenza, Dani Macia è stato bravo a beffare a sua volta lo stesso Van't Hoff, mettendosi davanti all'olandese prima di curva 1. Quest'ultimo ha tentato di rispondere in curva 2, prendendo l'esterno del portacolori di Formula de Campeones, che ha però allargato al traiettoria portandolo a sfiorare la ghiaia. Van't Hoff non ha mollato, ma non avendo spazio ha colpito il posteriore di Macia. Il contatto è risultato fatale ad entrambi, con l'olandese che ha rotto l'ala anteriore e lo spagnolo che ha forato la posteriore destra.

A differenza del rivale, Van't Hoff è poi riuscito a ripartire dopo il pit stop e ha fatto segnare il giro più veloce, assicurandosi un ulteriore punto, che sommato ai due della pole position, gli consente di chiudere comunque la giornata con qualche lunghezza. La vittoria di Øgaard non basta a riaprire i giochi per il titolo, ma potrebbe ritardare il successo di Van't Hoff, a cui servirebbero 140 punti di vantaggio per laurearsi campione con due round di anticipo.



Il pilota danese ha preceduto sul traguardo Pepe Martí, che regala così al team Campos una bella doppietta, la prima nella serie. Maksim Arkhangelskii ha invece beneficiato della penalità di 2" inflitta a Enric Bordás per track limits, per prendersi il primo podio nella serie a scapito del pilota di Formula de Campeones, che aveva sfruttato il caos scatenato da Van't Hoff e Macia per salire dalla decima alla terza piazza. Buon quarto Suleiman Zanfari, mentre il compagno di squadra Rik Koen è precipitato nel finale dalla quinta alla nona piazza. Gil Molina taglia così il traguardo sesto, davanti a Braden Lee Oxley e Noam Abramczyk, con Alejandro Garcia a completare la top-10.

Fuori gioco Manuel Espirito Santo, mentre è stato particolarmente Vladislav Ryabov. Partito male dalla seconda fila, il pilota russo di GRS era precipitato in 15esima piazza, salvo risalire a suon di sorpassi in sesta posizione. Nel finale, però, un problema tecnico lo ha momentaneamente rallentato, facendolo scivolare 13esimo. Ryabov non si è arreso, si è rimesso all'inseguimento della zona punti, ma un testacoda ha definitivamente messo fine alle sue speranze di conquistare la top-10. 13esima e 18esima piazza per i due rookie Miron Pingasov e Anshul Gandhi, alla prima gara in monoposto.

Sabato 18 settembre 2021, gara 1

1 - Sebastian Øgaard - Campos - 16 giri in 27'09"891
2 - Josep Martí - Campos - 10"940
3 - Maksim Arkhangelskii - Drivex - 12"380
4 - Suleiman Zanfari - MP Motorsport - 13"830
5 - Enric Bordás - Formula de Campeones - 13"850
6 - Gil Molina - MP Motorsport - 17"470
7 - Branden Oxley - Drivex - 17"693
8 - Noam Abramczyk - Drivex - 19"287
9 - Rik Koen - MP Motorsport - 20"174
10 - Alejandro Garcia - Campos - 20"238
11 - Filip Jenic - Teo Martin - 20"934
12 - Noah Degnbol - MP Motorsport - 21"479
13 - Miron Pingasov - MP Motorsport - 22"862
14 - Emely De Heus - MP Motorsport - 24"839
15 - Georg Kelstrup - MP Motorsport - 25"755
16 - Oleksandr Partyshev - Campos - 25"934
17 - Oliver Michl - Teo Martin - 29"596
18 - Anshul Gandhi - GRS - 33"707
19 - Jorge Campos - Teo Martin - 34"609
20 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - 40"509
21 - Vladislav Ryabov - GRS - 41"919
22 - Guilherme Oliveira - Drivex - 57"304

Ritirati
Daniel Macia
Manuel Espirito Santo
Lola Lovinfosse

Giro più veloce: Dilano Van't Hoff in 1’34"074

Il campionato
1.Van't Hoff 230 punti; 2.Øgaard 139; 3.Marti 121; 4.Macia 111; 5.Bordas 93; 6.Arkhangelskii 64; 7.Degnbol 60; 8.Kelstrup, Koen 56; 10.Ryabov 50.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone