formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
23 Mar [11:59]

Verstappen mantiene la prudenza:
"stupido" sottovalutare la Mercedes

Jacopo Rubino

Max Verstappen, di sentirsi chiamare "favorito", non vuole proprio saperne. La Red Bull ha mostrato i muscoli nelle prove precampionato, ma l'olandese indica sempre nella Mercedes la principale candidata al titolo 2021 di Formula 1: "Hanno vinto sette campionati di fila, come può essere diversamente?", ha messo in guardia. "Considero ogni stagione una nuova opportunità per batterli, ma sarebbe stupido aspettarsi che lottare con loro sia un compito facile, solo guardando a come sono andati test".

Nelle sessioni a Sakhir la RB16B si è rivelata una macchina molto temibile, questo è indubbio, eppure Verstappen insiste nel tenere alta la guardia: "Sono sicuro che la Mercedes voglia far credere che siamo davanti, per metterci pressione, ma siamo concentrati su noi stessi". L'alfiere della squadra di Milton Keynes, quindi, non si fida delle parole degli avversari diretti, come ad esempio quelle del capo degli ingegneri di pista Andrew Shovlin: "Vedendo i dati raccolti sul passo gara, non siamo veloci come la Red Bull".

"Ho belle sensazioni sulla vettura, per quanto mi riguarda era stabile a sufficienza per essere a mio agio", ha comunque concesso Verstappen, precisando: "Si può essere contenti quando si percorrono tanti giri e si ha una buona comprensione della monoposto, è stato un inizio positivo, ma questo non dice nulla sulle prestazioni pure".

Tra il fronte Red Bull e quello Mercedes sembra in corso un gioco delle parti, che durerà ancora qualche giorno, fino alla qualifica del Gran Premio del Bahrain. Lì le carte si scopriranno per forza. "Sono impaziente che arrivi la Q3, è quando saranno tutti al massimo con serbatoio scarico. Poi ci sarà la gara, in cui vedremo chi manterrà il livello di competitività sulla distanza. Speriamo di essere competitivi in entrambe", ha concluso Verstappen. Chissà che, a partire da domenica prossima, non possa convincersi di essere davvero il favorito.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone