23 Feb [12:01]

WSK Super Master Series a Lonato
Ten Brinke sfida Antonelli

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Numeri da record a Lonato per il secondo appuntamento di stagione della WSK Super Master Series. Nella serie internazionale di karting, organizzata da WSK Promotion, cresce il valore delle sfide già in atto nelle categorie OK, OK Junior e 60 Mini, alle quali si aggiunge in questo weekend la KZ2, al suo esordio stagionale. Sfiora infatti la quota di 340 piloti il numero dei verificati che ieri si sono presentati al South Garda Karting di Lonato: tutti a caccia di una migliore posizione in classifica, ora che la scala incrementale del punteggio da distribuire aumenta le probabilità di sorpasso nelle classifiche.

Beganovic, miglior tempo in OK
Si impone subito in classe OK lo svedese Dino Beganovic (Tony Kart-Vortex-Bridgestone), migliore in prova in 47”050, davanti al palermitano Gabriele Minì (Parolin-TM). Entrambi sono pronti a recuperare posizioni in classifica, comandata dal pordenonese Lorenzo Travisanutto (KR-Iame) che segna il sesto tempo. Beganovic e Minì si confermano vincendo una manche ciascuno. Con una vittoria concludono la giornata lo scozzese Dexter Patterson (KR-Iame) e il britannico Joseph Turney (Tony Kart-Vortex).

Renaudin apre la sfida in KZ2
Primo a mettersi in luce in KZ2 è il francese Adrien Renaudin (Sodikart-TM-Bridgestone), il più rapido con il tempo di 46”646 davanti al campano Giusepe Palomba (Croc-TM). I due si ripetono nella prima manche della serie, mantenendo le stesse posizioni con Renaudin vincitore. La seconda manche resta in casa Sodikart, grazie alla vittoria dell’olandese Bas Lammers davanti al bergamasco Matteo Viganò (Tony Kart-Vortex).

Ten Brinke è il più rapido in OK Junior
Si preparano battaglie in OKJ, categoria in cui l’olandese Thomas Ten Brinke (FA Kart-Vortex-Bridgestone, sopra con il n. 327) segna il miglior tempo in 48”471 davanti al bolognese Andrea Kimi Antonelli (KR-Iame). Entrambi sono tra i principali avversari in classifica del leader, il brasiliano Rafael Camara (BirelArt-TM), che invece è solo al 19. posto. Nelle sei manche del programma, il russo Nikita Bedrin (Tony Kart-Vortex) è due volte vincitore. Con un successo in gara sono lo spagnolo Josep Martì (Tony Kart-Vortex), il britannico Jamie Day (Exprit-Vortex), il polacco Marcel Kuc (Parolin-TM) e il francese Marcus Amand (KR-Iame).

Bohra all’attacco in 60 Mini 
È solo 18. nella classifica 60 Mini, ma il giovanissimo pilota di Singapore Akshay Arjun Bohra è il più veloce in prova a Lonato in 53”754, davanti al belga Ean Eyckmans. Resta a ridosso il leader di classifica, l’emiratense Rashid Al Dhaheri (tutti su Parolin-TM-Vega), terzo in prova prima di vincere una delle manche della serata. Un’altra gara se la aggiudica Eyckmans mentre nella terza corsa prevale l’udinese Andrea Filaferro (Tony Kart-TM).

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone