formula 1

La F2 non conta più per salire in F1?
I team guardano ai test fatti in casa

C'è qualcosa che sta cambiando nell'attenzione che il Mondiale F1 pone verso i giovani che militano in Formula 2 o ca...

Leggi »
indycar

Iowa - Gara 2
Power vince, che paura per Ray Robb
Il video del crash nel giro finale

Marco CortesiIl team Penske ha messo a segno in Iowa uno 1-2 vincendo anche la seconda gara con Will Power. Una corsa senza g...

Leggi »
indycar

Iowa - Gara 1
Prima su ovale per McLaughlin

Prima vittoria su ovale per Scott McLaughlin all'Iowa Speedway nella prima corsa del weekend dell'IndyCar nella capit...

Leggi »
World Endurance

San Paolo – Gara
Vittoria del riscatto per Toyota

Michele Montesano Toyota torna a dominare la scena del FIA WEC. Dopo la cocente sconfitta della 24 Ore di Le Mans, la squadra...

Leggi »
Regional by Alpine

Mugello - Gara 2
Wharton regola Badoer

Sul circuito del Mugello, James Wharton ha messo a segno la sua prima vittoria nel campionato Regional by Alpine: prima di og...

Leggi »
F4 Italia

Mugello - Gara 3
La tripla... tripletta di Slater
Scopriamo chi è il talento inglese

Volto granitico, duro, che sarebbe perfetto per un film di Ken Loach nelle sue rappresentazioni della middle class britannica...

Leggi »
19 Nov [15:50]

World Finals – Gara 2
Meravigliosa vittoria di Scionti-Segù
Bonduel è campione Pro

Da Vallelunga – Luca Basso – Foto Speedy

È successo di tutto nell’ultimo giro di gara 2, riservata alle categorie Pro e Pro-Am, delle Lamborghini World Finals. Grazie a diversi sorpassi da manuale, Luca Segù ha ottenuto una strepitosa vittoria sul tracciato di Vallelunga, insieme al compagno di squadra Federico Scionti. Nonostante la poca esperienza con la Huracán Super Trofeo EVO2, il pilota DL è cresciuto costantemente nel corso del weekend ed è emerso nel momento decisivo di questa domenica pomeriggio.



Segù-Sconti hanno preceduto sul traguardo Oliver Söderström e Largim Ali di Target, protagonisti in positivo nella giornata odierna dopo il ritiro di gara 1. Tuttavia, il più felice di tutti è sicuramente Amaury Bonduel, incoronato campione tra gli equipaggi Pro. Il belga è rimasto saldamente in quarta posizione nel primo stint, dopodiché nella seconda parte della corsa ha resistito a Brendon Leitch, il suo rivale più diretto al titolo, ed è riuscito ad arrivare sano e salvo sul traguardo.

Leitch, invece, è rimasto coinvolto in alcune bagarre ed ha concluso quinto, alle spalle di Artem Petrov (VSR). Il neozelandese può comunque considerare positiva la sua stagione, dopo aver ottenuto venerdì il campionato europeo.



Clamoroso quanto accaduto a Andrej Lewandowski proprio all’ultimo giro. Il polacco era salito al volante ereditando il secondo posto da Loris Spinelli, rimasto a lungo il primo inseguitore del polesitter Frederik Schandorff, e sembrava poter mirare al titolo. Invece, il campione europeo Pro-Am è stato tamponato dal compagno di squadra Mattia Michelotto, in quel momento in lotta con Abbie Eaton, ed è finito in testacoda.

Lewandowski è poi ripartito, ma è precipitato addirittura 30esimo, 11esimo tra gli iscritti Pro-Am. Alex Au (foto sopra) e Schandorff hanno quindi ringraziato e, limitandosi a concludere in settima posizione, hanno potuto festeggiare la vittoria di classe e il titolo, dopo aver ottenuto il successo ieri in gara 1.

Michelotto e Gilles Stadsbader si sono classificati sesti, proprio davanti ad Au-Schandorff. Ottavi Ugo De Wilde e Rodrigo Testa De Sousa di Iron Lynx, nono Riccardo Ianniello di DL e decimi Sebastian Balthasar e Marzio Moretti di Oregon.

Domenica 19 novembre 2023, gara 2 (Pro e Pro-Am)

1 – Scionti-Segù – DL – 27 giri
2 – Söderström-Ali – Target – 1’573
3 – Amaury Bonduel – BDR – 2”626
4 – Artem Petrov – VSR – 3”926
5 – Brendon Leitch – Leipert – 4”414
6 – Michelotto-Stadsbader – VSR – 6”673
7 – Au-Schandorff – Target – 6”966
8 – Testa De Sousa-De Wilde – Iron Lynx – 7”148
9 – Riccardo Ianniello – DL – 8”091
10 – Balthasar-Moretti – Oregon – 8”898
11 – Eaton-Arrow – Bonaldi – 9”362
12 – Giltrap-van der Drift – Absolute – 9”674
13 – Sebastian Freymuth – AKF – 10”202
14 – Douglas Bolger – Target – 10”889
15 – Jake Walker – Forty7 – 11”580
16 – Tribaudini-Cabirou – CMR – 11”841
17 – Ryan Norman – WTR – 12”051
18 – Jamin-Saavedra – ANSA – 12”483
19 – Taurino-Petersson – TR3 – 12”868
20 – Egor Orudzhev – ART Line – 13”949
21 – Schoonderwoerd-Buurman – Iron Lynx – 14”970
22 – Stacy-Persing – WTR – 16”650
23 – Pollini-Pollini – Imperiale – 17”169
24 – Chandrasoma-Reger – TPC – 19”932
25 – Miller-Muss – Forty7 – 20”603
26 – Li-Cecotto – TRT – 22”244
27 – Pavlovic-Fischbaum – Bonaldi – 22”563
28 – Blanchemain-Pla – Villorba – 22”885
29 – Zonzini-Colombini – Iron Lynx – 22”905
30 – Lewandowski-Spinelli – VSR – 23”331
31 – Logan-Premat – USRT – 25”562
32 – Luo-Rouget – Vortex Racegraph – 25”770
33 – Wagner-Matthiesen – Leipert – 26”236
34 – Bellomo-Van Overbeek – 36”741
35 – Nemschoff-Miller – Flying Lizards – 38”035
36 – Formanek-Basz – Micanek – 55”728
37 – Prewett-Williams – World Speed – 1 giro
38 – Maloigne-Guerin – Arkadia – 2 giri

Ritirati
Bettera-Pegoraro – Oregon
Marcelli-Formal – WTR
Stewart-Lee – Flying Lizards

Non partiti
Dubets-Capizzi – PPM
RS Racing