formula 1

23 Gran Premi per il 2023
Imola se la gioca con Le Castellet

Circola già una prima bozza del calendario del Mondiale F1 2022. I Gran Premio potrebbero essere 23, di cui due in Italia. Il...

Leggi »
formula 1

Mercedes lancia un assist al gruppo
Volkswagen: "Eliminare la MGU-H"

Come fare per coinvolgere in F1 un maggior numero di motoristi e che magari travolti dall'entusiasmo decidano di entrare ...

Leggi »
indycar

Laguna Seca - Gara
Herta non sbaglia, Palou vede il titolo

Colton Herta si è preso la rivincita per il difficile finale di Nashville nella "sua" Laguna Seca. Il californiano ...

Leggi »
F4 Spanish

Valencia - Gara 3
Øgaard firma la doppietta

1 - Sebastian Øgaard - Campos - 16 giri2 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - 0”2363 - Filip Jenic - Teo Martin - 2”2094...

Leggi »
dtm

Assen - Gara 2
Vince Auer, Lawson secondo

Lucas Auer festeggia la sua prima vittoria stagionale nel DTM: l'austriaco ha fatto sua gara 2 ad Assen dopo essere parti...

Leggi »
F4 Spanish

Valencia - Gara 2
Macia penalizzato, primo Van’t Hoff

È stata una corsa davvero bella e combattuta quella che ha aperto la seconda giornata di gare dell’appuntamento di Valencia d...

Leggi »
19 Giu [10:24]

Zandvoort - Qualifica 1
Saucy-Minì in prima fila

Da Zandvoort - Mattia Tremolada

Continua ad impressionare Gregoire Saucy, che non accenna a rallentare la propria cavalcata in questa prima metà di stagione della Formula Regional by Alpine. Anche a Zandvoort, il pilota svizzero sembra essere irraggiungibile per tutti i rivali, e dopo aver faticato nelle libere 1 disputate su asfalto bagnato, è prontamente tornato a guidare la classifica già nel secondo turno di venerdì, confermandosi poi in pole position questa mattina nella qualifica 1. Ci ha provato a infastidirlo Gabriele Minì, che verso metà sessione si era portato al comando in 1'31"375 contro l'1'31"500 di Saucy. A cinque minuti dal termine però, il leader di campionato è tornato alla carica, riuscendo a far segnare il miglior riferimento nei primi due settori del circuito olandese, firmando la pole in 1'30"973.

La sessione è poi stata interrotta anzitempo a causa dell'incidente di Andrea Rosso, finito fuori pista quando mancavano tre minuti allo scadere. Il pilota italiano, reduce dal buon quinto posto conquistato a Le Castellet, stava migliorando il proprio riferimento nei primi due settori, e avrebbe potuto facilmente centrare la top-10, ma ha messo due ruote sullo sporco all'ultima curva, finendo nella ghiaia e picchiando contro il muro. Avendo causato una FCY e la conseguente bandiera rossa, Rosso si è visto togliere il proprio miglior riferimento, scivolando 24esimo. Umori contrastanti nella pattuglia tricolore. Oltre a Minì, anche Francesco Pizzi ha avuto una sessione positiva, chiudendo 11esimo a soli 4 millesimi dalla top-10 e quinto tra i rookie. Per lui è il miglior risultato 2021. Pietro Delli Guanti scatterà dalla 12esima fila accanto a Rosso, Emidio Pesce 27esimo, mentre la direzione gara ha cancellato il miglior tempo di Nicola Marinangeli per track limits, retrocedendolo in ultima posizione.

Terzo a ben sette decimi dalla pole scatterà Hadrien David, desideroso di riscatto dopo l'errore commesso nella seconda corsa di Le Castellet, quando ha stallato al via del giro di formazione. Quarta e quinta piazza per i rookie Mari Boya e Dino Beganovic, che si sono ben comportati al debutto su un circuito difficile come quello di Zandvoort. Sesto e finalmente competitivo Franco Colapinto, ancora incredibilmente a zero punti dopo quattro appuntamenti. Settima posizione per Paul Aron, con la seconda vettura di Prema, mentre David Vidales è soltanto sedicesimo, apparentemente in difficoltà in qualifica come già successo a Le Castellet.

Ottava posizione per il nuovo pilota del Red Bull junior team Isack Hadjar, che ha preceduto Michael Belov, buon nono con il team G4 Racing, e Alex Quinn, risalito in top-10 dopo un venerdì complicato. Non ha preso parte alla sessione Jasin Ferati, fermato da un inconveniente con il proprio casco. A nulla sono valsi gli sforzi del pilota svizzero e del team Monolite per reperirne uno con l'omologa FIA necessaria e così la sua vettura è rimasta ferma ai box.

Sabato 19 giugno 2021, qualifica 1

1 - Gregoire Saucy - ART - 1'30"973
2 - Gabriele Minì - ART - 1'31"375
3 - Hadrien David - R-Ace - 1'31"683
4 - Mari Boya - VAR - 1'31"707
5 - Dino Beganovic - Prema - 1'31"809
6 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 1'31"811
7 - Paul Aron - Prema - 1'31"854
8 - Isack Hadjar - R-Ace - 1'31"879
9 - Michael Belov - G4 Racing - 1'31"904
10 - Alex Quinn - Arden - 1'31"947
11 - Francesco Pizzi - VAR - 1'31"951
12 - Patrik Pasma - KIC - 1'31"961
13 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 1'32"135
14 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 1'32"162
15 - William Alatalo - Arden - 1'32"172
16 - David Vidales - Prema - 1'32"222
17 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 1'32"251
18 - Elias Seppanen - KIC - 1'32"255
19 - Thomas Ten Brinke - ART - 1'32"267
20 - Lorenzo Fluxa - VAR - 1'32"319
21 - Zane Maloney - R-Ace - 1'32"339
22 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 1'32"383
23 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 1'32"613
24 - Andrea Rosso - FA Racing - 1'32"865
25 - Tommy Smith - JD Motorsport - 1'32"900
26 - Brad Benavides - DR Formula - 1'33"120
27 - Emidio Pesce - DR Formula - 1'33"236
28 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 1'33"257
29 - Axel Gnos - G4 Racing - 1'33"519
30 - Nico Gohler - KIC - 1'33"692
31 - Lena Buhler - R-Ace - 1'34"358
32 - Nicola Marinangeli - Arden - 1'34"636
33 - Jasin Ferati - Monolite - nessun tempo

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone