F.4 Italia

Il ritratto del campione Minì, primo
italiano a imporsi nella F4 nazionale

Mattia Tremolada

Ci sono volute sette stagioni per vedere finalmente un pilota tricolore aggiu...

Leggi »
Mondiale Rally

Niente ritiro per Ogier:
resta in Toyota per il WRC 2021

Jacopo Rubino

Il ritiro può attendere: Sebastien Ogier ha deciso di proseguire almeno per un altro anno ...

Leggi »
2 Set [19:04]

Monza, libere
Primo acuto di Hughes

Da Monza - Dario Sala

Primi chilometri nel Tempio della Velocità e primi riscontri cronometrici per la GP3 nei tradizionali 45 minuti di prove libere. Dopo la canonica mezz’ora passata a cercare il passo gara e affinare le regolazioni, i piloti hanno provato la qualifica. I tempi sono scesi rapidamente e alla fine il più veloce è risultato Jake Hughes unico pilota capace di infrangere la barriera dell’1’39. Buono il ritmo del pilota della Dams che però domani dovrà scontare tre posizioni sulla griglia. Un’eredità della gara di Spa.

Alle sue spalle ottima la prova di Antonio Fuoco che ha portato a termine dei buoni giri. Il pilota della Trident si è migliorato costantemente fino ad arrivare a tre decimi dal rivale inglese. L’italiano ha preceduto un pimpante Nirei Fukuzumi che in più occasioni si è piazzato davanti a tutti. Leadership sporadiche, ma il giapponese ha mostrato un buon ritmo. Quarta piazza per Charles Leclerc, staccato di soli due millesimi e atteso domani al colpo di reni e quinto per Sandy Stuvik.

Bene anche Kevin Jörg arrampicatosi fino al sesto posto davanti a Giuliano Alesi, Matthew Parry e al rientrante Ralph Boshung. Anche lo svizzero dovrà scontare tre posizioni sulla griglia per un precedente incidente nella gara di Hockenheim. Attardati (ma solo momentaneamente) Alex Palou, Nick De Vries, Jack Aitken, Alex Albon e Jake Dennis che domani saranno tra i protagonisti. Problemi tecnici hanno invece tenuto ferma ai box Tatiana Calderon.

Venerdì 2 settembre 2016, libere

1 – Jake Hughes – Dams – 1’38”936 – 20 giri
2 – Antonio Fuoco – Trident – 1’39”275 - 19
3 – Nirei Fukuzumi – Art – 1’39”335 - 19
4 – Charles Leclerc – Art – 1’39”337 - 18
5 – Sandy Stuvik – Trident – 1’39”370 - 21
6 – Kevin Jörg – Dams – 1’39”525 - 21
7 – Giuliano Alesi – Art – 1’39”538 - 19
8 – Matthew Parry – Koiranen – 1’39”585 – 19
9 – Ralph Boschung – Koiranen – 1’39”608 – 21
10 – Alex Palou – Campos – 1’39”703 – 19
11 – Nick De Vries – Art – 1’39”729 – 19
12 – Santino Ferrucci – Dams – 1’39”773 - 20
13 – Matevos Isaakyan – Koiranen – 1’39”810 – 20
14 – Artur Janosz – Trident – 1’39”887 – 19
15 – Akash Nandy – Jenzer – 1’39”953 – 18
16 – Arjun Maini – Jenzer – 1’39”974 – 18
17 – Steijn Schothorst – Campos – 1’40”278 – 20
18 – Jake Dennis – Arden – 1’40”650 – 19
19 – Kostantin Tereschenko – Campos – 1’40”858 – 18
20 – Jake Aitken – Arden – 1’40”935 – 19
21 – Alexander Albon – Art – 1’41”038 – 18
22 – Tatiana Calderon – Arden – 1’41”222 - 1

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone