28 Lug [0:17]

Spa – Qualifica
Marciello il più veloce

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Da Spa – Antonio Caruccio – Foto Speedy

Non poteva esserci debutto migliore per Raffaele Marciello alla 24 Ore di Spa. L’italiano ha infatti ottenuto il miglior tempo nel primo turno di prove ufficiali, che gli è anche valso la miglior prestazione assoluta rispetto al turno notturno, sulla carta più veloce. Bella prova quindi per “Lello” che in 2’18”562 precede di 113 millesimi Frederic Vervisch, più rapido di tutti col buio. Questo, tra i 20 equipaggi che hanno ottenuto il passaggio alla SuperPole di domani, è il distacco più elevato, a dimostrazione della competitività della vettura di Stoccarda su questo tracciato.

Ottima terza la Ferrari 488 di Kaspersky Motorsport, che ha visto l’inglese James Calado segnare il miglior tempo, coadiuvato in equipaggio dai romani Marco Cioci e Giancarlo Fisichella. A riprova della competitività di casa AKKA ASP, che qui lo scorso anno conquistò il podio assoluto, c’è l’altra Mercedes di Daniel Juncadella. Terza fila provvisoria per la Bentley, di Maxime Soulet, davanti alla Lamborghini di casa Grasser condotta da Mirko Bortolotti. Proprio la vettura #63 ha dimostrato nel finale di sessione notturna, con Andrea Caldarelli alla guida, un passo incredibile a gomma usata, che fa sorridere i vertici Lamborghini in ottica gara, con anche Stefano Domenicali presente in questa speciale occasione.

Unica vettura Pro-Am nella Top-20, l’Aston Martin dell’Oman Racing supportata da TF Sport, nona grazie a Jonny Adam. Di diritto alla Super Pole anche le Audi curate da ISR e la Porsche del team Bernhard. La prima sessione di qualifiche è stata interrotta a pochi minuti dalla fine per il botto di Kamui Kobayashi all’uscita del Radillon. Il giapponese ha perso il controllo a metà curva con la Mercedes AMG GT3 del Good Smile Racing che dopo un pendolo ha colpito le barriere esterne, disintegrando il posteriore.

Sorte non migliore è andata a Matt Parry. Il gallese, alfiere Nissan, a sei minuti dall’inizio del Q2 in notturna, ha picchiato ad Eau Rouge, dopo il cedimento dell’anteriore sinistra compromessa probabilmente nel taglio del cordolo in inserimento. Clamorosa esclusa dalla Super Pole la McLaren, che lo scorso anno aveva invece segnato il miglior tempo nelle prove ufficiali, con la miglior vettura, nelle mani di Andrew Watson, solo 24°.

Giovedì 27 luglio 2017, qualifiche

1 - Mortara/Meadows/Marciello (Mercedes-AMG GT3) - Akka ASP - 2'18"562
2 - De Philippi/Mies/Vervisch (Audi R8 LMS) – WRT - 2'18"675
3 - Fisichella/Cioci/Calado (Ferrari 488) - Kaspersky MS - 2'18"723
4 - Serralles/Juncadella/Vautier (Mercedes-AMG GT3) - Akka ASP - 2'18"749
5 - Soulet/Abril/Soucek (Bentley Continental) – M-Sport - 2'18"822
6 - Bortolotti/Engelhart/Caldarelli (Lamborghini Huracan) – GRT - 2'18"858
7 - Jöns/Pepper/Verdonck (Bentley Continental) - ABT - 2'18"875
8 - Al Harty/Yoluc/Adam/Hankey (Aston Martin V12) - TF Sport - 2'08"909
9 - Ordonez/Buncombe/Chiyo (Nissan GT-R Nismo) – RJN - 2'18"924
10 - Eriksson/Buhk/Perera (Mercedes-AMG GT3) - HTP Motorsport - 2'18"944
11 - Frey/Ortelli/Costa (Emil Frey Jaguar G3) – Frey - 2'18"945
12 - Eng/Martin/Sims (BMW M6) – Rowe - 2'18"949
13 - Lathouras/Rugolo/Pier Guidi (Ferrari 488) - AF Corse - 2'18"960
14 - Albuquerque/Schmid/Salaquarda (Audi R8 LMS) – ISR - 2'18"977
15 - Kaffer/Stippler/Van Der Linde/Linde (Audi R8 LMS) – ISR - 2'19"003
16 - Smith/Jarvis/Kane (Bentley Continental) – M-Sport - 2'19"012
17 - Garcia/Müller/Rast (Audi R8 LMS) – WRT - 2'19"012
18 - Estre/Christensen/Vanthoor (Porsche 991 R) – Bernhard - 2'19"020
19 - Haase/Gounon/Winkelhock (Audi R8 LMS) – Sainteloc - 2'19"026
20 - Leonard/Dennis/Green (Audi R8 LMS) – WRT - 2'19"026
21 - Estre/Christensen/Vanthoor (Porsche 991 R) – Bernhard - 2'19"030
22 - Stolz/Christodoulou/Buurman (Mercedes-AMG GT3) - Black Falcon - 2'19"127
23 - Allemann/Bohn/Müller/Jaminet (Porsche 991 R) – Herberth - 2'19"143
24 - Jaafar/Schothorst/Watson (McLaren 650 S) – Strakka - 2'19"210
25 - Fleming/Leventis/Williamson/Webb (McLaren 650 S) – Strakka - 2'19"219
26 - Sandström/Schiller/Baumann (Mercedes-AMG GT3) - HTP Motorsport - 2'19"278
27 - Hommerson/Machiels/Bertolini/Butcher (Ferrari 488) - AF Corse - 2'19"288
28 - Shaytar/Rigon/Molina (Ferrari 488) – SMP - 2'19"373
29 - Amstutz/Kodric/Kujala/Gavin (Lamborghini Huracan) – Barwell - 2'19"395
30 - Perfetti/Fontana/Badey/Bastian (Mercedes-AMG GT3) - Akka ASP - 2'19"396
31 - Simmons/Moore/Parry (Nissan GT-R Nismo) – RJN - 2'19"413
32 - Mattschull/Salikhov/Malucelli/Siedler (Ferrari 488) – Rinaldi - 2'19"431
33 - Barnicoat/Bell/Ledogar (McLaren 650 S) – Strakka - 2'19"435
34 - Demerdjian/Minassian/Rizzo/Vilander (Ferrari 488) - AF Corse - 2'19"439
35 - Seefried/Hirschi/Klien (Emil Frey Jaguar G3) – Frey - 2'19"486
36 - Filippi/Pohler/Crestani (Lamborghini Huracan) – Lazarus - 2'19"537
37 - Richelmi/Berthon/Treluyer (Audi R8 LMS) – WRT - 2'19"633
38 - Häring/Renauer/Renauer/Lieb (Porsche 991 R) - Herberth - 2'19"655
39 - Morley/Toril/Kirchhöfer/Götz (Mercedes-AMG GT3) - Black Falcon - 2'19"660
40 - Cameron/Griffin/Scott/Ragazzi (Ferrari 488) - AF Corse - 2'19"865
41 - Palttala/Krognes/Menzel/Henkola (BMW M6) – Walkenhorst - 2'19"900
42 - Blomqvist/Catsburg/Spengler (BMW M6) – Rowe - 2'19"915
43 - Matchitski/Ramos/Abra/Keen (Lamborghini Huracan) – Barwell - 2'19"940
44 - Taniguchi/Kataoka/Kobayashi (Mercedes-AMG GT3) – Goodsmile - 2'20"026
45 - Al Faisal/Hubert/Piana/Van der Zande (Mercedes-AMG GT3 GT3) - Black Falcon - 2'20"058
46 - Caygill/Mayr-Melnhof/Venter/Lyons (Audi R8 LMS) – WRT - 2'20"076
47 - Zanuttini/Duyver/Perel/Cadei (Ferrari 488) – Kessel - 2'20"141
48 - Beretta/Gattuso/Piccini (Lamborghini Huracan) – Ombra - 2'20"182
49 - Dontje/Assenheimer/Heyer (MErcedes-AMG GT3) – HTP - 2'20"297
50 - Chaponik/Sandberg/Heckert/Bleekemolen (Mercedes-AMG GT3) - Black Falcon - 2'20"387
51 - Delhez/Vannelet/Stursberg/Zanella (Lamborghini Huracan) - Team HB - 2'20"404
52 - Broniszewski/Rizzoli/Cressoni/Piccini (Ferrari 488) – Kessel - 2'20"444
53 - Fumanelli/Kane/Tordoff (McLaren 650 S) – Strakka - 2'20"445
54 - Ehret/Mastronardi/Van Glabeke/Lancieri (Ferrari 488) – Rinaldi - 2'20"480
55 - Motoaki/Bontempelli/Beretta/Castellacci (Ferrari 488) - AF Corse - 2'20"553
56 - Ineichen/Giammaria/Perez (Lamborghini Huracan) – GRT - 2'20"601
57 - Kelders/Rostan/Bouvy (Audi R8 LMS) – Sainteloc - 2'21"162
58 - Grenier/Van Splunteren/Van Lagen/Lagen (Lamborghini Huracan) – Attempto - 2'21"309
59 - West/Goodwin/Harris/Ellis (McLaren 650 S) - Garage 59 - 2'22"761
60 - Schiwietz/Campenhoudt/Walkenhorst/Oeverhaus (BMW M6) – Walkenhorst - 2'23"176
61 - Maggi/Krebs/Mateu/Bovy (Lamborghini Huracan) – Attempto - 2'25"575
62 - Paque/Paisse/Latre/Bosqueau (Porsche 991 Cup) – Speedlover - 2'29"671
63 - Blank/Mallegol/Notari/Mechaly (Porsche 991 Cup) – RMS - 2'37"635

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone