Formula E

Seoul - Gara 1
Evans domina e spera ancora

Mitch Evans detta legge in gara 1 a Seoul e tiene aperti i giochi per il titolo 2022 di Formula E. Si deciderà tutto nella co...

Leggi »
nascar

Raikkonen per cancellare il 2011
Trackhouse, top-team di ampie vedute

Kimi Raikkonen è pronto a debuttare nella NASCAR Cup Series 2022 dopo un positivo test al Virginia International Raceway in v...

Leggi »
Formula E

Seoul - Qualifica 1
Pole bagnata per Rowland

Pole-position marchiata Mahindra per gara 1 della Formula E sull'inedito tracciato di Seoul, che ospita la tappa conclusi...

Leggi »
indycar

Il nervosismo regna in IndyCar
È finito il cameratismo tra i piloti?

Sembra un po' in bilico l'idillio tra i piloti IndyCar. O meglio, l'idillio che era percepito dall'esterno, i...

Leggi »
formula 1

Binotto stupisce: "Nessun errore,
le nostre strategie sempre corrette"

Dagli errori si cresce e sarebbe meglio non ripeterli. Ce lo dicono fin dalle scuole elementari ed è sicuramente una eccellen...

Leggi »
formula 1

Per Zhou buon esordio in F1,
ma il rinnovo rimane in sospeso

Guanyu Zhou ha fatto ricredere gli scettici. L'unico rookie al via quest'anno in Formula 1 ha saputo farsi valere in ...

Leggi »
1 Set [20:59]

Mexico City, libere 1
Orudzhev inaugura il weekend

Jacopo Rubino

A quindici anni di distanza dalla doppia trasferta Curitiba-Interlagos della vecchia World Series by Nissan, quella che oggi si chiama World Series Formula V8 3.5 è pronta di nuovo a correre oltre i confini europei. Fedele al Mondiale Endurance, in questo fine settimana il campionato fa tappa sul circuito di Città del Messico, lo stesso già tornato ad ospitare anche la F1.

La prima sessione di prove libere, con questo retrogusto storico, è cominciata con temperature attorno ai 19 gradi e pista umida, ma offrendo via via sempre maggior grip. Con i tempi andati progressivamente calando, a svettare nel finale è stato Egor Orudzhev in 1'33"616: il russo è riuscito a fare il vuoto rifilando oltre sei decimi all'idolo di casa Alfonso Celis, che in volata si è preso la seconda piazza.

I motori della categoria si sono riaccesi dopo oltre un mese e mezzo, ma Orudzhev ha fresco il sapore della vittoria: insieme a Matevos Isaakyan, suo compagno in AVF, appena domenica scorsa il pilota russo si è aggiudicato la tappa di Le Castellet della European Le Mans Series per i colori SMP Racing. Isaakyan, per la cronaca, in questo turno cronometrato si è classificato decimo.

A seguire le coppie di Lotus e Teo Martin, con René Binder terzo seguito da Pietro Fittipaldi, Alex Palou (confermato dopo il fantastico esordio al Nurburgring) e Konstantin Tereschenko. Poi, Yu Kanamaru, il più veloce per la RP Motorsport, che qui non schiera Damiano Fioravanti. Unico pilota italiano ai nastri di partenza è quindi il gentleman Giuseppe Cipriani. Ottava posizione invece per Diego Menchaca, l'altro messicano iscritto.

Venerdì 1° settembre 2017, libere 1

1 - Egor Orudzhev - SMP by AVF - 1'33"616 - 21 giri
2 - Alfonso Celis - Fortec - 1'34"259 - 24
3 - René Binder - Lotus - 1'34"342 - 20
4 - Pietro Fittipaldi - Lotus - 1'34"350 - 20
5 - Alex Palou - Teo Martin - 1'34"436 - 24
6 - Konstantin Tereschenko - Teo Martin - 1'34"439 - 21
7 - Yu Kanamaru - RP Motorsport - 1'34"689 - 22
8 - Diego Menchaca - Fortec - 1'34"699 - 23
9 - Roy Nissany - RP Motorsport - 1'34"796 - 23
10 - Matevos Isaakyan - SMP by AVF - 1'34"910 - 20
11 - Giuseppe Cipriani - Barone Rampante - 1'36"809 - 21

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone