5 Feb [12:33]

Ecclestone affossa Liberty Media
"Stanno sbagliando tutto"

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Bernie Ecclestone non perde occasione per gettare discredito su Liberty Media, che da lui ha comprato a suon di milioni e milioni di dollari la "sua" F1. Non si placa la rabbia di Ecclestone, 87 anni, per essere stato esautorato e così ogni momento è buono per criticare l'operato di Chase Carey e compagnia. Questa volta, Ecclestone, dopo aver ritenuto assurda la decisione di cancellare le "ombrelline" dalle griglia di partenza dei Gran Premi F1, ha dichiarato al Sonntagsblick:

"Da tempo non vedo una cosa fatta da loro che abbia un qualche senso, quasi tutto quello che stanno creando è sbagliato". Ma attenzione, nel paddock c'è chi sostiene che una parte dei vecchi inviati della stampa nel Mondiale F1, rimasti fedeli ad Ecclestone dopo tanti anni vissuti insieme, ha gioco facile nell'alzare il telefono, chiamare lo "zio Bernie" e gettare critiche sull'operato di Liberty Media. Un giochetto che, però, non sembra minimamente scalfire Chase Carey, Sean Bratches e Ross Brawn che proseguono nel loro lavoro di rendere più appetibile e accessibile una F1 che con un solo padre padrone al comando, era oramai divenuta referente soltanto a se stessa.

Il tempo, solo quello, dirà se il lavoro di Liberty Media sarà stato proficuo e utile per la F1

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone