9 Apr [14:49]

Curitiba, gare
Di Grassi subito vincente

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Silvano Taormina

Ci ha messo poco Lucas Di Grassi ad imporsi nella Stock Car Brasil, categoria che da quest'anno lo vede impegnato a tempo pieno. Alla sua prima uscita da "solista", dopo un paio di apparizioni in equipaggio nella Corrida de Duplas, l'ex-Formula 1 ha iscritto il proprio nome nell'albo d'oro dei vincitori conquistando gara 2 a Curitiba. La prima delle due gare in programma, invece, ha celebrato il primo successo stagionale di Felipe Fraga.

I pronostici sembravano tutti a favore di Rubens Barrichello, poleman al termine delle qualifiche. Rubinho, però, al via ha stallato clamorosamente venendo risucchiato dal gruppone che sopraggiungeva alle sue spalle. A comandare le ostilità ci ha pensato inizialmente Daniel Serra, seguito da Max Wilson e Fraga. Quest'ultimo, in poche tornate, si è sbarazzato di Wilson portandosi alla caccia della prima posizione. L'avvicendamento al vertice si è concretizzato al termine del valzer dei cambi-gomme.

A quel punto Serra, nonostante un overboost in più, non è riuscito a farsi sotto a Fraga che ha proceduto indisturbato fino a quando una caution ha chiuso i conti con qualche giro d'anticipo. Il podio lo ha completato Wilson mentre Julio Campos e Gabriel Casagrande hanno chiuso la top-five. Solamente tredicesimo Barrichello. Gara 2 ha offerto un avvio alquanto movimentato. Il poleman eletto Rafael Suzuki non ha approfittato della posizione al palo, ottenuta grazie al decimo posto della prova precedente, venendo sopravanzato subito da Cesar Ramos e Marcos Gomes.

Quest'ultimo, a sua volta, è riuscito a portarsi al comando al termine del primo giro. Poco dopo, però, il portacolori del Cimed Racing ha dovuto alzare bandiera bianca a causa di noie meccaniche. Stessa sorte per il compagno di squadra Fraga, fermo con una sospensione rotta. Dopo una breve neutralizzazione e la finestra dei pit-stop, la sfortuna ha colpito anche Ramos che ha visto la sua Cruze ammutolirsi. La leadership l'ha ereditata così Di Grassi, messo sotto pressione da Casagrande ma imperturbabile nel procedere verso la bandiera a scacchi. Nel finale è emerso Caca Bueno, il quale ha sottratto la piazza d'onore a Casagrande.

Ottima la risalita di Barrichello, quarto dopo essere scattato dalla settima fila, che all'ultimo giro ha beffato Antonio Pizzonia. Solamente sesto il polesitter Suzuki. Nonostante si sia classificato solo decimo, Serra allunga in campionato inseguito adesso da Di Grassi. Weekend sottotono per i piloti del TMG Shell, Ricardo Zonta e Atila Abreu, mai apparsi nelle zone che contano così come per Nelson Piquet Jr, ancora in fase di affiatamento con la categoria, e Ricardo Mauricio, che ha pagato caro una brutta qualifica. Da segnalare un brutto incidente nel finale di gara 1 tra Brito e Salas, finiti violentemente a muro al termine del rettilineo principale dopo qualche sportellata di troppo. Entrambi sono usciti incolumi dalle proprie vetture. La Stock Car Brasil tornerà in scena tra due settimane al Velopark di Nova Santa Rita.

Domenica 8 aprile, gara 1

1 - Felipe Fraga - Cimed - 30 giri 42'28''634
2 - Daniel Serra - Eurofarma RC - 1''824
3 - Max Wilson - Eurofarma RC - 2''843
4 - Julio Campos - Prati Donaduzzi - 3''507
5 - Gabriel Casagrande - Vogel - 5''708
6 - Lucas Di Grassi - Hero - 6''743
7 - Cacá Bueno - Cimed - 10''988
8 - Cesar Ramos - Blau - 11''552
9 - Marcos Gomes - Cimed - 13''781
10 - Rafael Suzuki - Hot Car - 15''766
11 - Denis Navarro - Cavaleiro - 17''125
12 - Bruno Baptista - Hero - 28''167
13 - Rubens Barrichello - Full Time Sport - 18''948
14 - Allam Khodair - Blau - 23''231
15 - Nelson Piquet - Full Time Bassani - 24''453
16 - Ricardo Maurício - Full Time Sport - 27''645
17 - Galid Osman - Cavaleiro - 28''109
18 - Guilherme Salas - Hot Car - 2 giri
19 - Diego Nunes - Full Time Bassani - 2 giri

Giro più veloce: Felipe Fraga 1'19''097

Ritirati
25° giro - Ricardo Zonta
24° giro - Atila Abreu
24° giro - Sergio Jimenez
22° giro - Antonio Pizzonia
21° giro - Gustavo Lima
19° giro - Fabio Carbone
19° giro - Vitor Genz
17° giro - Thiago Camilo
16° giro - Bia Figuiredo
15° giro - Fernando Croce
12° giro - Lucas Foresti
12° giro - Felipe Lapenna
8° giro - Christiano Tuka Rocha

Squalificato
Valdeno Brito

Domenica 8 aprile, gara 2

1 - Lucas Di Grassi - Hero - 28 giri 41'30''922
2 - Cacá Bueno - Cimed - 0''661
3 - Gabriel Casagrande - Vogel - 1''886
4 - Rubens Barrichello - Full Time Sport - 5''777
5 - Antonio Pizzonia - Prati Donaduzzi - 6''909
6 - Rafael Suzuki - Hot Car - 7''536
7 - Vitor Genz - Eisenbahn - 8''353
8 - Ricardo Zonta - TMG Shell - 8''856
9 - Thiago Camilo - Ipiranga - 9''470
10 - Daniel Serra - Eurofarma RC - 10''538
11 - Christiano Tuka Rocha - Vogel - 11''091
12 - Felipe Lapenna - Cavaleiro - 11''535
13 - Fabio Carbone - Colon - 14''137
14 - Bruno Baptista - Hero - 14''676
15 - Denis Navarro - Cavaleiro - 15''936
16 - Diego Nunes - Full Time Bassani - 40''154
17 - Max Wilson - Eurofarma RC - 42''154
18 - Nelson Piquet - Full Time Bassani - 44''189
19 - Galid Osman - Cavaleiro - 46''607
20 - Allam Khodair - Blau - 2 giri

Giro più veloce: Diego Nunes 1'18''882

Ritirati
16° giro - Cesar Ramos
14° giro - Gustavo Lima
7° giro - Felipe Fraga
5° giro - Marcos Gomes
5° giro - Fernando Croce
4° giro - Julio Campos
3° giro - Ricardo Mauricio

Non partiti
Valdeno Brito
Guilherme Salas
Atila Abreu
Sergio Jimenez

Squalificato
Lucas Foresti

Il campionato
1.Serra 49; 2.Di Grassi 35; 3.Barrichello, Wilson 32; 5.Casagrande 31; 6.Fraga, Bueno 30; 8.Suzuki 20; 9.Campos 19; 10.Zonta, Gomes 17.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone