24 Set [11:48]

Mogi Guacu, gare
Deja vu per Fraga e Abreu

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Silvano Taormina

A pensarci bene, almeno per quanto riguarda i titoli di testa, sembra un copione già visto. A dodici mesi di distanza dalla prima prova inaugurale del nuovo tracciato di Mogi Guacu, Felipe Fraga e Atila Abreu hanno bissato il risultato dello scorso anno aggiudicandosi rispettivamente gara 1 e gara 2. Colui che però, a conti fatti, può definirsi il più soddisfatto del weekend è senz'altro Daniel Serra. Il leader del campionato, dopo il mezzo passo falso di Cascavel, ha ritrovato il ritmo cogliendo due secondi posti.

Risultati che rafforzano la sua prima posizione in campionato nonostante Fraga rimanga in zona d'attacco. Proprio il portacolori del Cimed Racing si è imposto nella prova mattutina. Una vittoria maturata soprattutto grazie alle disgrazie altrui. Il poleman Marcos Gomes, dopo un avvio perfetto, ha tenuto bene la testa della corsa nelle prime battute prima di ricevere l'alt da parte dei commissari che lo hanno costretto a rientrare ai box per il malfunzionamento di un fanale. Stop al quale ha fatto seguito il ritiro definitivo.

La leadership è passata nelle mani di Gabriel Casagrande, il quale al via aveva beffato Fraga dalla terza piazzola in griglia. I due sono rientrati insieme in pit-lane per il cambio-gomme obbligatorio marcandosi a vicenda. Pochi secondi dopo la ripartenza, però, Casagrande ha visto la sua posteriore-destra rotolare via a causa del mancato avvitamento. Fine dei giochi anche per lui. Con la prima posizione servita su un piatto d'argento, Fraga si è limitato ad avviarsi verso il traguardo. Un ulteriore aiuto lo ha ricevuto dalla safety-car, entrata in pista a due giri dal termine per recuperare la vettura di Suzuki, che di fatto ha sancito la fine alle ostilità.

Detto della seconda posizione di Serra, il podio lo ha completato Caca Bueno. Ai piedi del podio si è assistito alla bella lotta tra Julio Campos e Lucas Di Grassi, i quali si sono scambiati le posizioni più volte. Ritorna in zona punti Nelson Piquet Jr, settimo dietro a Thiago Camilo. La top-ten l'hanno completata Ricardo Zonta, Atila Abreu e Felipe Lapenna. A quest'ultimo il decimo posto è valso la pole di gara 2 grazie all'inversione dell'ordine d'arrivo di quella precedente. Pole che non ha sfruttato in quanto ha stallato nel giro di formazione. Davanti a tutti, così, sono scattati i due alfieri dello Shell Racing Abreu e Zonta.

Al via tra i due si è interposto Piquet Jr, autore di uno scatto felino dalla quarta posizione. Mentre Zonta comandava, Abreu si riportava in seconda posizione ai danni di Piquet JRr così come Di Grassi, che lo ha sopravanzato poco dopo, e Serra che si è fattto sotto dopo una breve neutralizzazione. La finestra dei pit-stop ha rimescolato un pò le carte. Abreu si è ritrovato davanti a Zonta, mentre alle loro spalle Serra e Barrichello hanno iniziato a contendersi il gradino più basso del podio. I due, all'ultimo passaggio, sono riusciti a portarsi davanti a Zonta completando il podio dietro al leader Abreu. A chiudere la top-five il vincitore di gara 1 Fraga. Con questo risultato Fraga mantiene il contatto con Serra in campionato, mentre Bueno, Barrichello, Gomes e Wilson seguono più staccati racchiusi in una manciata di punti e ancora in grado di ribaltare la classifica negli ultimi tre appuntamenti.

Domenica 23 settembre, gara 1

1 - Felipe Fraga - Cimed - 27 giri in 41'53''283
2 - Daniel Serra - Eurofarma RC - 2''478
3 - Caca Bueno - Cimed - 7''258
4 - Julio Campos - Prati Donaduzzi - 13''434
5 - Lucas Di Grassi - Hero - 14''819
6 - Thiago Camilo - Ipiranga - 15''072
7 - Nelson Piquet - Full Time Bassani - 16''623
8 - Ricardo Zonta - TMG Shell - 17''803
9 - Atila Abreu - TMG Shell - 18''960
10 - Felipe Lapenna - Cavaleiro - 23''079
11 - Rubens Barrichello - Full Time Sport - 23''603
12 - Ricardo Maurício - Full Time Sport - 24''859
13 - Allam Khodair - Blau - 25''200
14 - Lucas Foresti - Cimed - 34''875
15 - Bruno Baptista - Hero - 43''348
16 - Ricardo Sperafico - Hot Car - 59''984
17 - Bia Figueiredo - Ipiranga - 1'47''431
18 - Max Wilson - Eurofarma RC - 1 giro
19 - Valdeno Brito - Eisenbahn - 1 giro
20 - Galid Osman - Cavaleiro - 1 giro
21 - Vitor Genz - Eisenbahn - 3 giri

Giro più veloce: Marcos Gomes 1'30''396

Ritirati
21° giro - Rafael Suzuki
19° giro - Antonio Pizzonia
18° giro - Denis Navarro
18° giro - Gabriel Casagrande
10° giro - Marcos Gomes
8° giro - Cesar Ramos
3° giro - Diego Nunes
2° giro - Gustavo Lima

Domenica 23 settembre, gara 2

1 - Atila Abreu - TMG Shell - 26 giri in 42'46''284
2 - Daniel Serra - Eurofarma RC - 2''280
3 - Rubens Barrichello - Full Time Sport - 2''656
4 - Ricardo Zonta - TMG Shell - 3''723
5 - Felipe Fraga - Cimed - 6''300
6 - Julio Campos - Prati Donaduzzi - 9''831
7 - Ricardo Maurício - Full Time Sport - 11''692
8 - Valdeno Brito - Eisenbahn - 13''541
9 - Nelson Piquet - Full Time Bassani - 13''891
10 - Bruno Baptista - Hero - 15''091
11 - Galid Osman - Cavaleiro - 16''314
12 - Marcos Gomes - Cimed - 18''401
13 - Allam Khodair - Blau - 25''848
14 - Diego Nunes - Full Time Bassani - 26''255
15 - Denis Navarro - Cavaleiro - 27''016
16 - Gustavo Lima - G-Force - 27''688
17 - Max Wilson - Eurofarma RC - 28''700
18 - Lucas Foresti - Cimed - 29''022
19 - Ricardo Sperafico - Hot Car - 37''675
20 - Thiago Camilo - Ipiranga - 49''501
21 - Rafael Suzuki - Hot Car - 1 giro
22 - Cesar Ramos - Blau - 2 giri
23 - Vitor Genz - Eisenbahn - 4 giri
24 - Antonio Pizzonia - Prati Donaduzzi - 4 giri

Giro più veloce: Marcos Gomes 1'30''142

Ritirati
14° giro - Lucas Di Grassi
7° giro - Gabriel Casagrande
7° giro - Bia Figuiredo
3° giro - Caca Bueno
2° giro - Felipe Lapenna

Il campionato
1. Serra 234; 2. Fraga 217; 3. Bueno 163; 4. Barrichello 161; 5. Gomes 160; 6. Wilson 159; 7. Campos 157; 8. Abreu 141; 9. Zonta 122; 10. Di Grassi 115.

Scarica
il magazine

Il magazine di ItaliaRacing ora disponibile anche per iPad, iPhone, Android

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone