formula 1

Whitmarsh torna in Formula 1:
ruolo dirigenziale in Aston Martin

Martin Whitmarsh rientra nel giro della Formula 1, e lo fa con il team Aston Martin: sarà responsabile della nuova divisione ...

Leggi »
F3 FIA Asia

È pronto il calendario 2022
Cinque eventi tra Yas Marina e Dubai

La bella e avvincente stagione 2021 della F3 Asia organizzata dalla Top Speed dell'italiano Davide De Gobbi è alle spalle...

Leggi »
formula 1

Prost contro le strane idee di Liberty
"La griglia invertita? Non sarebbe più F1"

C'è un signore che ha fatto la storia della F1. Un signore che ha vinto quattro campionati del mondo e da qualche stagio...

Leggi »
formula 1

23 Gran Premi per il 2023
Imola se la gioca con Le Castellet

Circola già una prima bozza del calendario del Mondiale F1 2022. I Gran Premio potrebbero essere 23, di cui due in Italia. Il...

Leggi »
formula 1

Mercedes lancia un assist al gruppo
Volkswagen: "Eliminare la MGU-H"

Come fare per coinvolgere in F1 un maggior numero di motoristi e che magari travolti dall'entusiasmo decidano di entrare ...

Leggi »
indycar

Laguna Seca - Gara
Herta non sbaglia, Palou vede il titolo

Colton Herta si è preso la rivincita per il difficile finale di Nashville nella "sua" Laguna Seca. Il californiano ...

Leggi »
21 Giu [15:31]

Spa, gare
Soucek/Al Zubair leader e bis VSR

Jacopo Rubino

Vincitori a Spa di gara 1, Andy Soucek e Al Faisal Al Zubair sono i nuovi leader di classifica dell'International GT Open, ma per un solo punto su Michele Beretta e Frederik Schandorff che in Belgio hanno fatto bis, centrando il successo in gara 2 come a Le Castellet. E di nuovo con una doppietta del team Vincenzo Sospiri Racing, visto che domenica l'altra Lamborghini di Yuki Nemoto e Baptiste Moulin ha chiuso seconda, completando la festa.

Sabato, Soucek e Al Zubair hanno avuto la meglio in una corsa per metà disputata sotto safety-car: la prima neutralizzazione è stata provocata dal crash fra Artur Janosz e Mateusz Lisowski, iscritti alla GT Cup Open, la seconda per il botto contro le barriere a Les Combes di Nick Moss, che ha rimediato due vertebre fratturate. Con le soste obbligatorie, l'omanita Al Zubair ha ereditato la Porsche del team Lechner da Soucek, andando a vincere davanti all'Aston Martin della rientrante TF Sport affidata agli americani Michael Dinan e Robby Foley, davvero incisivi al debutto agonistico in Europa.

Terza posizione per la McLaren "superstite" del team Inception, quella di Ollie Millroy (poleman in qualifica) e di Brendan Iribe, il quale ha dovuto arrendersi rispetto ad avversari professionisti più veloci, ma ha centrato comunque il successo Pro-Am. Quarto e quinto posto per le due Lamborghini di casa VSR, con Beretta che in extremis ha resistito all'attacco alla Bus Stop di Loris Spinelli, andato in testacoda e scivolato nono.

In gara 2, dalla pole-position è scattato Adam Caroll, al comando per tutto il primo stint resistendo al nostro Spinelli, ma i rispettivi compagni di equipaggio, gli amatori Shaun Balfe e Alexander Moiseev, non hanno tenuto lo stesso ritmo con l'Audi del Balfe Motorsport e con la Mercedes della sammarinese AKM.

Ha invece funzionato il pit-stop anticipato di Beretta, perché fra strategia e handicap degli avversari, dopo le fermate ai box Schandoorf è balzato con ampio margine in vetta. Sulla Huracàn #63 il danese è andato in fuga precedendo di 14" la vettura gemella di Moulin, eroe di casa, e di 16"8 la Porsche Lechner, con Al Faisal/Soucek sul gradino più basso del podio ma in cima al campionato. Quarto l'ex F1 Christian Klien, vincitore in Pro-Am assieme a Patryk Krupinski. Grande rammarico in TF Sport, con Dinan incappato nella foratura di un pneumatico mentre era terzo assoluto e in lizza per replicare il podio di gara 1.

Assente il team Lazarus, che aveva vinto gara 1 in Francia e occupava la vetta generale con i suoi alfieri Jordan Pepper e Ivan Peklin, a pari merito con Beretta/Schandorff. La compagine italiana, che schiera la Bentley Continental GT3, ha infatti dato forfait in extremis.

A Spa-Francorchamps l'organizzatore GT Sport ha deciso di accorpare i concorrenti GT Cup Open anche nella giornata di sabato, in quello che per varie circostanze si è trasformato in un monomarca Porsche. Ha dominato la compagine di casa Q1 by EMG, che per l'occasione aveva portato tre nuove 992 Cup. È stata tripletta in gara 1, con Filip Teunkens e l'esperto Jaap Van Lagen vincitori, e "solo" doppietta in gara 2, con un errore di Teunkens che ha aperto la strada a Bas Schouten e Jan Lauryssen.

Sabato 19 giugno 2021, gara 1

1 - Al Zubair/Soucek (Porsche) - Lechner - 24 giri 1'10"49.353
2 - Dinan/Foley (Aston Martin) - TF Sport - 7"181
3 - Iribe/Millroy (McLaren) - Inception - 14"391
4 - Moulin/Nemoto (Lamborghini) - VSR - 14"921
5 - Beretta/Schandorff (Lamborghini) - VSR - 16"514
6 - Balfe/Carroll (Audi) - Balfe - 18"616
7 - Scholze/Liebhauser (Mercedes) - AKM - 23"320
8 - Moiseev/Spinelli (Mercedes) - AKM - 26"949
9 - Reno Moller/Paverud (Honda) - Reno - 33"910
10 - Krupinski/Klien (McLaren) - JP Motorsport - 43"240
11 - Tweraser/Seyffert (Lamborghini) - HP Racing - 54"558
12 - Giuseppe Cipriani (Lamborghini) - Barone Rampante - 58"758
13 - Teunkens/Van Lagen (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
14 - Lauryssen/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
15 - Vandierendonck/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
16 - Pisani/Bozzoni (Porsche) - Came - 1 giro
17 - Fernando Fortes (Porsche) - Three Sixty - 1 giro
18 - Dwernicki/Antoszewski (Porsche) - Alda - 1 giro
19 - Blazek/Lisowski (Porsche) - A&P - 1 giro
20 - Marcio Mauro (Porsche) - Three Sixty - 1 giro

Giro più veloce: Moiseev/Spinelli 2'19"479

Ritirati
8° giro - Moss/Osborne
1° giro - Janosz/Darmetko

Domenica 20 giugno 2021, gara 2

1 - Beretta/Schandorff (Lamborghini) - VSR - 26 giri 1'02'03"196
2 - Moulin/Nemoto (Lamborghini) - VSR - 14"067
3 - Al Zubair/Soucek (Porsche) - Lechner - 16"872
4 - Krupinski/Klien (McLaren) - JP Motorsport - 17"670
5 - Balfe/Carroll (Audi) - Balfe - 33"594
6 - Reno Moller/Paverud (Honda) - Reno - 37"146
7 - Iribe/Millroy (McLaren) - Inception - 52"037
9 - Moiseev/Spinelli (Mercedes) - AKM - 1'02"721
10 - Dinan/Foley (Aston Martin) - TF Sport - 1'20"159
11 - Giuseppe Cipriani (Lamborghini) - Barone Rampante - 1'54"588
12 - Lauryssen/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
13 - Vandierendonck/Schouten (Porsche) - Q1 by EMG - 1 giro
14 - Blazek/Lisowski (Porsche) - A&P - 1 giro
15 - Tweraser/Seyffert (Lamborghini) - HP Racing - 2 giri
16 - Dwernicki/Antoszewski (Porsche) - Alda - 2 giri
17 - Fernando Fortes (Porsche) - Three Sixty - 2 giri
18 - Teunkens/Van Lagen (Porsche) - Q1 by EMG - 2 giri
19 - Pisani/Bozzoni (Porsche) - Came - 2 giri
20 - Marcio Mauro (Porsche) - Three Sixty - 2 giri

Giro più veloce: Beretta/Schandorff 2'18"607

In corsivo gli iscritti alla GT Cup Open

Il campionato
1.Soucek/Al Zubair 43 punti; 2.Schandoorf/Beretta 42; 3.Nemoto/Moulin 36; 4.Iribe/Millroy 29; 5.Pepper/Peklin 21

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone