formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
15 Set [11:53]

Shwartzman in azione ad Austin:
sarà la sua prima FP1 con la Ferrari

Jacopo Rubino

Robert Shwartzman guiderà la Ferrari nel primo turno di prove libere del Gran Premio degli Stati Uniti, in programma il 21 ottobre. La scuderia di Maranello ha scelto Austin come occasione per far esordire il suo collaudatore in un weekend di Formula 1, anche se non ha ancora comunicato chi, fra Charles Leclerc e Carlos Sainz, cederà provvisoriamente la sua F1-75. Da regolamento, lo ricordiamo, quest'anno i team sono obbligati a concedere almeno due FP1 a piloti definiti "rookie", che non hanno cioè disputato più di due gare nella categoria regina.

La Ferrari ha stabilito già da tempo che sia Shwartzman a sfruttare i due slot. Il giovane russo, quest'anno iscritto con licenza agonistica israeliana, è vicecampione uscente di F2 (alle spalle di Oscar Piastri) e al momento ricopre il ruolo di tester, focalizzato sul simulatore. La scorsa settimana, insieme ad Antonio Giovinazzi che si preparava a girare con la Haas a Monza, Shwartzman si è allenato a Fiorano con la macchina 2021, la SF21, come aveva fatto anche a luglio sul tracciato del Mugello. Dopo quella negli USA, l'altra FP1 in agenda per Shwartzman dovrebbe essere quella di Abu Dhabi, tappa conclusiva del Mondiale dove si svolgeranno anche i test collettivi.

Il team principal Mattia Binotto, durante il weekend di Monza, ha speso per lui parole d'elogio che potrebbero aprire la porta a qualcosa di più sostanzioso per il 2023, specialmente se sarà confermata l'uscita di Mick Schumacher dalla Ferrari Driver Academy. "È un pilota fantastico, ogni volta che ha guidato una F1 è stato molto veloce", ha sottolineato. "Alcuni magari vanno forte in F3, in F2 e poi non abbastanza in Formula 1. Penso che Robert sia all'opposto, anche se è stato competitivo nelle serie minori, senza dubbio. È un peccato che al momento non ci sia per lui un sedile, ha lavorato tanto al simulatore e ha aiutato molto la squadra nello sviluppo".

"Ritengo che come pilota sia cresciuto e abbia rafforzato le proprie abilità, rispetto a un anno fa è molto pià maturo. Meriterebbe un volante, sappiamo che attualmente è complicato ma speriamo che sia possibile in futuro", ha aggiunto Binotto. Per Shwartzman, quindi, il turno di Austin può essere quindi un'opportunità doppiamente utile, anche guardando in prospettiva.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone