Rally

Rovanperä festeggia il 1° titolo WRC
al Rallylegend fra una parata di stelle

Michele Montesano La ventesima edizione del Rallylegend vedrà le più grandi stelle del traverso dare spettacolo sulle strade...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 2
Piove sempre, Mercedes davanti

Piove sempre a Suzuka. Il secondo turno libero ha rispecchiato il meteo della prima sessione, ma ci sono stati alcuni cambiam...

Leggi »
formula 1

Atteso per sabato l'annuncio
Alpine dell'ingaggio di Gasly

E alla fine sarà Pierre Gasly il sostituto di Fernando Alonso nel team Alpine 2023. Tutto come era stato previsto nelle scors...

Leggi »
formula 1

Suzuka - Libere 1
Alonso comanda con la pioggia

Torna la F1 in Giappone e il primo impatto sulla bellissima pista di Suzuka, seconda soltanto a quella belga di Spa, è compli...

Leggi »
Rally

Hyundai e Solberg si separano
Quale sarà il futuro del team coreano?

Michele Montesano Cambio di rotta in casa Hyundai Motorsport nel WRC. Il team coreano ha deciso di non rinnovare il contrat...

Leggi »
formula 1

Il caso budget cap - Hamilton:
"Red Bull aveva sempre aggiornamenti..."

In attesa di conoscere l'esito della FIA riguardo la documentazione 2021 relativa al budget cap consegnata entro lo scors...

Leggi »
28 Lug [20:06]

Budapest – Ferrari multata di 15.000€

Da Budapest – Antonio Caruccio

I commissari hanno proceduto con una sanzione nei confronti della Ferrari, come anticipato da Italiaracing. La compagine di Maranello è stata multata di 15.000€ perché Fernando Alonso ha utilizzato il sistema DRS quando non era a meno di un secondo dalla vettura che lo precedeva, cosa invece prevista dall’articolo 27.5 (b) del regolamento sportivo. Il team non aveva infatti modificato la modalità di utilizzo del DRS per la gara, lasciando quindi ad Alonso la possibilità di attivare liberamente il sistema come avviene in qualifica. Lo spagnolo ha compiuto questa operazione tre volte, prima che dal muretto se ne accorgessero e lo avvisassero. Dato l’esiguo vantaggio ottenuto, calcolato in meno di un secondo per tutta la durata della gara, ma data l’oggettiva non conformità al regolamento, la squadra è stata punita con un’ammenda pecuniaria. Una svista costata molto cara…

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone