Regional by Alpine

Spa - Gara 1
Belov e G4 Racing nel diluvio

1 - Michael Belov - G4 Racing - 10 giri in 31’22”7362 - Hadrien David - R-Ace - 9”0693 - Zane Maloney - R-Ace - 11”8634 - Din...

Leggi »
Formula E

Londra - Gara 1
Dennis vince e avvicina Bird

Michele Montesano Ottima visione di gara, coadiuvato da una perfetta strategia, così Jake Dennis ha trionfato per la seconda...

Leggi »
Regional by Alpine

Spa - Qualifica 2
La prima di Belov e G4 Racing

1 - Michael Belov - G4 Racing - 2’15"7602 - Hadrien David - R-Ace - 2’16"2623 - Isack Hadjar - R-Ace - 2’16"40...

Leggi »
F4 Italia

Imola - Gara 1
Bearman, sesta vittoria consecutiva

Due vittorie a Misano, tre a Vallelunga, una nella prima gara di Imola. Sono così diventati sei i successi consecutivi nella ...

Leggi »
Formula E

Londra - Qualifica 1
Lynn profeta in patria

Michele Montesano A cinque anni dall’ultimo ePrix, la Formula E è tornata a Londra. Questa volta ad ospitare il campionato f...

Leggi »
Regional by Alpine

Spa - Qualifica 1
La pioggia non ferma Saucy

1 - Gregoire Saucy - ART - 2’35"3632 - Gabriele Minì - ART - 2’35"4763 - David Vidales - Prema - 2’35"9824 - H...

Leggi »
PrevPage 1 of 5Next
17 Lug [15:14]

Silverstone, gara
Powell... power, si prende tutto

Giulia Rango

La terza gara stagionale della W Series a Silverstone non è sfuggita ad Alice Powell, che sta disputando un inizio di stagione fantastico: due pole positions (Stiria e Gran Bretagna) trasformate in due vittorie. Iniziando con una prima posizione nelle libere, ha poi trasformato la pole di ieri in vittoria oggi. La Powell ha dominato tutto il weekend e adesso è salita al potere, prendendosi la leadership del campionato. La classifica tuttavia non è ancora indirizzata: la Powell è a quota 49 punti, ma ha una sola lunghezza in più della Chadwick, che arrivando terza ha guadagnato 15 punti.

Tra le due britanniche sul podio si è interposta Fabienne Wohlwend: partita seconda, ha tagliato il traguardo sempre mantenendo il secondo posto, sognando per buona parte della gara la prima vittoria in W Series. La battaglia tra la Powell e la Wohlwend per salire sul gradino più alto del podio è stata combattuta fin dalla partenza: in seguito ad un ruota a ruota tra le due, la Wohlwend è riuscita con un ottimo spunto a prendersi la leadership della gara.

A cinque minuti dalla fine però, Miki Koyama è stata costretta a parcheggiare la macchina a bordo pista e ritirarsi, così è entrata in pista la safety-car, per permettere ai commissari di spostare la vettura della giapponese. Alla ripartenza, la Wohlwend è inizialmente riuscita a mantenere la prima posizione, ma ha commesso un errore poco dopo ed è andata un po’ troppo larga sul cordolo: questo ha permesso alla Powell di superarla all’interno involandosi verso la vittoria.

Quarta posizione per Emma Kimilainen, seguita da Nerea Marti e Beitske Visser. Partita quarta, l’olandese, reduce da una brutta partenza, ha perso posizioni riuscendo a aggiustare parzialmente la gara grazie ad un prolungato e avvincente sorpasso su Sarah Moore, che ha terminato in settima posizione.

Ha mantenuto l’ottava piazza al debutto in W Series Abbi Pulling, subito andata a punti. Dietro di lei troviamo Abbie Eaton e Jessica Hawkins. A una sola posizione dalla top ten l’italiana Vicky Piria, qualificatasi 13esima, ma partita 12esima. Marta Garcia infatti, arrivata oggi tredicesima, nella scorsa gara aveva rimediato una penalità di tre posizioni che ha scontato a Silverstone in griglia di partenza. La seconda e ultima ritirata della gara è stata Belen Garcia, che si è ritrovata la macchina danneggiata a causa di un tamponamento di Jessica Hawkins.

Sabato 17 luglio 2021, gara

1 – Alice Powell – 32’39”244
2 - Fabienne Wohlwend – 1”919
3 – Jamie Chadwick – 4”030
4 - Emma Kimilainen – 5”784
5 – Nerea Marti – 8”483
6 – Beitske Visser – 9”090
7 – Sarah Moore – 10”491
8 – Abbi Pulling – 11”088
9 – Abbie Eaton – 12”145
10 – Jessica Hawkins – 13”991
11 – Vicky Piria – 14”495
12 – Bruna Tomaselli – 15”022
13 – Marta Garcia – 15”887
14 – Sabré Cook – 16”489
15 – Irina Sidorkova 17”102
16 – Ayla Agren – 30”223

Ritirati
Belen Garcia
Miki Koyama

Il campionato
1.Powell 49; 2.Chadwick 48; 3.Moore 36; 4.Wohlwend 34 5.Kimilainen 27; 6.Sidorkova, Marti 22; 8.B.Garcia 14; 9.Tomaselli, Koyama, Eaton 10; 12.Visser 8; 13.Pulling 4; 14.Rdest 2; 15.Agren, Hawkins 1.

16 Lug [17:39]

Silverstone, qualifica
Powell, seconda pole su tre

Giulia Rango
 
Come la Formula 1, anche la W Series corre a Silverstone in Gran Bretagna questo weekend, in occasione della terza gara stagionale. Dopo la prima posizione nelle libere di questa mattina, Alice Powell si è presa la sua seconda pole position in W Series e lo ha fatto a casa sua. Con un tempo di 1’57”235, diventa la favorita per la gara di domani.

Per buona parte della qualifica, la Powell è rimasta in testa migliorandosi tentativo dopo tentativo, ma per poco non si è fatta beffare a due minuti dalla fine da Fabienne Wohlwend, forse l’unica che in qualifica è riuscita a tenerle testa e che domani partirà in seconda posizione. Dopo essersi aggiudicata il titolo di vice campione Challenge Ferrari 2020 ed essere arrivata sesta nella stagione 2019, la Wohlwend ha la possibilità di prendersi la sua prima vittoria in W Series, ma dovrà fare i conti con una scatenata Alice Powell.

Terzo e quarto tempo per le contendenti al titolo del 2019, Jamie Chadwick e Beitske Visser. Mentre la campionessa in carica è prima in classifica con 33 punti, l’olandese (favorita nella lotta per la conquista del titolo) è ancora ferma a zero: nelle due gare precedenti, ha fatto bene in qualifica, ma per diversi motivi ha poi perso posizioni in gara. A seguire troviamo Emma Kimilainen, andata a podio la scorsa gara, Nerea Marti e Sarah Moore, attualmente seconda in classifica con soli tre punti di distacco dalla Chawick.

Insieme alla Wohlwend, la sorpresa di oggi è Abbi Pulling, che al debutto assoluto in W Series (è attualmente sesta nella F4 inglese) ha registrato l’ottavo tempo. Dopo di lei troviamo Marta Garcia e Jessica Hawkins, che partiranno rispettivamente dalla nona e decima posizione. Tredicesima Vicky Piria. L’italiana è ancora a zero punti, ma domani farà di tutto per entrare nella top 10.

Venerdì 16 luglio 2021, qualifica

1 - Alice Powell - 1’57”235
2 - Fabienne Wohlwend - 1’57”597
3 - Jamie Chadwick - 1’57”760
4 - Beitske Visser - 1’57”939
5 - Emma Kimilainen - 1’58”007
6 - Nerea Marti - 1’58”026
7 - Sarah Moore - 1’58”089
8 - Abbi Pulling - 1’58”202
9 - Marta Garcia - 1’58’270
10 - Jessica Hawkins - 1’58”294
11 - Belen Garcia - 1’58”416
12 - Abbie Eaton - 1’58”460
13 - Vicky Piria - 1’58”548
14 - Ayla Agren - 1’58”626
15 - Bruna Tomaselli - 1’58”639
16 - Irina Sidorkova - 1’58”808
17 - Miki Koyama - 1’58”857
18 - Sabré Cook - 1’59”420

3 Lug [17:46]

Spielberg, gara
Chadwick, dalla pole alla vittoria

Giulia Rango
 
La seconda gara della stagione al Red Bull Ring, se l'aggiudica Jamie Chadwick, che sigla la sua terza vittoria in W Series e risponde ad Alice Powell, che una settimana fa conquistava la sua prima vittoria nella categoria. Dopo un primo weekend non abbastanza soddisfacente, in cui ha terminato in sesta posizione a seguito di un’incredibile rimonta, la Chadwick, che oggi era considerata la grande favorita vista la pole position di ieri, è riuscita a vincere con una guida pulita e in solitaria.

Alla partenza infatti, si è subito staccata dal resto del gruppo, creando un gap non più colmabile per le altre. Con l’inglese sul podio, sono salite Irina Sidorkova ed Emma Kimilainen, che fino alla fine ha provato a soffiare la seconda posizione alla russa. Partita ottava, Sarah Moore ha concluso al quarto posto grazie a un impegnativo sorpasso su Bruna Tomaselli, arrivata poi quinta. Nonostante questo, la Tomaselli ha saputo reggere la pressione per quasi tutta la gara, mantenendo la quarta posizione fino a meno di due minuti dalla fine.

Seguono Abbie Eaton, Nerea Marti e Alice Powell, da cui ci si aspettava di più contando la pole e la vittoria di una settimana fa sullo stesso circuito. Chiudono le prime dieci Belen Garcia e Fabienne Wolhend. Altra delusione per Beitske Visser, la cui vettura lo scorso sabato era stata tamponata da quella di Kimilainen. L’olandese aveva terminato in dodicesima posizione e non le è andata tanto meglio questa volta: undicesima posizione per lei a causa di un problema avuto proprio alla partenza, che la vedeva al via dalla seconda piazzola. Mentre la rivale scappava via dividendosi dal resto del gruppo, la Visser è rimasta inchiodata sull’asfalto per una manciata di secondi, e solo dopo essere stata superata da diverse vetture è riuscita a partire.

Vicky Piria ha mantenuto la posizione iniziale: partita quindicesima a causa di una penalità rimediata durante la scorsa gara, ha tagliato il traguardo da quindicesima, concludendo una gara abbastanza monotona. La classifica dopo due gare vede un podio di tre britanniche: la Chadwick con 33 punti, poi la Moore a 30 e infine la Powell a quota 29. Ancora a bocca asciutta la Visser che nel 2019 aveva totalizzato ben 100 punti e che nella prossima gara si ritroverà in Gran Bretagna a Silverstone, a casa delle prime tre in campionato.

Sabato 3 giugno 2021, gara

1 – Jamie Chadwick - 31’33”119
2 – Irina Sidorkova - 6”606
3 – Emma Kimilainen - 6”929
4 – Sarah Moore - 22”939
5 – Bruna Tomaselli - 25”183
6 – Abbie Eaton - 26”075
7 – Nerea Marti - 26”485
8 – Alice Powell - 26”735
9 – Belen Garcia - 27”244
10 – Fabienne Wohlwend - 27”535
11 – Beitske Visser - 27”764
12 – Marta Garcia - 29”526
13 – Sabré Cook - 30”793
14 – Ayla Agren - 30”895
15 – Vicky Piria - 40”964
16 – Jessica Hawkins - 42”921
17 – Gosia Rdest - 43”716
18 – Miki Koyama - 1 giro

Il campionato
1.Chadwick 33; 2.Moore 30; 3.Powell 29; 4.Sidorkova 22; 5.Wohlwend 16; 6.Kimilainen 15; 7.B.Garcia 14; 8.Marti 12; 9.Tomaselli, Koyama 10; 11.Eaton 8; 12.Rdest 2; 13.Agren 1.

2 Lug [17:16]

Spielberg, qualifica
Chadwick conquista la pole

Giulia Rango

La W Series, a una settimana dall'avvio del campionato 2021, nuovamente sul Red Bull Ring di Spielberg si è presentata per il secondo appuntamento stagionale. Dopo aver dominato nelle prove libere di questa mattina, concludendo la sessione da leader, la campionessa in carica Jamie Chadwick, che aveva guadagnato già tre pole position nel 2019 (a Hockenheim, Zolder, Brands Hatch) non ha deluso le aspettative e si è presa la sua prima pole della nuova stagione.

Un dominio non proprio totale però, vista la lotta che si è sviluppata nella qualifica per partire dalla prima piazzola. L’inglese è quasi sempre rimasta tra le prime tre, ma ha alternato la prima posizione con diversi piloti, e alla fine ha avuto la meglio su tutte con un tempo di 1’28”473. Subito dopo, si è qualificata Beitske Visser, con cui si è riacceso il confronto avuto nel 2019: come in Formula 1 abbiamo Hamilton contro Verstappen, anche domani si daranno battaglia un’inglese e un’olandese.

Emma Kimilainen qualificatasi terza, ha una penalità di tre posizioni a causa di un episodio avvenuto domenica scorsa in gara: la finlandese aveva urtato la vettura della Visser, e ha poi avuto problemi all’ala anteriore durante tutto il resto della gara. Partirà quindi dalla sesta posizione. Seguono Bruna Tomaselli, Nerea Marti (in netta crescita rispetto a una settimana fa quando era risultata 16esima), Irina Sidorkova e Marta Garcia, che hanno tutte e quattro disputato una buona qualifica, mettendo alla prova la Chadwick. Chiudono le prime dieci classificate Sarah Moore, Ayla Agren e Belen Garcia, che si era qualificata come terza nel primo appuntamento, ma questa volta non è riuscita a ripetersi.

L’unica italiana Vicky Piria, dopo aver occupato la provvisoria terza posizione per un paio di minuti, si è qualificata dodicesima, ma a causa di una penalità di tre posizioni rimediata domenica in gara (contatto con la Eaton), partirà dalla quindicesima posizione. La grande delusione di oggi è Alice Powell, vincitrice della prima gara del 2021, ma che ha registrato un tempo di 1’29”633 concludendo solo in tredicesima posizione. Esattamente una settimana fa sullo stesso circuito aveva ottenuto la sua prima pole position e anche la prima vittoria. La griglia di partenza adesso si è ribaltata, e la Powell domani sarà costretta a inseguire.

Venerdì 2 luglio 2021, qualifica

1 - Jamie Chadwick – 1’28”473
2 - Beitske Visser – 1’28”591
3 - Emma Kimilainen - 1’28”822 °°
4 - Bruna Tomaselli - 1’28”865
5 - Nerea Marti – 1’29”013
6 - Irina Sidorkova – 1’29”052
7 - Marta Garcia – 1’29”109
8 - Sarah Moore - 1’29”173
9 - Ayla Agren - 1’29”276
10 - Belen Garcia – 1’29”348
11 - Abbie Eaton - 1’29”561
12 - Vicky Piria – 1’29”615 **
13 - Alice Powell – 1’29”633
14 - Fabienne Wolhend - 1’29”643
15 - Jessica Hawkins – 1’20”696
16 - Gosia Rdest - 1’29”760
17 - Miki Koyama - 1’29”773
18 - Sabré Cook - no time

** Penalizzate di 3 posizioni

26 Giu [17:28]

Spielberg, gara
Powell-Moore, doppietta britannica

Giulia Rango

Finalmente è ripartita anche la W Series, e lo ha fatto in Stiria, al Red Bull Ring. Nella giornata di venerdì, Alice Powell si è assicurata il primo posto nella sessione di libere e poi la pole position che oggi ha trasformato in una vittoria, la sua prima in W Series. Un dominio totale. Con una guida sicura e pulita, la Powell ha condotto il gruppo durante tutta la gara, nonostante le varie bandiere gialle e la ripartenza dopo la safety-car per il ritiro di Marta Garcia.

Sul podio, insieme a lei, Sarah Moore e Fabienne Wolhwend, partite rispettivamente in seconda e nona posizione. Dopo di loro e per poco non sul podio, Belen Garcia, che si è fatta valere, lottando con la Moore per buona parte della gara finché non ha commesso un errore. La spagnola non si è data per vinta ed ha raggiunto comunque un buon piazzamento portando a casa punti importanti alla prima in W Series. Brava la Wolhwend che ha compiuto una notevole rimonta, stando alla larga dai guai e approfittando delle situazioni createsi.

A seguire, Jessica Hawkins, protagonista di un incidente con Jamie Chadwick. A neanche due minuti dall’inizio della gara, in curva uno, la Hawkins ha tamponato la campionessa in carica, che è scesa velocemente la classifica ritrovandosi dall’ottava posizione alla sedicesima, ma fortunatamente con la macchina intatta. La ragazza inglese ha tenuto duro e dopo una buona rimonta, ha tagliato il traguardo da settima alle spalle di Miki Koyama.

Seguono Nerea Marti, Irina Sidorkova e Gosia Rdest. Doccia fredda per Beitske Visser: partita in quarta posizione e con la rivale della stagione 2019 Chadwick finita in fondo alla classifica per la tamponata di cui sopra, a soli tre minuti dalla fine, la sua vettura è stata urtata senza tanti complimenti da quella di Emma Kimilainen. La Visser è finita in fondo alla classifica, mentre la Kimilainen ha creato scompiglio tentando di resistere nonostante l'ala anteriore danneggiata. Infine, dopo aver perso diverse posizioni, l’ala si è pericolosamente staccata dalla sua vettura volando via, per fortuna non andando a colpire nessuna delle vetture che la seguivano. Grave mancanza della direzione gara che avrebbe dovuto richiamare ai box la Kimilainen.

L’italiana Vicky Piria, partita quindicesima, aveva guadagnato qualche posizione e avrebbe avuto la possibilità di portare a casa qualche punto se solo non ci fosse stato il contatto con la Eaton a pochi minuti dalla fine della gara. Ritiro per noie tecniche per la spagnola Marta Garcia. In seguito al suo stop, è entrata la safety-car, per permettere ai commissari di rimuovere la macchina. Il prossimo weekend il confronto si ripeterà. Si correrà nuovamente al Red Bull Ring, e chissà se la Powell confermerà le ottime prestazioni di questi due giorni. Come abbiamo visto, tutto può succedere, la stagione è ancora lunga e apertissima.

Sabato 26 giugno 2021, gara

1 - Alice Powell - 32’07”801
2 - Sarah Moore - 0”743
3 - Fabienne Wohlwend - 6”609
4 - Belen Garcia - 7”224
5 - Jessica Hawkins - 10”387
6 - Miki Koyama - 10”707
7 - Jamie Chadwick - 11”265
8 - Nerea Marti - 11”666
9 - Irina Sidorkova - 12”159
10 - Gosia Rdest - 13”727
11 - Ayla Agren - 15”352 
12 - Bruna Tomaselli - 16”685
13 - Beitske Visser - 18”429
14 - Emma Kimilainen - 18”817
15 - Sabré Cook – 19”198
16 - Abbie Eaton – 27”915

Ritirati
Vicky Piria 
Marta Garcia 

25 Giu [17:09]

Spielberg, qualifica
Prima pole per Powell

Giulia Rango

La W Series è ufficialmente tornata in pista dopo un 2020 di stop causa pandemia, e lo ha fatto in grande stile unendosi alla F1 in occasione del Gran Premo della Stiria sul circuito di Spielberg. Non sarà una toccata e fuga, in quanto tutte le prove del campionato 2021 che vedono schierate le monoposto Tatuus-Autotecnica, si disputeranno come contorno del Mondiale per un totale di otto appuntamenti.

Dopo aver terminato in prima posizione il turno di prove libere, Alice Powell, con un tempo di 1’28”964 (l’unica a scendere sotto l’1’29"), si è confermata come la favorita per la vittoria di domani aggiudicandosi la prima pole position del 2021 e la prima in W Series. “Devo fare il tempo quando conta”, aveva detto questa mattina a seguito delle prove libere. La Powell ha saputo sfruttare l’occasione, non dando battaglia alle altre per tutta la qualifica, ma chiudendo con un tempo migliore di tutte a pochi minuti dalla fine della sessione.

Inglese di 28 anni, Powell ha un passato nella F.Renault 2.0 e in GP3, serie affrontata nel 2012, mentre nel 2014 ha vinto la F.Renault 2.0 Asia e nella W Series 2019 si è piazzata terza. La Powell è seguita dalla connazionale Sarah Moore, 27 anni e ottava nella W Series 2019, staccata di un paio di decmi, poi terza è Belen Garcia, alla prima stagione in W Series, ma che si è allenata bene nella Formula Regional European by Alpine disputando le prime prove con il G4 Racing.

In quarta posizione si è piazzata l'esperta Beitske Visser, che forse sperava di ottenere qualcosa di più, considerando la seconda posizione di questa mattina. Seguono Emma Kimilainen, Jessica Hawkins e Marta Garcia. Prestazione un po’ anonima per la campionessa del 2019 Jamie Chadwick (lo scorso anno ha gareggiato con deludenti risultati nella Formula Regional), che in gara partirà dall’ottava posizione. Nonostante il quarto posto di questa mattina e dopo aver ottenuto dei tempi incoraggianti in qualifica che la vedevano sempre tra le prime quattro, Chadwick ha mollato la presa nel momento decisivo risultando un po’ in difficoltà. In nona posizione troviamo Fabienne Wohlwend e chiude le prime dieci Ayla Agren, tra le prime a metà sessione. L’unica italiana presente nel campionato, Vicky Piria, è risultata soltanto 15esima.

Venerdì 25 giugno 2021, qualifica

1 - Alice Powell - 1’28”964
2 - Sarah Moore - 1’29”141
3 - Belen Garcia - 1’29”171
4 - Beitske Visser - 1’29”212
5 - Emma Kimilainen - 1’29”305
6 - Jessica Hawkins - 1’29”309
7 - Marta Garcia - 1’29”329
8 - Jamie Chadwick - 1’29”333
9 - Fabienne Wolhend - 1’29”428
10 - Ayla Agren - 1’29”459
11 - Bruna Tomaselli - 1’29”517
12 - Abbie Eaton - 1’29”602
13 - Miki Koyama - 1’29”616
14 - Irina Sidorkova - 1’29”674
15 - Vicky Piria - 1’29”679
16 - Nerea Marti - 1’29”711
17 - Sabré Cook - 1’30”032
18 - Gosia Rdest - 1’30”337

24 Giu [10:52]

W Series con i team dal 2022,
quest'anno classifica "virtuale"

Jacopo Rubino

La W Series si prepara alla sua seconda edizione, che scatta in questo weekend a Spielberg al fianco della Formula 1, ma già ha annunciato una novità importante per il 2022: il passaggio a una competizione fra scuderie, invece dell'attuale gestione centralizzata per tutte le monoposto Tatuus-Autotecnica. Dal prossimo anno, nel campionato femminile saranno ammessi 9 team con due concorrenti ciascuno.

Alla nascita nel 2019, la W Series aveva affidato le proprie vetture ad Hitech, che non ha però proseguito l'impegno dopo lo stop del 2020 dovuto alla pandemia. Per quest'anno il campionato si è così appoggiato a una organizzazione differente.

La scelta di cambiare concetto, aprendo alla lotta fra squadre come nelle altre serie propedeutiche, viene motivata dal crescente interesse verso il progetto e per le maggiori possibilità di marketing che possono derivarne. "Questo consentirà sponsorizzazioni esterne attraverso nomi, livree, abbigliamento e così via", ha spiegato l'amministratrice delegata Catherine Bond Muir.

Nel frattempo, già per questa stagione viene introdotta una classifica team "virtuale", con entità fittizie che prendono il nome anche da alcuni marchi partner, quali Puma e Forbes. L'operazione servirà a collaudare il sistema di punteggio per il 2022. La campionessa in carica Jamie Chadwick sarà per esempio iscritta sotto le insegne di Veloce Racing, la stessa compagine con cui disputa la Extreme E per SUV elettrici.

La lista delle iscritte alla W Series 2021

Bunker Racing
Fabienne Wohlwend, Sabre Cook

Forbes Motorsport
Beitske Visser, Ayla Agren

Puma W Series Team
Marta Garcia, Gosia Rdest

Racing X
Alice Powell, Jessica Hawkins

Sirin Racing
Miki Koyama, Vicky Piria

Veloce Racing
Jamie Chadwick, Bruna Tomaselli

Ecurie W
Emma Kimilainen, Abbie Eaton

Scuderia W
Sarah Moore, Belen Garcia

W Series Academy
Irina Sidorkova, Nerea Marti

11 Giu [13:14]

Cinque riserve per la W Series,
cambio Rdest-Pepper a Spielberg

Jacopo Rubino

La W Series ha designato cinque riserve ufficiali per la griglia 2021, pronte a subentrare in caso di necessità: fra queste c'è anche Tasmin Pepper. La sudafricana era fra le titolari ammesse al via in automatico, visto il decimo posto in classifica del 2019, ma salterà i primi due round di quest'anno in Austria per le restrizioni sui viaggi dettate dal governo del Sudafrica in tempi di COVID-19. A sostituirla nelle gare del 26 giugno e del 3 luglio sarà quindi Gosia Rdest.

La polacca nel 2019 aveva terminato 14esima assoluta, fuori dalla top 12 che garantiva l'iscrizione di diritto all'edizione successiva, ma è stata ora ripescata nel gruppo delle riserve. Come lei, Caitlin Wood e Naomi Schiff, che in parallelo è già diventata presentatrice e commentatrice TV del campionato femminile riservato alle vetture Tatuus-Autotecnica.

La quinta riserva è invece una novità assoluta, la 18enne Abbi Pulling: attualmente impegnata nella British F4, ha già disputato su invito dell'organizzazione i
test collettivi sul circuito di Anglesey dal 17 al 21 maggio, sfruttando l'assenza forzata della stessa Pepper.

"Avere una forte rosa di concorrenti da poter chiamare ad ogni gara è molto importante, dovendo gestire le incertezze legate alla pandemia. Con questo gruppo di pilote disponibili, contiamo di poter affrontare qualsiasi problematica", ha spiegato Dave Ryan, direttore sportivo della W Series.

Le pilote titolari della W Series 2021

Jamie Chadwick
Beitske Visser
Alice Powell
Marta Garcia
Emma Kimilainen
Fabienne Wohlwend
Miki Koyama
Sarah Moore
Vicky Piria
Jessica Hawkins
Sabré Cook
Ayla Agren
Abbie Eaton
Belén García
Nerea Martí
Irina Sidorkova
Bruna Tomaselli

Le riserve
Tasmin Pepper
Abbi Pulling
Gosia Rdest
Naomi Schiff
Caitlin Wood

22 Mag [11:55]

W Series di nuovo in pista,
completati i test ad Anglesey

Jacopo Rubino

Si è conclusa la settimana di test precampionato della W Series sul pittoresco tracciato di Anglesey, in Galles, scelto in sostituzione di Valencia per i problemi logistici dettati dalla pandemia. Nelle cinque giornate svolte dal 17 al 21 maggio le 20 ragazze presenti hanno completato un totale di 4723 giri (pari a quasi 16 mila chilometri) al volante delle monoposto italiane Tatuus-Autotecnica, senza particolari intoppi.

Il meteo inizialmente è stato davvero favorevole, tanto che Dave Ryan, direttore sportivo della categoria tutta al femminile, ha spiegato: "Nei primi due giorni abbiamo coperto più chilometri di quanti avessimo pensato". Ad Anglesey è poi arrivata la pioggia, occasione comunque utile per guidare in condizioni diverse e con i pneumatici Hankook da pioggia. Apprezzata anche la pista, che Miki Koyama ad esempio ha definito "corta, ma impegnativa per le molte ondulazioni".

Al volante 17 delle 18 pilote selezionate per il campionato 2021, ad eccezione della sudafricana Tasmin Pepper che non ha potuto raggiungere il Regno Unito. Al gruppo si sono aggiunte su invito Gosia Rdest e Caitlin Wood, già al via dell'edizione inaugurale 2019 ma senza terminare fra le migliori 12, e la 18enne Abbi Pulling protagonista in British F4, seguita da Alice Powell in qualità di coach. "Ci sono state alcune sorprese a livello di prestazioni", ha rivelato il ds Ryan, anche se i riferimenti cronometrici sono rimasti top secret.

Sul fronte estetico, intanto, hanno debuttato le nuove livree: quest'anno ogni macchina avrà una colorazione dedicata, a differenza del 2019 in cui le 4 vesti cromatiche standard rendevano a volte molto difficile identificare le varie concorrenti in azione.

Il via della stagione 2021 è in programma fra poco più di un mese, sabato 26 giugno a Spielberg di supporto al Gran Premio d'Austria di Formula 1.

17 Mag [12:05]

Cambia il calendario W Series 2021,
si comincia con due gare in Austria

Jacopo Rubino

Si aggiorna il calendario 2021 della W Series. La prima gara della stagione non si disputerà a Le Castellet come programmato in origine, ma a Spielberg, pur nella stessa data: quella di sabato 26 giugno. Il campionato femminile si adegua alle
modifiche applicate al calendario di Formula 1, di cui sarà quest'anno a supporto, dopo la cancellazione del Gran Premio di Turchia.

La categoria regina ha infatti anticipato di sette giorni la trasferta in Francia, e ha inserito un altro appuntamento in Austria titolato come "Gran Premio di Stiria", allo stesso modo del 2020. La W Series, quindi, correrà al fianco della F1 in entrambe le tappe al Red Bull Ring. L'annuncio arriva a 40 giorni esatti dallo svolgimento della gara di apertura, come ricordato dall'amministratrice delegata Catherine Bond Muir.

Nel frattempo, questa settimana si svolgeranno cinque giornate di test ufficiali sul tracciato di Anglesey, in Galles, scelto in sostituzione del "Ricardo Tormo" di Valencia dove si sarebbe dovuto girare dal 26 al 30 aprile. Gli ostacoli creati dalla pandemia COVID-19 avevano costretto anche in questo caso a rivedere i piani. Non potrà esserci la sudafricana Tasmin Pepper, sempre per le limitazioni sui viaggi internazionali, ma la W Series ha invitato altre tre ragazze a guidare le sue Tatuus-Autotecnica: la 18enne Abbi Pulling, impegnata nella British F4, Gosia Rdest e Caitlin Wood, già al via dell'edizione 2019.

Il calendario 2021 della W Series

26 giugno - Spielberg (Austria)
3 luglio - Spielberg (Austria)
17 luglio - Silverstone (Gran Bretagna)
31 luglio - Budapest (Ungheria)
28 agosto - Spa (Belgio)
4 settembre - Zandvoort (Olanda)
23 ottobre - Austin (USA)
30 ottobre - Città del Messico (Messico)

PrevPage 1 of 5Next

News

W SERIES
v

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone