dtm A sorpresa la BMW <br />ingaggia Van der Linde
17 Gen [15:30]

A sorpresa la BMW
ingaggia Van der Linde

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

La BMW ha completato il proprio schieramento piloti e team per la stagione DTM 2019. La grande sorpresa è l'ingresso nel costruttore di Monaco di Baviera del giovanissimo Sheldon Van der Linde, 19 anni, di Johannesburg. Proveniente da una famiglia nella quale tutti hanno gareggiato in auto, ha iniziato a correre in Europa nel 2016 nell'Audi TT Cup giungendo quarto mentre nel 2017 si è piazzato terzo nel TCR tedesco con l'Audi del team Prosport Performance, facendo esperienza anche nel GT tedesco partecipando alla prova del Sachsenring con l'Audi del team Aust e nell'IMSA correndo la Petit Le Mans sempre con una R8.

Il 2018 lo ha visto divenire protagonista assoluto del GT tedesco piazzandosi secondo con il fratello (più grande) Kelvin, dividendosi l'Audi del team Land. Ma non solo, Sheldon ha anche gareggiato nel Blancpain Endurance e Sprint, ha disputato la 24 Ore del Nurburgring, la 24 Ore di Daytona, la 12 Ore di Sebring (sempre col team Land) aumentando le proprie esperienze. Chiamato a fine 2018 dalla BMW per sostenere il classico test per giovani, Van der Linde ha convinto tutti tanto che è stato inserito nel team ufficiale per il DTM, divenendo il primo sudafricano della storia della categoria.

Van der Linde correrà per il team RBM affiancando un altro giovane, Joel Eriksson, che nel 2018 si è distinto come rookie. BMW ha poi definitio gli altri team: con RMG rimane Marco Wittmann ed arriva da RBM Bruno Spengler. Con RMR, costola di RMG, sono confermati Phillip Eng e Timo Glock.

BMW Team RMG
Timo Glock (team championship: BMW Team RMR)
Bruno Spengler
Marco Wittmann

BMW Team RBM
Philipp Eng (team championship: BMW Team RMR)
Joel Eriksson
Sheldon van der Linde

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone