formula 1

Dubbi per i GP di Suzuka, Zandvoort
e San Paolo, si fa avanti il Qatar

In Giappone sono cominciate le Olimpiadi a Tokyo, senza spettatori e senza il totale supporto dell'opinione pubblica. A o...

Leggi »
Regional by Alpine

Cancellata la tappa del Nurburgring
Atteso il recupero in settembre/ottobre

In una riunione con i team principal della Formula Regional European by Alpine, svoltasi stamane al circuito belga di Spa, do...

Leggi »
formula 1

Come saranno realmente le future F1?
Ecco dove potranno intervenire i team

Michele Montesano Alla vigilia del Gran Premio di Silverstone, la Formula 1 ha mostrato quelle che saranno le linee delle m...

Leggi »
formula 1

Hamilton aperto al confronto con Max
Per Alonso e Leclerc incidente di gara

Sono trascorsi appena tre giorni dal Gran Premio di Silverstone e dal contatto tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, ma ancora...

Leggi »
formula 1

McLaren tiene il terzo posto
e finalmente Ricciardo ha convinto

La buona notizia per la McLaren è che nonostante la grande prestazione di Charles Leclerc e della Ferrari, piazzatisi al seco...

Leggi »
F4 Spanish

Anche la serie spagnola sceglie la
Tatuus F4 di seconda generazione

La Federazione Spagnola dell'Automobile (RFEDA) e Tatuus hanno raggiunto un accordo pluriennale, che sancisce, a partire ...

Leggi »
19 Mag [16:35]

Anteprima - A Monaco
cambia il format di qualifica e gara

Da Monaco - Mattia Tremolada

Gli organizzatori della Formula Regional by Alpine, ovvero la stessa Alpine e ACI Sport, hanno dovuto adattare il format di qualifica e gara alle esigenze del circuito cittadino di Monaco, unico nel suo genere. Essendo infatti il tracciato lungo solamente 3,337 km, in prova tra una vettura e l’altra, sono ben 33 le monoposto presenti al terzo appuntamento della serie, ci sarebbero stati appena due secondi. Impossibile immaginare una sessione di qualifica con questo traffico, e così, come accade già da anni per la Formula 2 o per la stessa Formula Renault Eurocup, antenata della Regional, si è deciso di dividere le auto in due gruppi per la qualifica.

Mentre l’unica sessione di prove libere della durata di 50 minuti vedrà in pista tutti i concorrenti, questi saranno poi divisi in due pool ricalcando quello che era il format già in uso nell’Eurocup nelle passate stagioni. Il Gruppo A vedrà scendere in pista alle 7:55 di venerdì mattina i piloti che occupano una posizione pari in classifica, quindi Paul Aron (secondo), Gabriele Minì (quarto), David Vidales (sesto), ecc… mentre il Gruppo B, avvantaggiato forse da una pista più gommata, vedrà la bandiera verde alle 8:33, con i piloti che occupano una posizione dispari, quindi il leader Gregoire Saucy, Alex Quinn (terzo), William Alatalo (quinto), ecc…

Il pilota che firmerà il miglior tempo assoluto scatterà dalla pole domenica, con gli altri presenti nel suo gruppo che si allineeranno nelle posizioni dispari dello schieramento, mentre la pole di sabato andrà al pilota più veloce nell’altra batteria. In questo modo c’è la certezza che a scattare dalla pole nelle due corse in programma non sarà lo stesso pilota.

Inoltre, soltanto 28 piloti saranno ammessi sulla griglia di partenza. Per assicurare ad ogni iscritto la partecipazione ad almeno una corsa, i peggiori 10 piloti della qualifica saranno divisi in due gruppi. Il gruppo degli ultimi 5 qualificati prenderà parte alla gara di sabato, mentre i piloti che si sono qualificati tra la 24° e la 28° posizione saranno al via domenica. Ovviamente, i migliori 23 piloti prenderanno parte ad entrambe le manche in programma sabato alle ore 10:15 e domenica alle ore 11:50, poco prima del via del Gran Premio di Formula 1.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone