formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
indycar

Detroit - Gara 2
Vittoria-spettacolo di O'Ward

Successo e leadership del campionato di un punto per Pato O’Ward nel secondo appuntamento del fine settimana IndyCar a Detroi...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Gara
Doppietta per Toyota, Jota e Ferrari

Michele Montesano Non poteva esserci miglior modo per festeggiare la 100ª gara fra i prototipi nel Mondiale Endurance per la...

Leggi »
indycar

Detroit 1 - Gara
Prima vittoria di Ericsson

Marcus Ericsson ha conquistato a Detroit la sua prima vittoria in IndyCar per il team Ganassi. Il pilota svedese, che si è tr...

Leggi »
indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
9 Mag [11:35]

Montmelò - Gara 2
Saucy va in fuga

Da Montmelò - Mattia Tremolada - Actualfoto

Tre vittorie e tre pole position in quattro gare, è un vero e proprio dominio quello di Gregoire Saucy nella Formula Regional by Alpine. Anche nella seconda corsa di Montmelò il pilota svizzero del team ART è riuscito ad a conquistare il massimo dei punti, resistendo con una bella manovra alla brillante partenza di Alex Quinn, che lo affiancava in prima fila. Da quel momento è sembrato tutto in discesa per Saucy, che ha allungato sul rivale chiudendo con 2”5 di vantaggio sul traguardo. Secondo podio stagionale per Quinn (Arden), che riscatta così il ritiro di gara 2 a Imola, portandosi in terza posizione nella classifica di campionato alle spalle di Saucy e di Paul Aron. Sono già 28 i punti di vantaggio del battistrada nei confronti del pilota estone di Prema, beffato nel finale della corsa da uno scatenato Isack Hadjar (R-Ace), rivelazione di giornata.

Già velocissimo nella F3 Asia, il pilota francese fino a questo momento non era andato oltre il settimo posto, ma oggi è stato capace di compiere due sorpassi stupendi nei confronti di Gabriele Minì prima, e di Aron poi, indotto all’errore in curva 1 dopo un lungo assedio. Minì non è così riuscito a ripetere il podio conquistato nella prima manche, chiudendo comunque con un ottimo quinto posto davanti all’altra ART di Thomas Ten Brinke, sesto e terzo tra i rookie. 

Settimo William Alatalo (Arden), che conferma la propria striscia di piazzamenti consecutivi in zona punti, davanti a Patrik Pasma (KIC) e Zane Maloney (R-Ace). Chiude la top-10 Dino Beganovic di Prema, che ha resistito alla pressione di Andrea Rosso (FA Racing), portatosi undicesimo nel corso del primo passaggio guadagnando cinque posizioni. Ha invece chiuso quattordicesimo Pietro Delli Guanti di Monolite, che aveva sfiorato il primo punto stagionale nella corsa di ieri. Alle sue spalle ha chiuso un competitivo Axel Gnos di G4, tallonato per tutta la corsa da Francesco Pizzi (VAR).

Nel corso del primo giro ci sono stati due incidenti che hanno portato all’ingresso della safety car. Il primo ha visto coinvolti Jasin Ferati e Belén García. Il pilota di Monolite è stato costretto al ritiro, mentre la portacolori di G4 ha proseguito, rendendosi protagonista anche di un’escursione nella ghiaia nel finale. In curva 5 poi Franco Colapinto (MP Motorsport) ha tentato una manovra di sorpasso nei confronti di Ten Brinke, ma non si è accorto di avere al proprio fianco Hadrien David (R-Ace). Il contatto è stato inevitabile, e ha portato al ritiro di entrambi, oltre che di David Vidales di Prema e più tardi di Elias Seppanen di KIC, rimasti coinvolti nell'incidente.

Domenica 9 maggio 2021, gara 2

1 - Gregoire Saucy - ART - 32'14"737
2 - Alex Quinn - Arden - 2"555
3 - Isack Hadjar - R-Ace - 5"546
4 - Paul Aron - Prema - 9"323
5 - Gabriele Minì - ART - 10"422
6 - Thomas Ten Brinke - ART - 10"885
7 - William Alatalo - Arden - 11"550
8 - Patrik Pasma - KIC - 12"014
9 - Zane Maloney - R-Ace - 12"218
10 - Dino Beganovic - Prema - 13"865
11 - Andrea Rosso - FA Racing - 14"782
12 - Gabriel Bortoleto - FA Racing - 17"280
13 - Brad Benavides - DR Formula - 19"735
14 - Pietro Delli Guanti - Monolite - 20"486
15 - Axel Gnos - G4 Racing - 22"235
16 - Francesco Pizzi - VAR - 22"494
17 - Oliver Goethe - MP Motorsport - 23"292
18 - Kas Haverkort - MP Motorsport - 23"643
19 - Alessandro Famularo - G4 Racing - 24"139
20 - Mari Boya - VAR - 24"864
21 - Lorenzo Fluxa - VAR - 25"240
22 - Nicola Marinangeli - Arden - 26"557
23 - Eduardo Barrichello - JD Motorsport - 27"687
24 - Emidio Pesce - DR Formula - 31"165
25 - Tommy Smith - JD Motorsport - 33"195
26 - Alexandre Bardinon - FA Racing - 34"654
27 - Lena Buhler - R-Ace - 35"906
28 - Nico Gohler - KIC - 37"879
29 - Belen Garcia - G4 Racing - 59"584

Ritirati
Elias Seppanen
David Vidales
Hadrien David
Jasin Ferati
Franco Colapinto

I‍l campionato
1.Saucy 85 punti; 2.Aron 57; 3.Quinn 48; 4.Minì 36; 5.Alatalo 32; 6.Vidales 31; 7.David, Hadjar  27; 9.Maloney 19; 10.Boya 15; 11.Ten Brinke 12; 12.Beganovic, Pasma 5,14.Bortoleto, Gohler 2; 16.Seppanen 1.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone