indycar

Uno sguardo agli outsider
per la stagione IndyCar 2020

Marco Cortesi

Dopo aver analizzato i tre team favoriti (come sempre) alla vigilia della stagione ...

Leggi »
Mondiale Rally

Salta la Nuova Zelanda
Restano solo quattro prove

Mattia Tremolada

Continuano le brutte notizie per gli appassionati del WRC. Solamente un giorno dopo la can...

Leggi »
9 Gen [16:14]

Arrivabene non voleva fare
tutte le trasferte del 2019

Massimo Costa - Photo 4

Si rimane di stucco nell'apprendere in questi giorni (voce non confermata) che l'ormai ex team principal Ferrari, Maurizio Arrivabene, prima di ricevere il ben servito dalla proprietà Ferrari, aveva chiesto di non essere presente a tutte le ventuno trasferte del campionato 2019. Il motivo? L'età, 62 anni a breve, che in realtà non dovrebbe costituire particolari problemi considerando che nel paddock persone con una età ben superiore affrontano tranquillamente tutto il campionato, in primis il 75enne Helmut Marko della Red Bull. Considerando i relativi comfort di viaggi in prima classe e hotel a cinque stelle, si rimane sorpresi. Arrivabene non ha lasciato alcuna nota dopo essere stato silurato, neanche le solite parole di circostanza. Di certo, ci si chiede, un team di F1 in lotta per il mondiale con il team principal a casa sarebbe stato bizzarro e originale. Ma non sarebbe comunque questa la causa che ha portato John Elkann a promuovere Mattia Binotto nel ruolo di team principal, bensì la gestione globale del team e le tensioni create da Monza in avanti.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone