1 Nov [19:00]

Austin - Libere 1
Verstappen leader, Mercedes sperimenta

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

"Sono nella testa di Hamilton e Vettel", ha detto Max Verstappen nella conferenza stampa pre Gran Premio degli USA dove le temperature sono piuttosto basse. E' sempre bene che un pilota si auto convinca di certe cose, per l'auto stima, per darsi carica. E nel primo turno di prove libere sul bel circuito di Austin, ma con un asfalto piuttosto rovinato per via di troppi bump (problema che si era già evidenziato nella gara Indycar dello stesso marzo e non si è fatto nulla in sette mesi...), è proprio l'olandese della Red Bull-Honda ha segnato il primo tempo in 1'34"057. Subito presente la Ferrari, seconda con Sebastian Vettel in 1'34"226 mentre Charles Leclerc ha provato, come la Mercedes, gomme versione 2020 chiudendo settimo.

Con Ferrari (Vettel a parte) e Lewis Hamilton e Valtteri Bottas non concentrati sulla ricerca del tempo anche quando hanno montato gomme soft, hanno avuto via libera le Red Bull, anche terza con Alexander Albon, e il resto del truppo. Bravo Pierre Gasly che ha portato la Toro Rosso-Honda al quarto posto davanti alla Renault di Daniel Ricciardo. Partenza coi fiocchi per la Haas-Ferrari, sesta con Romain Grosjean nonostante lo sconforto del team principal Gunther Steiner che alla vigilia della gara di casa non aveva nascosto che le pessime performance stagionali sono dipesi da sviluppi errati e da una vettura concettualmente nata male.

Nella top 10 troviamo Lance Stroll con la Racing Point-Mercedes e Kevin Magnussen con l'altra Haas-Ferrari. Carlos Sainz, ha sofferto un testacoda ad alta velocità nella serie di curve che seguono la prima virata, precisamente alla T5. Ma la McLaren-Renault non è parsa particolarmente in forma come in altre occasioni. Alla curva 9 si è invece girato Daniil Kvyat con la Toro Rosso-Honda. Qualche problema per la Renault di Nico Hulkenberg, richiamato ai box nella prima parte della sessione. Sulla Williams-Mercedes di George Russell ha girato (si fa per dire) Nicholas Latifi che ha totalizzato appena 7 giri per rottura del cambio.

Venerdì 1 novembre 2019, libere 1

1 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'34"057 - 26 giri
2 - Sebastian Vettel (Ferrari) - 1'34"226 - 30
3 - Alexander Albon (Red Bull-Honda) - 1'34"316 - 28
4 - Pierre Gasly (Toro Rosso-Honda) - 1'35"008 - 32
5 - Daniel Ricciardo (Renault) - 1'35"263 - 29
6 - Romain Grosjean (Haas-Ferrari) - 1'35"356 - 24
7 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'35"380 - 23
8 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'35"439 - 32
9 - Lance Stroll (Racing Point-Mercedes) - 1'35"586 - 31
10 - Kevin Magnussen (Haas-Ferrari) - 1'35"659 - 23
11 - Daniil Kvyat (Toro Rosso-Honda) - 1'35"661 - 31
12 - Carlos Sainz (McLaren-Renault) - 1'35"723 - 26
13 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'35"854 - 22
14 - Sergio Perez (Racing Point-Mercedes) - 1'35"971 - 29
15 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'36"037 - 26
16 - Nico Hulkenberg (Renault) - 1'36"124 - 24
17 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'36"159 - 40
18 - Lando Norris (McLaren-Renault) - 1'36"263 - 23
19 - Robert Kubica (Williams-Mercedes) - 1'37"948 - 28
20 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'41"172 - 7

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone