formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – 2° giorno finale
Neuville 1°, Ogier risponde a Sordo

Michele Montesano Non è cambiata la musica nel secondo giro pomeridiano del Rally di Spagna, undicesima prova del WRC 2021....

Leggi »
4 Giu [11:42]

Baku - Libere 1
Verstappen davanti, Ferrari vicina

Massimo Costa 

Arrivato a Baku da leader del campionato, come mai gli era capitato nei suoi sette anni di Formula 1, Max Verstappen ha recitato da protagonista assoluto nel primo turno libero del GP dell'Azerbaijan. Nei secondi finali della sessione, l'olandese con gomme soft ha colto il miglior crono in 1'43"184 scalzando un ottimo Charles Leclerc che con la Ferrari guidava la classifica con il tempo di 1'43"227. C'erano due monoposto rosse davanti a tutti fino a quando Verstappen si è messo davanti. Carlos Sainz infatti, si era portato in scia al compagno di squadra con 1'43"521. Un avvio interessante quello della Ferrari che, per le caratteristiche del tracciato, non avrebbe dovuto recitare un ruolo di primo piano come a Montecarlo, ma per il momento sta dettando il ritmo.

Sono mancate le Mercedes, con Lewis Hamilton settimo e Valtteri Bottas decimo. Entrambi hanno commesso errori (come anche Leclerc e Sainz), infilando la via di fuga. Normale quando si cerca di prendere le misure su un circuito cittadino atipico come quello di Baku sul quale non si corre dal 2019. In attesa di trovare le due W12 nelle prime posizioni, detta banco la polemica sulle ali flessibili della Red Bull. Toto Wolff, team principal Mercedes, non accetta "la furberia" messa in atto dal team di Christian Horner; vorrà andare a fondo e cercare di capire se vi saranno i presupposti per presentare un reclamo alla fine del Gran Premio. Alta tensione quindi, anche perché sul lunghissimo rettilineo di arrivo, l'ala che flette può produrre un guadagno notevole. E anche l'Alfa Romeo-Ferrari, che presenta la stessa problematica della Red Bull, è a rischio: Kimi Raikkonen e Antonio Giovinazzi hanno terminato in 11esima e 12esima posizione.

Con Verstappen in cima alla classifica, il suo compagno di squadra Sergio Perez lo troviamo quarto, dietro alle due Ferrari, col tempo di 1'43"630, ovvero a mezzo secondo di distacco. Occorre che il messicano accorci tale divario. Bel quinto posto di Daniel Ricciardo, che deve dare una svolta al suo pessimo inizio di stagione con la McLaren-Mercedes. Il suo compagno di squadra Lando Norris, finito in testacoda e nel finale lungo in via di fuga assieme a Bottas, è ottavo a quasi tre decimi.

Bel guizzo di Pierre Gasly con l'Alpha Tauri-Honda, sesto e anche lui protagonista di qualche errore come il compagno Yuki Tsunoda, 14esimo. Bene Fernando Alonso, come Ricciardo alla ricerca dell'uscita dal tunnel in cui si è ficcato. Lo spagnolo dell'Alpine-Renault ha ottenuto il tempo con gomme medie. Le stesse impiegate dai piloti Aston Martin-Mercedes Lance Stroll e Sebastian Vettel, rispettivamente 13esimo e 15esimo. Attardato Esteban Ocon con la seconda Alpine. Leggero contatto con le barriere per Nikita Mazepin e lungo per Mick Schumacher

Venerdì 4 giugno 2021, libere 1

1 - Max Verstappen (Red Bull-Honda) - 1'43"184 - 19 giri
2 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'43"227 - 20
3 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1'43"521 - 20
4 - Sergio Perez (Red Bull-Honda) - 1'43"630 - 17
5 - Daniel Ricciardo (McLaren-Mercedes) - 1'43"732 - 25
6 - Pierre Gasly (Alpha Tauri-Honda) - 1'43"757 - 23
7 - Lewis Hamilton (Mercedes) - 1'43"893 - 20
8 - Lando Norris (McLaren-Mercedes) - 1'43"996 - 20
9 - Fernando Alonso (Alpine-Renault) - 1'44"777 - 25
10 - Valtteri Bottas (Mercedes) - 1'44"891 - 20
11 - Kimi Raikkonen (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'44"943 - 18
12 - Antonio Giovinazzi (Alfa Romeo-Ferrari) - 1'45"092 - 20
13 - Lance Stroll (Aston Martin-Mercedes) - 1'45"234 - 23
14 - Yuki Tsunoda (Alpha Tauri-Honda) - 1'45"384 - 25
15 - Sebastian Vettel (Aston Martin-Mercedes) - 1'45"415 - 24
16 - Esteban Ocon (Alpine-Renault) - 1'45"446 - 23
17 - George Russell (Williams-Mercedes) - 1'45"452 - 24
18 - Nicholas Latifi (Williams-Mercedes) - 1'45"774 - 22
19 - Mick Schumacher (Haas-Ferrari) - 1'46"899 - 20
20 - Nikita Mazepin (Haas-Ferrari) - 1'46"945 - 18

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone