formula 1

Sochi - Qualifica
Norris che pole, Sainz secondo
Hamilton sbaglia tutto, quarto

Nel giorno in cui Max Verstappen, dovendo partire dal fondo griglia per la penalità dovuta al cambio motore, la quarta unità,...

Leggi »
Regional by Alpine

Valencia - Gara 1
Colapinto trova il riscatto

1 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 21 giri 2 - David Vidales - Prema - 0"4173 - Mari Boya - VAR - 4"0924 -...

Leggi »
Regional by Alpine

Valencia - Qualifica 1
Colapinto batte Vidales

1 - Franco Colapinto - MP Motorsport - 1’28"7692 - David Vidales - Prema - 1’28"8333 - Mari Boya - VAR - 1’28"...

Leggi »
FIA Formula 3

Alla scoperta di Hauger,
la nuova speranza della Norvegia

Il Dennis Hauger nel FIA Formula 3 ha chiuso un cerchio aperto da oltre dieci anni. Nel 2010 fu infatti un pilota norvegese a...

Leggi »
FIA Formula 3

Sochi – Gara 1
Hauger campione con Prema
Vittoria per Sargeant

Ha provato in tutti i modi a conquistare la vittoria di gara 1 a Sochi ma, nonostante il secondo posto, Dennis Hauger può fes...

Leggi »
FIA Formula 2

Sochi - Qualifica
Terza pole di fila per Piastri e Prema

Terza pole position consecutiva per Oscar Piastri in questa stagione di Formula 2, davanti a tutti ancora una volta in occasi...

Leggi »
4 Giu [13:20]

Baku - Qualifica
Lawson pole, 1-2 Hitech e Red Bull

Jacopo Rubino

Liam Lawson ha conquistato a Baku la sua prima pole-position in Formula 2, battendo il compagno di squadra Juri Vips: in questa sessione di qualifica è stata quindi doppietta Hitech, e del vivaio Red Bull che sostiene entrambi i piloti. Da quarto provvisorio, il neozelandese si è rivelato il più efficace di tutti nel rush finale con il secondo set di pneumatici super soft. Lawson ha abbassato il limite a 1'54"332, che già sarebbe bastato a partire davanti a tutti, e dopo un giro di raffreddamento si è ancora migliorato per il definitivo 1'54"217. Vips, sulla vettura gemella, è rimasto a 138 millesimi di ritardo, senza ritoccare il proprio tempo nell'ultimo tentativo nonostante un primo intermedio da record.

Qualifica comunque da incorniciare per la scuderia britannica Hitech, che domenica avrà le sue vetture davanti a tutti sullo schieramento di gara 3, quella che in base al nuovo format dei weekend introdotto quest'anno è diventata la Feature Race con pit-stop obbligatorio.

Ottima terza posizione per Oscar Piastri, alfiere dell'italiana Prema, che ha preceduto Theo Pourchaire della ART Grand Prix: il giovanissimo francese sembra pronto a dar seguito al grande weekend di Monaco. Dan Ticktum ha invece chiuso quinto, davanti a Marcus Armstrong che era al comando nella prima parte del turno in 1'55"057. Il portacolori DAMS nel run conclusivo non ha però fatto un salto in avanti alla pari degli avversari, "togliendo" solo un altro decimo e mezzo dai propri riferimenti personali.

Buon settimo Ralph Boschung, già in evidenza nelle prove libere, mentre Guanyu Zhou ha artigliato in volata l'ottava piazza: un risultato fondamentale per il capoclassifica, che potrà sfruttare il meccanismo della griglia invertita per gara 1 di domani. Nella prima Sprint Race a occupare la prima fila saranno Jehan Daruvala, oggi nono, e Robert Shwartzman autore del decimo tempo. Il russo della Prema avrà una bella occasione per accumulare punti pesanti in ottica campionato.

Fuori dalla top 10 in qualifica, il fine settimana diventa invece più in salita per Felipe Drugovich (11esimo) e Christian Lundgaard (12esimo), ma storicamente il circuito cittadino dell'Azerbaijan consente di rimontare, grazie in particolare al lunghissimo rettilineo del traguardo. Ci spera anche Roy Nissany, purtroppo costretto a guardare queste qualifiche da spettatore al muretto: i meccanici DAMS non sono riusciti a sistemare in tempo la sua vettura dopo l'impatto contro le barriere nelle libere, e l'israeliano si dovrà allineare in coda al gruppo.

In azione invece Marino Sato, 19esimo, ma il giapponese scivolerà a sua volta in ultima fila per gara 1: ha rimediato 3 caselle di penalità per essere rientrato ai box con la macchina danneggiata dopo il crash del mattino, invece di fermarsi. Capitolo italiani: 17esimo Matteo Nannini, assente a Montecarlo e ora tornato sotto le insegne Campos, 21esimo Alessio Deledda con HWA.

Venerdì 4 giugno 2021, qualifica

1 - Liam Lawson - Hitech - 1'54"217
2 - Juri Vips - Hitech - 1'54"355
3 - Oscar Piastri - Prema - 1'54"508
4 - Theo Pourchaire - ART - 1'54"639
5 - Dan Ticktum - Carlin - 1'54"830
6 - Marcus Armstrong - DAMS - 1'54"914
7 - Ralph Boschung - Campos - 1'54"962
8 - Guanyu Zhou - Virtuosi - 1'55"112
9 - Jehan Daruvala - Carlin - 1'55"122
10 - Robert Shwartzman - Prema - 1'55"161
11 - Felipe Drugovich - Virtuosi - 1'55"173
12 - Christian Lundgaard - ART - 1'55"245
13 - David Beckmann - Charouz - 1'55"336
14 - Jack Aitken - HWA - 1'55"651
15 - Bent Viscaal - Trident - 1'55"658
16 - Richard Verschoor - MP Motorsport - 1'55"988
17 - Matteo Nannini - Campos - 1'56"463
18 - Lirim Zendeli - MP Motorsport - 1'56"579
19 - Marino Sato - Trident - 1'57"539
20 - Guilherme Samaia - Charouz - 1'57"793
21 - Alessio Deledda - HWA - 1'58"264
22 - Roy Nissany - DAMS - senza tempo

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone