formula 1

Il test Ferrari a Fiorano
Sainz e Leclerc, un buon allenamento

La Ferrari ha concluso ieri la seconda giornata di test sul circuito di Fiorano, prove svolte con la SF71H del 2018.  Ad...

Leggi »
Rally

Sandro Munari è tornato a casa
Il ‘Drago’ ha sconfitto una polmonite

Michele Montesano Dopo aver lasciato tutto il mondo dei motori in apprensione e con il fiato sospeso, Sandro Munari ci ha r...

Leggi »
FIA Formula 3

Francesco Pizzi debutta
in Formula 3 con Charouz

Francesco Pizzi farà il proprio debutto nel FIA Formula 3 con il team Charouz nel 2022. Il 17enne di Frascati al momento è l’...

Leggi »
formula 1

Singapore rinnova con la F1,
in calendario fino al 2028

Il Gran Premio di Singapore sarà nel calendario di Formula 1 fino al 2028: è ufficiale il rinnovo dell'accordo fra Libert...

Leggi »
formula 1

La FIA boccia i test Ferrari SF21
Cambia poco, si girerà con la SF71H

Come vogliamo chiamarlo? Disguido? Mancanza di comunicazione? Leggerezza? Distrazione? La Ferrari aveva fatto sapere al mond...

Leggi »
formula 1

Gasly si allena a Imola
con l'Alpha Tauri 2020

Giornata di riscaldamento, si fa per dire considerando i 2-3 gradi di temperatura, per l'Alpha Tauri. Sul circuito di Imo...

Leggi »
19 Dic [9:28]

Balzo a 670 cavalli per le nuove vetture

Marco Cortesi

Aumentano i cavalli per le NASCAR 2022. Dopo il secondo test collettivo che a Charlotte ha visto protagoniste oltre 20 vetture, sembra emersa la strada di utilizzare un pacchetto da 670 cavalli per il nuovo corso della categoria contro i 550 ritenuti come l'obiettivo ideale all'inizio.

Nel primo test erano emerse problematiche di bilanciamento. Le vetture avevano infatti troppo carico in scia, e quando si aggiungeva downforce all'anteriore, diventavano instabili quando la scia veniva meno. Inoltre, i tempi con il pacchetto da 550 cavalli originariamente previsto erano risultati più alti di quelli della precedente generazione. 

Per ovviare a questi problemi, e dare più potere ai piloti nella gestione delle vetture, si sono testate diverse configurazioni di potenze, spoiler, splitter e pinne sul lunotto posteriore, e il compromesso raggiunto sarà messo alla prova nei prossii test, previsti nei primi giorni di gennaio ad Atlanta.

La soluzione con base a 670 cavalli, caldeggiata in particolare dai piloti, verrà utilizzata in tutte le piste tranne a Talladega e Daytona, mentre è in dubbio proprio Atlanta. La pista della Georgia, già velocissima, è stata infatti riconfigurata con un maggiore banking e potrebbe richiedere una riduzione delle performance per motivi di sicurezza. Anche questo sarà valutato nei prossimi giorni.

Ulteriori test verranno effettuati l'11 e 12 gennaio a Daytona e il 25 e 26 gennaio a Phoenix

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone