formula 1

Verstappen ha ritrovato il podio,
conclusa la mini crisi della Honda

Massimo Costa - XPB Images

Il Gran Premio di Russia per la Red Bull-Honda poteva essere un pun...

Leggi »
Mondiale Rally

Evans rimane calmo
"Il mio approccio non cambia"

Mattia Tremolada

Nonostante sia tornato in testa al mondiale con soli due appuntamenti al termine della ...

Leggi »
14 Apr [13:17]

Domenica difficile per Ferrari
Leclerc sacrificato senza successo

Mattia Tremolada

Il primo podio della stagione di Sebastian Vettel non è sufficiente a portare il sorriso in casa Ferrari. La SF90 ha mostrato un buon potenziale in Bahrain, ma è apparsa in grande difficoltà sia a Melbourne sia a Shanghai. Risultati altalenanti che sembrerebbero rappresentare un passo indietro rispetto alla passata stagione. La scelta del muretto box di ordinare a Charles Leclerc di cedere la posizione a Vettel non contribuisce certamente all’armonia in seno al box. La gara del pilota monegasco è stata poi sacrificata per cercare di rallentare la corsa di Valtteri Bottas, senza successo.

“Penso sia ovvio che avrei dovuto fare la sosta ai box prima di quanto successo – ha detto Leclerc dopo la gara – Ma credo sia stata la scelta giusta per il team: hanno cercato di rallentare Bottas per favorire la rimonta di Seb. Non ha funzionato, ma quello era l’obiettivo. Ci abbiamo comunque provato e ora guardiamo avanti. Parlerò con gli ingegneri per cercare di capire il quadro in cui hanno dovuto prendere la decisione, sono sicuro che abbiano fatto la cosa giusta in quella situazione. Tuttavia è passato. Non è stata una grande gara per me, non sono mai stato veloce come avrei voluto per tutto il fine settimana”.

Mattia Binotto ha ammesso che è normale che Leclerc si senta frustrato dalle scelte del muretto: “Comprendo i sentimenti di Charles, è un peccato che la sua gara sia andata così. Purtroppo oggi le Mercedes avevano un passo nettamente superiore e abbiamo tentato di rallentarle in questo modo. Non abbiamo cercato di favorire un pilota piuttosto che un altro, ma di ottenere il massimo per la squadra”.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone