formula 1

FIA e F1, missione compiuta:
approvate le regole sui motori 2026

Finalmente. Dopo mesi, per non dire un paio d'anni, di trattative e discussioni, sono ufficialmente confermate le regole ...

Leggi »
formula 1

Misure anti porpoising dal 2023:
la delibera FIA con un compromesso

Nel Consiglio Mondiale di oggi, oltre ad approvare le power unit 2026, la FIA ha deliberato le misure in vigore dal 2023 cont...

Leggi »
formula 1

Verstappen non ha dubbi: "La Ferrari
più competitiva della mia Red Bull"

Il suo ruolino di marcia è impeccabile, la stagione 2022 è senza dubbio una delle migliori della sua carriera. Otto le vitto...

Leggi »
World Endurance

Ferrari prosegue i test della LMH
Cosa nasconde la livrea mimetica

Michele Montesano È un’estate intensa e priva di soste quella del reparto Ferrari Competizioni GT. Gli uomini di Maranello ...

Leggi »
Regional by Alpine

Intervista a Dino Beganovic
“Tanto lavoro con Prema dietro i miei successi”

Una partenza eccezionale, con sette podi nelle prime sette gare della stagione. Quello di Dino Beganovic, pilota della Ferrar...

Leggi »
Formula E

Vandoorne, l'ennesimo campione che
la F1 ha snobbato con troppa fretta

Nelson Piquet, Sebastien Buemi, Lucas Di Grassi, Jean-Eric Vergne (due volte), Antonio Felix Da Costa, Nyck De Vries, Stoffel...

Leggi »
2 Ago [12:33]

F4 francese a Spa
Barter dominatore trasparente

Jacopo Rubino

Due vittorie e un sesto posto, ma zero punti. Questo il bizzarro destino del leader Hugh Barter nella tappa della Formula 4 francese a Spa-Francorchamps, disputata a contorno della 24 Ore del GT World Challenge. Bizzarro, ma previsto dal regolamento: l'australiano in questo weekend è stato trasparente per la classifica perché durante la stagione aveva già corso qui nella serie spagnola. Gli avversari ne hanno approfittato per recuperare terreno in graduatoria, con Souta Arao ora distante solo 21 lunghezze, mentre Alessandro Giusti è a -35.

Barter ha vinto gara 1 e gara 3 scattando dalla pole-position, anche se l'ultima manche ha avuto solo due giri di vera competizione, con la safety-car intervenuta per gli incidenti fra Edgar Pierre, Valentino Mini e Pierre-Alexandre Provost, e poi tra Jeronimo Berrio e Enzo Peugeot, in cui il colombiano ha picchiato forte contro le barriere al Raidillon.

Gara 2, quella con griglia invertita, ha visto Barter salire da decimo a sesto al traguardo, giusto alle spalle di Arao. Ad imporsi, per la prima volta nel 2022, era stato proprio Peugeot, bravo a resistere alla pressione di Romain Andriolo e dello stesso Berrio, autore di un grande start. Anche in questo caso era servita la safety-car, per un contatto fra Luciano Morano e Mini. Per il panamense è stata una trasferta da incubo, visto il ritiro per crash (con il tedesco Max Reis) anche nella prima corsa.

Ara ha chiuso secondo in gara 3 davanti ad Alessandro Giusti, che la piazza d'onore se l'era presa in gara 1, approfittando dei 30" di penalità comminati a Berrio per il sorpasso effettuato sotto bandiere gialle.

Il prossimo round della F4 francese è in programma il 9-11 settembre a Ledenon.

Sabato 30 luglio 2022, gara 1

1 - Hugh Barter - 9 giri 23'47"451
2 - Alessandro Giusti - 3"541
3 - Elliott Vayron - 4"494
4 - Souta Arao - 4"613
5 - Enzo Peugeot - 7"188
6 - Louis Pelet - 8"263
7 - Yuto Nomura - 8"925
8 - Romain Andriolo - 12"477
9 - Lorens Lecertua - 13"004
10 - Edgar Pierre - 13"802
11 - Enzo Geraci - 16"183
12 - Pol Lopez Gutierrez - 19"091
13 - Leny Réveillère - 21"344
14 - Valentino Mini - 22"211
15 - Pablo Sarrazin - 23"764
16 - Antoine Fernande - 30"807
17 - Luciano Morano - 31"946
18 - Amir Sayed - 32"418
19 - Dario Cabanelas - 32"682
20 - Jeronimo Berrio - 33"066

Giro più veloce: Hugh Barter 2'24"823

Ritirati
8° giro - Max Reis
7° giro - Enzo Richer
4° giro - Mateo Villagomez
1° giro - Pierre-Alexandre Provost

Sabato 30 luglio 2022, gara 2

1 - Enzo Peugeot - 8 giri 23'05"989
2 - Romain Andriolo - 0"341
3 - Jeronimo Berrio - 0"540
4 - Mateo Villagomez - 1"075
5 - Souta Arao - 3"027
6 - Hugh Barter - 3"044
7 - Elliott Vayron - 3"222
8 - Dario Cabanelas - 3"788
9 - Alessandro Giusti - 4"271
10 - Yuto Nomura - 4"596
11 - Max Reis - 4"740
12 - Lorens Lecertua - 6"390
13 - Louis Pelet - 8"223
14 - Pierre-Alexandre Provost - 11"022
15 - Enzo Geraci - 11"039
16 - Enzo Richer - 11"339
17 - Pablo Sarrazin - 11"737
18 - Pol Lopez Gutierrez - 12"105
19 - Amir Sayed - 13"117
20 - Leny Réveillère - 14"659
21 - Antoine Fernande - 15"405

Giro più veloce: Hugh Barter 2'26"106

Ritirati
2° giro - Valentino Mini
2° giro - Luciano Morano
1° giro - Edgar Pierre

Domenica 31 luglio 2022, gara 3

1 - Hugh Barter - 8 giri 23'53"536
2 - Souta Arao - 0"278
3 - Alessandro Giusti - 0"737
4 - Elliott Vayron - 1"341
5 - Louis Pelet - 1"685
6 - Yuto Nomura - 2"636
7 - Lorens Lecertua - 4"168
8 - Dario Cabanelas - 5"250
9 - Romain Andriolo - 5"603
10 - Mateo Villagomez - 6"322
11 - Enzo Peugeot - 6"895
12 - Leny Réveillère - 8"335
13 - Max Reis - 8"541
14 - Pol Lopez Gutierrez - 9"072
15 - Amir Sayed - 10"957
16 - Enzo Richer - 13"618
17 - Pablo Sarrazin - 13"841
18 - Antoine Fernande - 14"311
19 - Luciano Morano - 16"231

Giro più veloce: Hugh Barter 2'24"968

Ritirati
6° giro - Jeronimo Berrio
4° giro - Enzo Geraci
2° giro - Pierre-Alexandre Provost
2° giro - Edgar Pierre
2° giro - Valentino Mini

Il campionato
1.Barter 161 punti; 2.Arao 140; 3.Giusti 136; 4.Vayron 121; 5.peugeot 74; 6.Nomura 59; 7.Berrio 56; 8.Cabanelas 52; 9.Provost 49; 10.Andriolo 44

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone
gdlracinggdlhouse