formula 1

Già pronto il calendario 2025
Due tappe italiane: Imola e Monza

Con grande anticipo, è stato emesso il calendario del Mondiale F1 2025. Tute confermate le tappe del 2024, rimangono quindi 2...

Leggi »
Formula E

Rookie Test a Misano
Barnard porta la McLaren in “pole”

Da Misano - Michele Montesano Il caldo sole della riviera romagnola ha accolto per la prima volta la Formula E. Dopo il citta...

Leggi »
formula 1

Alonso rinnova con Aston Martin
Era l'unica chance per rimanere in F1

Fernando Alonso rimane con la Aston Martin. Notizia clamorosa? No. Lo spagnolo nonostante tutte le chiacchiere da bar che si ...

Leggi »
Formula E

Accordo tra Lola-Yamaha e ABT
A giugno i primi test con la Gen3.5

Michele Montesano Alla vigilia del doppio appuntamento di Misano della Formula E, è arrivato l’annuncio dell’accordo tra Lol...

Leggi »
Formula E

Envision e Mahindra annunciano
le formazioni per l’E-Prix di Berlino

Michele Montesano Come da calendario, nel fine settimana del 12 maggio diversi piloti saranno chiamati a scegliere se dispu...

Leggi »
formula 1

È morto Ted Toleman
Lanciò Senna in Formula 1

A 86 anni se ne è andato Ted Toleman che negli anni Ottanta aveva portato il proprio nome nel Mondiale Formula 1 nelle vesti ...

Leggi »
11 Feb [8:33]

Hyderabad – Qualifica
Pole di Evans nel caos dei track limits

Michele Montesano

La Formula E è sbarcata per la prima volta in India. È stato il circuito cittadino di Hyderabad a ospitare il debutto delle monoposto elettriche. Un tracciato nuovo che ha creato non pochi grattacapi ai piloti, costretti a domare le Gen3 su un manto stradale molto scivoloso. La pole position porta la firma di Mitch Evans, il quale ha battuto nel duello finale Jean-Eric Vergne per soli 21 millesimi. Il pilota Jaguar, che mancava dalla prima fila dall’E-Prix di Montecarlo dello scorso hanno, ha così avuto la meglio sul francese della DS Penske.

Proprio Vergne è stato protagonista, suo malgrado, di una semifinale corsa in solitaria. Infatti, sia Edoardo Mortara che René Rast, nel corso dei quarti di finale hanno oltrepassato i track limits vedendosi cancellare i rispettivi crono. Stessa sorte per Sam Bird che ha così lasciato via libera a Sebastien Buemi, poi eliminato in semifinale da un velocissimo Evans. Proprio i numerosi tagli del tracciato hanno causato un lavoro supplementare ai commissari di gara creando ritardo e confusione.

Viste le numerose penalizzazioni, nonostante non sia riuscito ad accedere alle semifinali, a scattare dalla quarta piazzola sarà Sacha Fenestraz. Il pilota Nissan è stato battuto nei quarti da Buemi che si è così preso la rivincita sulla sua ex squadra. Quinto posto per Maximilian Günther. Già riammesso nei quarti per via di una penalizzazione inflitta a Jake Hughes, colpevole di non aver rispettato il tempo minimo di permanenza ai box nel Gruppo A, il pilota della Maserati ha scavalcato così anche Bird, Mortara (nella foto sotto) e Rast.



Primo degli esclusi nella fase a gironi è Pascal Wehrlein. Il leader di campionato è stato penalizzato di ulteriori tre posizioni per aver ostacolato Sergio Sette Camara. Nel corso delle FP1 il pilota Porsche è stato vittima di un pauroso incidente. Il tedesco, per via di un problema elettrico, ha impattato violentemente contro le barriere di curva 18. Uscito incolume dall’abitacolo, Wehrlein è stato trasportato per precauzione in ospedale, mentre gli altri piloti motorizzati Porsche sono rimasti fermi ai box per tutta la sessione.

Oliver Rowland ha conquistato l’undicesimo crono nella gara di casa per il team Mahindra, precedendo il vincitore dell’E-Prix del Messico Jake Dennis. Qualifiche da dimenticare ancora una volta per il campione in carica Stoffel Vandoorne, costretto a partire dalla diciassettesima piazzola. Protagonista di numerosi bloccaggi e lunghi, anche Lucas di Grassi non è riuscito a completare un giro veloce chiudendo al diciannovesimo posto. Peccato per Hughes che si è visto cancellare il miglior crono del Gruppo A per colpa di una svista del box McLaren. Fanalino di coda Kelvin van der Linde, costretto a parcheggiare la sua Cupra Abt causando anche l’esposizione della bandiera rossa.

Sabato 11 febbraio 2023, qualifica

1 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar - 1'13"228
2 - Jean-Eric Vergne (DS) - DS Penske - 1'13"249

3 - Sébastien Buemi (Jaguar) - Envision - 1'13"533 Semifinale A
4 - Sacha Fenestraz (Nissan) - Nissan - 1'13"702 Quarti A

5 - Maximilian Günther (DS Maserati) - Maserati - 1'14"621 Quarti A
6 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 1'13"467 * Quarti B
7 - Edoardo Mortara (DS Maserati) - Maserati - 1'13"749 * Quarti B
8 - René Rast (Nissan) - McLaren - 1'14"332 * Quarti B

9 - Pascal Wehrlein (Porsche) - Porsche - 1'14"663 ** A
10 - Nick Cassidy (Jaguar) - Envision - 1'14"234 B
11 - Oliver Rowland (Mahindra) - Mahindra - 1'14"721 A
12 - Jake Dennis (Porsche) - Andretti - 1'14"377 B
13 - Antonio Felix da Costa (Porsche) - Porsche - 1'14"732 A
14 - Norman Nato (Nissan) - Nissan - 1'14"420 B
15 - Sergio Sette Camara (NIO) - NIO - 1'14"756 A
16 - Dan Ticktum (NIO) - NIO - 1'14"539 B
17 - Stoffel Vandoorne (DS) - DS Penske - 1'14"823 A
18 - Nico Müller (Mahindra) - Cupra Abt - 1'14"549 B
19 - Lucas di Grassi (Mahindra) - Mahindra - 1'14"917 A
20 - André Lotterer (Porsche) - Andretti - 1'14"818 B
21 - Jake Hughes (Nissan) - McLaren - 1'15"118 *** A
22 - Kelvin van der Linde (Mahindra) - Cupra Abt - 1'15"173 B

* Tempo cancellato per non aver rispettato i track limits
** Penalizzato di 3 posizioni per aver ostacolato Sergio Sette Camara
*** Tempo cancellato per non aver rispettato il tempo minimo di permanenza ai box