formula 1

Ben Sulayem investigato per
l'esito del GP di Jeddah 2023

Non c'è che dire, se i risultati in pista dei Gran Premi di F1 sono quanto meno scontati per via del dominio Red Bull, il...

Leggi »
World Endurance

Il BoP un male inevitabile nel WEC
purché usato nella giusta maniera

Michele Montesano - XPB Images Come prevedibile, a conclusione della 1812 km del Qatar si è tornato a parlare di BoP. Al di ...

Leggi »
formula 1

McLaren sotto le aspettative
Attesi importanti sviluppi

Massimo Costa - XPB Images La stagione 2023 per la McLaren si era conclusa in maniera brillantissima, con una seconda parte d...

Leggi »
World Endurance

Peugeot: oltre il danno la beffa
Squalificati Vergne-Müller-Jensen

Michele Montesano Dalla gioia di un podio tanto inseguito e finalmente alla portata, all’amara delusione della squalifica. C...

Leggi »
formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
28 Gen [20:12]

Diriyah – Gara 2
Doppietta di Wehrlein

Michele Montesano

A Diriyah è continuato il dominio targato Porsche in Formula E. Così come nell’E-Prix di ieri, anche quest’oggi Pascal Wehrlein ha conquistato la vittoria seguito, ancora una volta, dall’alfiere Andretti Jake Dennis. Per i due piloti motorizzati Porsche è ora già fuga nella classifica mondiale visto che il più vicino degli inseguitori, Sebastien Buemi, paga 37 lunghezze da Wehrlein. Dopo due annate marchiate Mercedes, siamo dunque dinnanzi all’inizio della stagione Porsche?

Allo spegnimento dei semafori, il miglior spunto della Jaguar ha permesso a Mitch Evans di beffare il poleman Jake Hughes (nella foto sotto). Avvio al rallentatore anche per Buemi che si è fatto sfilare da Wehrlein ed Edoardo Mortara, balzato dal settimo al quinto posto. Al nono passaggio, Evans ha pagato a caro prezzo la scelta di anticipare il passaggio nell’Activation Zone scivolando al terzo posto dietro le McLaren di Hughes e René Rast. L’errore è poi stato ripetuto il giro seguente dall’inglese della McLaren lasciando così il via libera al compagno di squadra.



Nonostante la potenza supplementare dell’Attack Mode, Hughes ha subito il sorpasso di un velocissimo Wehrlein che, il passaggio successivo, ha liquidato anche la pratica Evan salendo al secondo posto. Rast ha poi ceduto il comando dell’E-Prix al pilota Porsche per transitare nuovamente nell’Activation Zone. A sua volta, Wehrlein ha approfittato del margine sugli inseguitori per attivare la potenza extra e prendere il largo. Così come nella giornata di ieri, Dennis ha affrontato la prima metà di gara prestando attenzione al consumo della batteria per poi iniziare la rimonta. Sopravanzato Buemi, l’inglese in due sole tornate è riuscito a guadagnare la quarta piazza avendo la meglio su Mortara, in crisi di energia, Hughes ed Evans.

Sverniciato al ventitreesimo passaggio anche Rast, Dennis ha quindi messo nel suo mirino il leader Wehrlein. Ma, a interrompere la battaglia per la prima posizione, ci ha pensato Nico Müller andando a sbattere contro le barriere di curva 1. Immancabile l’intervento della safety car che ha così compattato il gruppo. Esauriti entrambi gli Attack Mode, al restart Wehrlein ha dovuto cercare di contenere gli attacchi di Dennis prima di riprendere un margine di sicurezza. La doppietta Porsche ha premesso a Wehrlein di balzare anche in cima alla classifica assoluta.



Salito al terzo posto seguendo la strategia di Dennis, Bird ha pagato la scelta di non aver utilizzato gli Attack Mode prima della neutralizzazione. L’inglese, nel transitare sul tratto dell’Activation Zone, ha quindi perso la posizione in favore di Rast. Inutili i tentativi di sorpasso da parte di Bird, il tedesco si è rivelato un vero osso duro regalando il primo podio in Formula E al team McLaren (nella foto sopra). Quinto posto per Hughes difeso strenuamente fin sotto la bandiera a scacchi. A corto di energia, l’inglese proprio nell’ultima curva è stato tamponato da Evans che, scomponendosi, ha dovuto cedere il sesto posto a Buemi.



Ottavo Sacha Fenestraz, bravo a recuperare dalla dodicesima piazzola in griglia. Mortara (nella foto sopra) ha regalato i primi punti in Formula E alla Maserati. Autore di un ottimo avvio, sulla distanza l’italo-svizzero ha subito un calo della batteria sulla Tipo Folgore scivolando al nono posto. A chiudere la top 10 la NIO 333 di Dan Ticktum. Fuori dalla zona punti le DS Penske. Undicesimo Stoffel Vandoorne, penalizzato per non aver attivato il secondo Attack Mode, diciassettesimo Jean-Eric Vergne arrivato al contatto con Antonio Felix da Costa nelle prime fasi di gara. Il portoghese ha poi concluso al dodicesimo posto davanti all’Andretti di André Lotterer. E-Prix da dimenticare per le monoposto motorizzate Mahindra con Lucas di Grassi sedicesimo e Kelvin van der Linde diciannovesimo.

Sabato 28 gennaio 2023, gara 2

1 - Pascal Wehrlein (Porsche) - Porsche - 40 giri
2 - Jake Dennis (Porsche) - Andretti - 1"252
3 - René Rast (Nissan) - McLaren - 4"554
4 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 4"851
5 - Jake Hughes (Nissan) - McLaren - 10"869
6 - Sébastien Buemi (Jaguar) - Envision - 10"947
7 - Mitch Evans (Jaguar) - Jaguar - 11"088
8 - Sacha Fenestraz (Nissan) - Nissan - 12"409
9 - Edoardo Mortara (DS Maserati) - Maserati - 12"753
10 - Dan Ticktum (NIO) - NIO - 13"275
11 - Stoffel Vandoorne (DS) - DS Penske - 13"572
12 - Antonio Felix da Costa (Porsche) - Porsche - 15"229
13 - André Lotterer (Porsche) - Andretti - 15"623
14 - Nick Cassidy (Jaguar) - Envision - 17"038
15 - Norman Nato (Nissan) - Nissan - 19"569
16 - Lucas di Grassi (Mahindra) - Mahindra - 20"796
17 - Jean-Eric Vergne (DS) - DS Penske - 21"221
18 - Sergio Sette Camara (NIO) - NIO - 22"243
19 - Kelvin van der Linde (Mahindra) - Cupra Abt - 25"291
20 - Maximilian Günther (DS Maserati) - Maserati - 27"137

Giro più veloce: Sam Bird 1'09"010

Ritirati
Oliver Rowland (Mahindra) - Mahindra
Nico Müller (Mahindra) - Cupra Abt

Il campionato
1.Wehrlein 68 punti; 2.Dennis 62; 3.Buemi 31; 4.Bird 28; 5.Hughes 27; 6.Rast 26; 7.di Grassi 18; 8.Lotterer 14; 9.Evans 11; 10.Cassidy 10.