formula 1

Binotto stupisce: "Nessun errore,
le nostre strategie sempre corrette"

Dagli errori si cresce e sarebbe meglio non ripeterli. Ce lo dicono fin dalle scuole elementari ed è sicuramente una eccellen...

Leggi »
formula 1

Per Zhou buon esordio in F1,
ma il rinnovo rimane in sospeso

Guanyu Zhou ha fatto ricredere gli scettici. L'unico rookie al via quest'anno in Formula 1 ha saputo farsi valere in ...

Leggi »
GT World Challenge

Intervista ad Andrea Caldarelli
“Nel 2023 possibile un programma LMP2”

Europa, Giappone, di nuovo Europa e America. Andrea Caldarelli ha corso e vinto ovunque negli ultimi 15 anni. Prima nelle for...

Leggi »
formula 1

Come combattere il "porpoising"
Ben Sulayem zittisce Binotto e Horner

Si fa come dico io. Questo può essere il riassunto di quanto espresso dal presidente FIA Mohammed Ben Sulayem per combattere ...

Leggi »
FIA Formula 2

Il bando per i motori 2024 di F2:
benzine sostenibili, ibrido possibile

630 cavalli, compatibilità con carburanti sostenibili, possibilità di integrare una componente ibrida. Questi sono i punti ch...

Leggi »
formula 1

Piastri-McLaren, il giallo continua
Per ora vince la mancanza di etica

E' senza dubbio il giallo dell'estate quello che coinvolge il giovane Oscar Piastri, forse finito in un gioco più gra...

Leggi »
10 Lug [11:23]

I dettagli della convergenza ACO-IMSA
Reciprocità e grande peso al BoP

Marco Cortesi

IMSA e ACO hanno annunciato ufficialmente i dettagli della loro convergenza regolamentare, già anticipata da tempo ma ora diventata al cento per cento efficace. L'annuncio copre alcuni elementi chiave che verranno utilizzati per bilanciare le vetture, con una possibilità di intervento a livello di BoP ancor più grande di quanto immaginato.

Il primo elemento importantela conferma della reciprocità: le hypercar potranno correre in IMSA e viceversa. Si tratta di una novità importante dato che non era chiaro fino a questo momento se la collaborazione sarebbe stata vicendevole.

Gomme - Più grandi a trazione posteriore
Le gomme per le LMDh saranno le stesse che per le Hypercar a trazione posteriore, ma più vantaggiose rispetto alle 4 ruote motrici come la Toyota. Per le 4WD saranno da 31 pollici davanti e dietro, per le 2WD saranno da 29 davanti e 34 dietro.

Accelerazione - Arriva il BOP
Il profilo d'intervento della trazione sull'asse anteriore diventerà oggetto di BoP e non più di un regolamento specifico, quindi verrà imposto. La trazione potrà essere attivata in una range specifica di velocità, compresa tra i 120 e 160 kmh a seconda del circuito. Questo per non dare troppo vantaggio alle 4WD nelle ripartenze a bassa velocità.

Per le LMDh, che hanno la trazione elettrica sull'asse posteriore, ci sarà un unico software di controllo. Quindi il profilo di intervento non sarà libero, principalmente per evitare che questo porti a sistemi (non troppo) nascosti di di controllo di trazione.

Frenata - Coasting contingentato
Verrà stabilito per regolamento il potenziale di rigenerazione energetica in coasting, che sarà identico su tutte le vetture. Inoltre, per le vetture 4WD, non sarà possibile utilizzare un bloccaggio dinamico del differenziale anteriore per ottenere maggiore rigenerazione

Aerodinamica - Certificano Sauber e Haas
Anche la performance aerodinamica delle vetture sarà valutata e, per essere ammesse, dovranno essere all'interno di un range di efficienza che, in caso, si potrà "aggiustare" per equiparare le vetture. Per le LMH, si userà la galleria del vento Sauber, mentre per le LMDh si userà quella di Haas in North Carolina. Le vetture LMDh dovranno però essere esaminate in Sauber per partecipare al WEC e viceversa.‍

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone