Formula E

Le prime impressioni di Giovinazzi:
"In Formula E guida del tutto diversa"

Antonio Giovinazzi disputerà la sua prima gara in Formula E il 28 gennaio a Diriyah, fino a quel momento avrà guidato la mono...

Leggi »
formula 1

La F1 sul circuito di Jeddah,
cittadino con medie pazzesche

Una media sul giro prevista di 252,8 chilometri orari, seconda solo a Monza, a dispetto di ben 27 curve. 6175 metri di lunghe...

Leggi »
Formula E

Test a Valencia - 2° giorno
Mercedes al comando con Vandoorne

Due Mercedes davanti a tutti. Quella ufficiale di Stoffel Vandoorne, e quella della scuderia clienti Venturi con Edoardo Mort...

Leggi »
Formula E

Come sarà la monoposto Gen3?
Foto anteprima dalla Formula E

Le immagini diffuse al pubblico restano volutamente misteriose, ma squadre, piloti e alcuni partner selezionati hanno già sco...

Leggi »
Formula E

Test a Valencia - 1° giorno
Frijns al top, poi la "qualifica"

1 - Sam Bird (Jaguar) - Jaguar - 1'27"169 - 37 giri2 - Lucas Di Grassi (Mercedes) - Venturi - 1'27"270 - 28...

Leggi »
formula 1

Verstappen gioca il primo match point,
ma qual è lo stato di forma contro Hamilton?

È una vigilia particolare per Max Verstappen, quella che conduce verso Jeddah. Il primo Gran Premio d'Arabia Saudita sarà...

Leggi »
18 Nov [18:50]

IGTC, anticipata la 12 Ore di Bathurst
Confermato il calendario di quattro gare

Michele Montesano

La 12 Ore di Bathurst, prova di apertura della stagione 2022 dell’Intercontinental GT Challenge, verrà anticipata di tre settimane rispetto alla prima stesura del calendario. La scelta di spostare la gara australiana nel weekend del 25-27 febbraio si è resa obbligatoria per evitare la concomitanza con la 12 Ore di Sebring dell’IMSA. L’organizzazione ha così scongiurato una possibile defezione da parte dei team che schierano le GT3 nel campionato endurance americano.

La gara di Mount Panorama, annullata quest’anno per via del Covid-19, segna così anche il ritorno delle competizioni motoristiche di alto profilo in Australia. Aver anticipato la gara è anche sintomo di un ulteriore allentamento delle restrizioni internazionali in materia di viaggi e possibili quarantene.

“Mantenere la tradizionale data di inizio febbraio inizialmente non era in programma – ha affermato Stephane Ratel, CEO di SRO Motorsport Group – ma, dopo aver consultato costruttori, team e l’organizzazione della Supercar, abbiamo deciso che poteva essere fattibile. L’ultimo fine settimana di febbraio è la data ideale, perché le attività motoristiche in Europa e America non sono ancora del tutto iniziate”.

Confermate le altre gare che vedono, nell’ultimo weekend di luglio, l’evento principale della 24 Ore di Spa. Sarà poi la volta della 8 Ore di Indianapolis, in scena il 9 ottobre, come da tradizione toccherà quindi alla 9 Ore di Kyalami, a inizio dicembre, chiudere i giochi della stagione 2022.

Il calendario 2022 dell’Intercontinental GT Challenge

27 febbraio – 12 Ore Bathurst
30-31 luglio – 24 Ore Spa-Francorchamps
9 ottobre – 8 Ore Indianapolis
3 dicembre – 9 Ore Kyalami

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone