formula 1

Dubbi per i GP di Suzuka, Zandvoort
e San Paolo, si fa avanti il Qatar

In Giappone sono cominciate le Olimpiadi a Tokyo, senza spettatori e senza il totale supporto dell'opinione pubblica. A o...

Leggi »
Regional by Alpine

Cancellata la tappa del Nurburgring
Atteso il recupero in settembre/ottobre

In una riunione con i team principal della Formula Regional European by Alpine, svoltasi stamane al circuito belga di Spa, do...

Leggi »
formula 1

Come saranno realmente le future F1?
Ecco dove potranno intervenire i team

Michele Montesano Alla vigilia del Gran Premio di Silverstone, la Formula 1 ha mostrato quelle che saranno le linee delle m...

Leggi »
formula 1

Hamilton aperto al confronto con Max
Per Alonso e Leclerc incidente di gara

Sono trascorsi appena tre giorni dal Gran Premio di Silverstone e dal contatto tra Lewis Hamilton e Max Verstappen, ma ancora...

Leggi »
formula 1

McLaren tiene il terzo posto
e finalmente Ricciardo ha convinto

La buona notizia per la McLaren è che nonostante la grande prestazione di Charles Leclerc e della Ferrari, piazzatisi al seco...

Leggi »
F4 Spanish

Anche la serie spagnola sceglie la
Tatuus F4 di seconda generazione

La Federazione Spagnola dell'Automobile (RFEDA) e Tatuus hanno raggiunto un accordo pluriennale, che sancisce, a partire ...

Leggi »
15 Giu [14:45]

Il "nuovo" Tsunoda funziona:
in Francia per confermarsi

Jacopo Rubino

In Formula 1 ci sono fatti non casuali, e casuale, forse, non è stato nemmeno il settimo posto di Yuki Tsunoda a Baku. Messo in riga da Red Bull e AlphaTauri dopo qualche settimana complicata, chiamato a vivere in Italia sotto la tutela del team principal Franz Tost, il giovane giapponese in Azerbaijan ha centrato il suo miglior risultato stagionale. Il programma disciplinare sembra aver dato subito i suoi frutti, ma adesso Tsunoda è chiamato a confermarsi a Le Castellet, su uno scenario teoricamente meno ostico.

"Ho già avuto occasione di correre due volte al Paul Ricard (in F3 ed Euroformula nel 2019, ndr), quindi vivrò una situazione diversa da Portogallo, Monaco e Azerbaijan, che per me erano piste completamente nuove ", ha anticipato fiducioso.

A contare nell'arco del campionato, però, sarà soprattutto il cambio di mentalità: serviva intervenire, perché dopo lo splendido esordio in Bahrain, forse illusorio, il rookie nipponico era incappato in una serie di errori ed atteggiamenti poco produttivi. Dopo Montecarlo, la casa madre Red Bull ha voluto prendere alcune contromisure prima che fosse troppo tardi.

"Andare a vivere in Italia è stata la cosa giusta, anche se mi toccherà viaggiare più spesso verso il Regno Unito per le sessioni al simulatore", ha confermato Yuki. "La settimana precedente all'Azerbaijan mi sono trasferito e ho passato gran parte del mio tempo in sede, analizzando l'approccio al weekend e i problemi incontrati. Abbiamo così deciso di adottare un approccio differente e scambiare più informazioni, e ha funzionato bene".

"A Baku sono entrato per la prima volta in Q3 e, più in generale, abbiamo messo le basi per un nuovo approccio alla gara. Il risultato è stato buono, sono abbastanza contento, anche se è stato un peccato aver perso una posizione dopo la ripartenza". Un po' di delusione, a volte, può comunque essere utile per capire come migliorare e per alimentare una sana fame agonistica.

Talento e piede, del resto, ci sono: per il portacolori AlphaTauri si tratta soprattutto di fare esperienza. "Deve capire quando è al limite, ma sono fiducioso che lo porteremo sulla strada giusta", ha sottolineato il boss Tost, "perché ha una velocità innata incredibile".

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone