formula 1

23 Gran Premi per il 2023
Imola se la gioca con Le Castellet

Circola già una prima bozza del calendario del Mondiale F1 2022. I Gran Premio potrebbero essere 23, di cui due in Italia. Il...

Leggi »
formula 1

Mercedes lancia un assist al gruppo
Volkswagen: "Eliminare la MGU-H"

Come fare per coinvolgere in F1 un maggior numero di motoristi e che magari travolti dall'entusiasmo decidano di entrare ...

Leggi »
indycar

Laguna Seca - Gara
Herta non sbaglia, Palou vede il titolo

Colton Herta si è preso la rivincita per il difficile finale di Nashville nella "sua" Laguna Seca. Il californiano ...

Leggi »
F4 Spanish

Valencia - Gara 3
Øgaard firma la doppietta

1 - Sebastian Øgaard - Campos - 16 giri2 - Dilano Van't Hoff - MP Motorsport - 0”2363 - Filip Jenic - Teo Martin - 2”2094...

Leggi »
dtm

Assen - Gara 2
Vince Auer, Lawson secondo

Lucas Auer festeggia la sua prima vittoria stagionale nel DTM: l'austriaco ha fatto sua gara 2 ad Assen dopo essere parti...

Leggi »
F4 Spanish

Valencia - Gara 2
Macia penalizzato, primo Van’t Hoff

È stata una corsa davvero bella e combattuta quella che ha aperto la seconda giornata di gare dell’appuntamento di Valencia d...

Leggi »
1 Set [10:15]

Imola, gara 1: vittoria di Bettera

Al termine di una gara combattuta e spettacolare fino alla bandiera a scacchi, Enrico Bettera torna alla vittoria nella prima gara valevole per il quinto round di TCR Italy in corso ad Imola. Un successo che il bresciano di Pit Lane Competizioni ipoteca già dalla prima curva dove riesce a lasciare in scia una bagarre infuocata. A conquistare la posizione alle spalle della Audi RS3 Lms è Salvatore Tavano, abilissimo a districarsi tra le scintille degli inseguitori e compiendo una appassionante rimonta dalla settima posizione in griglia.

Risultato, questo, ancora più straordinario pensando agli avversari che si è ritrovato a fronteggiare sempre in Cupra, come Igor Stefanovski, terzo al traguardo davanti all’austriaco Felix Wimmer ed al secondo alfiere di Scuderia del Girasole, Matteo Greco, tutti in lotta per il podio fino alla bandiera a scacchi.  Vicinissimo ai rivali su vetture con cambio sequenziale, il terzo alfiere nei colori Cupra Racing, Eric Scalvini conquista la sesta posizione assoluta ed il successo del Trofeo Nazionale DSG dopo un corpo a corpo spettacolare con Matteo Bergonzini che resta così leader di categoria nei colori di BF Motorsport.

Tra le vetture dotate di cambio di derivazione di serie l’austriaco Günter Benninger sale sul terzo gradino del podio davanti alle altre Cupra dei compagni di colori Wimmer Werk Motorsport, Christian Voithofer e Peter Gross. Tra gli altri grandi protagonisti della bagarre per le posizioni di testa, Jacopo Guidetti è costretto al ritiro al quinto giro dopo aver accusato problemi in frenata sulla Audi RS3 Lms di BF Motorsport e quando lottava fianco a fianco con Stefanovski e Tavano per il terzo posto.

Sorte simile per un altro giovanissimo, Luca Segù, che alla prima uscita tricolore deve fermare la Honda Civic di Race Republic quando lottava per la settima posizione e per Raffaele Lissignoli che nel finale rientra definitivamente ai box dopo un problema elettrico che lo aveva costretto a partire ultimo e poi rimontare decimo sulla Cupra di Pit Lane Competizioni. Non è invece riuscito a prendere il via Max Mugelli fermato dallo stesso problema occorso in qualifica al leveraggio del cambio sulla Alfa Romeo Giulietta by Romeo Ferraris schierata da PRS Motorsport.

Con Marco Pellegrini costretto al ritiro a due giri dalla fine sulla sua Hyundai i30 N di Target Competition e proprio quando era in rincorsa furiosa su Tavano, il siracusano di Scuderia del Girasole by Cupra Racing riesce così a conquistare in solitaria la vetta tricolore distanziando il rivale diretto di 15 lunghezze e vedendo avvicinare a -22 il suo compagno di squadra Greco e a – 27 Bettera.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone