formula 1

Budapest - Qualifica
McLaren super, Norris e Piastri in 1.fila

San Paolo 2012, Budapest 2024. Sono trascorsi ben 12 anni da quando la McLaren aveva monopolizzato la prima fila di un Gran P...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – 3° giorno finale
Rovanperä-Ogier nel segno Toyota

Michele Montesano Non si arresta la marcia di Kalle Rovanperä. Il campione in carica del WRC ha ormai messo saldamente le man...

Leggi »
Formula E

Londra – Gara 1
Wehrlein vince e vede il titolo

Michele Montesano Tra i due litiganti il terzo gode. A due gare dal termine del campionato, il titolo di Formula E sembrava d...

Leggi »
FIA Formula 2

Budapest - Gara 1
Verschoor squalificato, vince Maini

Davide Attanasio - XPB ImagesNon esiste limite al peggio per Richard Verschoor (Trident). Ancora una volta, dopo aver vinto u...

Leggi »
F4 Italia

Le Castellet – Gara 1
Prima vittoria di Bohra

In una gara che ha visto pochi sorpassi e – per la prima volta in questa stagione – non ha richiesto l’intervento della safet...

Leggi »
Formula E

Londra - Qualifica 1
Evans in pole e accorcia su Cassidy

Michele Montesano Il finale della decima stagione di Formula E è ancora tutto da scrivere. Il doppio E-Prix di Londra segna l...

Leggi »
19 Apr [11:55]

Imola, libere 1
È subito duello Iron Lynx-VSR

Da Imola - Michele Montesano - Foto Maggi

A Imola è ufficialmente scattato il Super Trofeo Lamborghini Europa 2024. Giunto alla sua sedicesima edizione, il campionato riservato alle Huracán Super Trofeo Evo2 si articolerà su sei doppi eventi, prima di affrontare le World Finals che quest’anno saranno a Jerez de la Frontera a metà novembre. Una griglia, quella di quest’anno, ancora più ricca con ben 52 vetture al via. Il primo turno di prive libere ha visto subito il confronto tra le due squadre italiane Iron Lynx e Vincenzo Sospiri Racing.

Ad avere la meglio è stato Georgi Dimitrov che, in coppia con Edgar Maloigne, ha stampato un crono di 1’41”550 battendo Mattia Michelotto, anche quest’anno in equipaggio con Gilles Stadsbader. Proprio la coppia del VSR, che la scorsa stagione ha perso per un soffio il titolo di classe, si presenta qui a Imola con i favori dei pronostici. Terzo posto per il sempre temibile Amaury Bonduel, vincitore delle ultime finali mondiali, staccato di appena due decimi dalla vetta.

Esordio da incorniciare per l’esordiente Riccardo Ianniello. Nonostante i soli sedici anni, il romano è infatti il pilota più giovane al volante di una Lamborghini, l’alfiere del DL Racing ha stampato il quarto crono precedendo il più esperto Egor Orudzhev. In testa nelle prime fasi della sessione, il pilota dell’ART-Line non è riuscito a migliorare nel prosieguo delle libere.

Iron Lynx si è confermata al vertice anche nella graduatoria riservata ai ProAm con Claude-Yves Gosselin. Nonostante le sue sessantadue primavere, il francese è riuscito a staccare un crono di 1’42”258 ottenendo il nono tempo assoluto. Più attardati Milos Pavlovic, sulla Lambo griffata ASR, e Roee Meyuhas, alfiere Boutsen VDS, che hanno pagato, rispettivamente, un secondo e un secondo e mezzo da Gosselin.

Tra gli otto team al debutto quest’anno, lo Schumacher CLRT ha ottenuto il riferimento di classe Am con Stephane Guerin. Sedicesimo assoluto con un tempo di 1’43”395, il francese ha avuto la meglio sul pilota del VSR Stephane Tribaudini. Podio virtuale per Glenn McGee al volante della Huracán Evo2 gestita dal Leipert Motorsport. Infine a svettare nella Lamborghini Cup è stato il portacolori dell’ART-Line Shota Abkhazava.

Dopo aver siglato il miglior crono nei test collettivi, tenutisi proprio a Imola a inizio mese, Hampus Ericsson quest’oggi ha completato solamente tre tornate. Il fratello dell’ex Formula 1 e vincitore della 500 Miglia di Indianapolis 2022 prenderà parte al monomarca Lamborghini tra le file del Target Racing. Da segnalare che la sessione è stata inframezzata da tre bandiere rosse, per via dei piloti rimasti insabbiati nelle vie di fuga, di cui l’ultima ha chiuso anzitempo la sessione.

Venerdì 19 aprile 2024, libere 1

1 - Dimitrov-Maloigne - Iron Lynx - 1'41"550 - 22 giri
2 - Michelotto-Stadsbader - VSR - 1'41"633 - 22
3 - Amaury Bonduel - BDR - 1'41"752 - 20
4 - Ianniello-Testa - DL Racing - 1'41"931 - 21
5 - Egor Orudzhev - ART-Line - 1'41"962 - 12
6 - Ali-Söderström - Target - 1'42"134 - 23
7 - Gosselin-Leneutre - Iron Lynx - 1'42"258 - 19
8 - Bostandjiev-Lefterov - Iron Lynx - 1'42"347 - 21
9 - Amati-Salmenautio - Iron Lynx - 1'42"548 - 21
10 - Bergman-Luchetti - Stüttgart - 1'42"724 - 22
11 - Frassineti-Zanon - VSR - 1'42"755 - 22
12 - Ibrahim Badawy - DL Racing - 1'42"789 - 20
13 - Di Folco-Strignano - Rexal Villorba - 1'43"122 - 21
14 - Giuseppe Guirreri - GG Motorsport - 1'43"235 - 21
15 - Pavlović-Ruffini - Auto Sport - 1'43"248 - 19
16 - Stéphan Guerin - Schumacher - 1'43"395 - 22
17 - Bolger-Guidetti - Brutal Fish - 1'43"507 - 23
18 - Caglioni-Geraci - Oregon - 1'43"635 - 24
19 - Kuppens-Meyuhas - Boutsen VDS - 1'43"943 - 21
20 - Balthasar-Riegel - Leipert - 1'43"960 - 20
21 - Randazzo-Tribaudini - VSR - 1'44"245 - 19
22 - Gachet-Tirman - Schumacher - 1'44"267 - 17
23 - McGee-McIntosh - Leipert - 1'44"318 - 24
24 - Nahra-Enjalbert - Pegasus - 1'44"336 - 17
25 - Formanek-Rosina - Micanek - 1'44"422 - 20
26 - Shota Abkhazava - ART-Line - 1'44"461 - 19
27 - Cabirou-Quentin - CMR - 1'44"524 - 19
28 - Leimer-Piguet - Autovitesse - 1'44"673 - 22
29 - Galas-Pavlicek - Micanek - 1'44"718 - 23
30 - Locanto-Pezzucchi - DL Racing - 1'44"722 - 21
31 - Levet-Toth - Oregon - 1'44"889 - 22
32 - D.Privitelio-L.Privitelio - Rexal Villorba - 1'45"046 - 21
33 - Huilin Han - Target - 1'45"078 - 20
34 - Bortolato-Fontana - DL Racing - 1'45"122 - 6
35 - Lazzaroni-Valkre - DL Racing - 1'45"164 - 21
36 - Perolini-Davide Roda - Oregon - 1'45"168 - 20
37 - Lambert-Saleilles - Rexal Villorba - 1'45"322 - 20
38 - Biglieri-Matić - Auto Sport - 1'45"381 - 21
39 - Gillion-Lemeret - CMR - 1'45"527 - 22
40 - Nigel Bailly - ART - 1'45"527 - 12
41 - Ojjeh-Guastamacchia - Aggressive - 1'45"580 - 19
42 - A.Lewandowski-A.Lewandowski - Auto Sport - 1'45"682 - 22
43 - Lovinfosse-Mela - Schumacher - 1'46"062 - 12
44 - Oliver Freymuth - AKF - 1'46"481 - 19
45 - Holger Harmsen - GT3 - 1'46"569 - 22
46 - Keats-Martin - Brutal Fish - 1'46"702 - 22
47 - Marco Gersager - GM Motorsport - 1'46"846 - 22
48 - John Seale - Iron Lynx - 1'47"483 - 21
49 - Alfredo Hernandez Ortega - BDR - 1'48"071 - 23
50 - Serge Doms - DS Racing - 1'50"209 - 19
51 - Jerzy Spinkiewicz - Uniq - Senza crono - 4
52 - Hampus Ericsson - Target - Senza crono - 3
RS Racing