formula 1

Imola - Libere 2
Bottas leader, Leclerc sbatte

Valtteri Bottas è il dominatore della prima giornata di prove libere del GP dell'Emilia Romagna a Imola. Il finlandese ha...

Leggi »
formula 1

Imola - Libere 1
Mercedes davanti, Ferrari vicina

Prima sessione libera molto combattuta a Imola per il Gran Premio dell'Emilia Romagna. I piloti non si sono risparmiati, ...

Leggi »
formula 1

Weekend F1 ridotti a due giorni,
il boss Domenicali ha detto no

Weekend Formula 1 di due giorni, il piano è ormai nel cestino. Lo ha confermato il nuovo boss Stefano Domenicali, in un video...

Leggi »
indycar

L'IndyCar al via
Tanto talento, in cerca di personalità

L'IndyCar 2021 partirà dal Barber Motorsports Park questo weekend, con la tappa d'apertura della stagione in programm...

Leggi »
Super Trofeo Lamborghini

Parte da Monza con il pieno
di iscritti la stagione 2021

Sei doppi appuntamenti, 12 gare e una entry list di 16 team, con oltre 30 equipaggi al via e 15 rookie. Sono alcuni dei numer...

Leggi »
formula 1

AlphaTauri, aria di casa a Imola:
si punta al 5° posto nel Mondiale

L'autodromo di Imola dista solo 15 chilometri dalla sede di Faenza: l'AlphaTauri gioca davvero in casa al Gran Premio...

Leggi »
8 Apr [12:14]

In attesa del primo podio in McLaren,
Ricciardo sa già quale sarà il premio

Jacopo Rubino

Non è un bonus economico, ma per Daniel Ricciardo può valere anche di più: quando avrà conquistato il primo podio in McLaren, potrà guidare in premio una delle vetture di Dale Earnhardt, mito della Nascar che è stato suo idolo d'infanzia. È noto, ad esempio, che il pilota australiano abbia scelto di correre in Formula 1 con il numero 3 come omaggio "The Intimidator", scomparso purtroppo nel 2001 in un incidente alla 500 Miglia di Daytona.

La promessa viene direttamente da Zak Brown, amministratore delegato del team di Woking, che nella sua ampia collezione personale possiede la Chevrolet Monte Carlo con cui Earnhardt gareggiò nel 1984, chiudendo 4° in classifica generale con due vittorie, sugli ovali di Talladega e Atlanta.

Il "patto" è stato immortalato in un video diffuso online dalla stessa McLaren, all'interno della rubrica "Unboxed". Ricciardo ha ricevuto in regalo un modellino in scala di quella Chevrolet, e mentre apre la scatola Brown si rivolge a lui dicendo "puoi tenerla come bonus per la firma", proseguendo: "Penso che con il tuo primo podio, potrai fare un giro su quella vera. Spero ti dia un po' di motivazione, anche se non hai bisogno...".



Questa volta niente pegni, quindi, a differenza di quanto stabilito in Renault con l'ex team principal Cyril Abiteboul: dopo il primo podio insieme, il francese doveva tatuarsi un disegno scelto dallo stesso Daniel. Con il terzo posto raggiunto al Gran Premio dell'Eifel 2020, Abiteboul sarebbe tenuto a onorare l'accordo seppur, fino ad ora, il tatuaggio rimanga da incidere.

"Purtroppo non è ancora stato fatto, ma lo sarà. Ci siamo salutati ricordando che c'era una questione in sospeso", raccontava Ricciardo a febbraio al lancio della McLaren, la sua nuova scuderia. Con Brown il gioco non si poteva ripetere: "Ad un pranzo ha affermato di odiare gli aghi, penseremo a qualcos'altro. So che ha una bella collezione di auto, magari ne scommetteremo una", già ipotizzava Daniel. Ed ecco che il suo attuale boss ha trovato la soluzione.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone