Rally

Rally Finlandia – Finale
Tanak vince contenendo Rovanpera

Michele Montesano Ott Tanak, vincendo il Rally di Finlandia, ha spezzato ancora una volta il dominio di Kalle Rovanpera nell...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 3° giorno finale
Tanak 1°, ma Rovanpera è in agguato

Michele Montesano Il finale del Rally di Finlandia, ottavo round del WRC, si preannuncia una volata a due. Con ancora 4 Prov...

Leggi »
formula 1

Piastri diventa l'incubo di Ricciardo
L'incredibile pasticcio dell'Alpine

Non ha mai disputato un Gran Premio, non ha mai avuto l'occasione di partecipare un turno libero del venerdì, al volante ...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 3° giorno mattino
Tanak allunga, Rovanpera sale sul podio

Michele Montesano La pioggia, che ha accolto il sabato mattina del Rally di Finlandia, non ha fermato i protagonisti del WR...

Leggi »
Rally

Rally Finlandia – 2° giorno finale
Tanak sente la pressione di Lappi

Michele Montesano Vietato abbassare la guardia nel Rally di Finlandia. Lo sanno bene Ott Tanak ed Esapekka Lappi, i veri pro...

Leggi »
F4 Spanish

Intervista a Valerio Rinicella
"F4 spagnola molto competitiva,
devo migliorare la gestione dei duelli"

Nel 2022 solamente due piloti italiani sono riusciti a salire sul podio in un campionato di Formula 4. Da una parte c’è Andre...

Leggi »
15 Mag [8:00]

Indy Road, gara: Herta vince la lotteria

Marco Cortesi

Colton Herta ha centrato a Indianapolis, sulla configurazione stradale dello Speedway, un'inattesa vittoria dalla settima fila, in una gara caratterizzata da tanti errori e da un meteo altalenante. La pioggia del pre-corsa aveva convinto a partire con le rain, ma presto era emersa la necessità di passare alle slick. Herta è stato il primo a rientrare, e nonostante abbia faticato a tenere la macchina in pista, quando anche gli altri si sono fermati, è passato secondo. Con gomme calde, ha poi sopravanzato facilmente (ma non troppo) Pato O'Ward.

Nella stessa circostanza, Alex Palou si è girato da solo, finendo sotto di un giro, mentre Josef Newgarden è venuto a contatto con Alexander Rossi e Jack Harvey, senza più riuscire a recuperare. Da lì, la gara è diventata un'unica, grande attesa per un temporale che sembrava non arrivare mai. Qualcuno (come Alexander Rossi) ha messo gomme da bagnato alle prime gocce, ma la mossa si è rivelata sbagliata. Il resto del gruppo, Herta incluso, è stato più prudente, passando ad un altro set di slick quando i treni di Firestone iniziali erano arrivati a fine vita.

Il leggero scroscio nelle fasi centrali ha poi mietuto altre vittime, con O'Ward andato in testacoda da solo in fase di re-start, centrando Felix Rosenqvist e rompendogli l'ala. Il messicano e lo svedese erano stati anche 1-2 al comando dei primi giri. Nel finale, le nuvole si sono addensate ed è ricominciato a piovere, stavolta più forte. Mentre Herta e gli altri rientravano per mettere le rain, alcuni hanno provato a restare in pista con le slick, senza esito. Scott McLaughlin ha buttato via un piazzamento da top-5 con questa mossa rischiosa, finendo in testacoda con la safety-car. Anche O'Ward ci ha provato fino alla fine, contando sulle safety-car, ma si è dovuto arrendere all'evidenza quando l'acqua è aumentata.

Chi invece, passo dopo passo, ha approfittato degli errori senza commetterne, è stato Simon Pagenaud, che è giunto secondo, dalla decima fila al via. Finalmente un buon risultato per il team Meyer-Shank su una pista amica. Al terzo posto ha invece concluso Will Power, che nella sua nuova modalità da "ragioniere" non ha mai finito oltre il quarto posto quest'anno e ha agguantato la vetta del campionato.

A testimoniare quanti sono stati i ribaltamenti di fronte, il quarto posto è andato a Marcus Ericsson, protagonista di un contatto che aveva portato il team Ganassi a cambiare l'ala posteriore della sua vettura, mentre quinto ha concluso Conor Daly, autore di un'uscita di pista. Anche per Rosenqvist c'è stato un buon sesto posto, tutto considerato, mentre Callum Ilott ha tagliato il traguardo ottavo, tra Takuma Sato e Christian Lundgaard, arrivando anche al contatto coi rivali sotto la bandiera a scacchi.

Sabato 14 maggio 2022, gara

1 - Colton Herta (Dallara-Honda) – Andretti - 75 giri
2 - Simon Pagenaud (Dallara-Honda) – Shank - 3"0983
3 - Will Power (Dallara-Chevy) – Penske - 7"1538
4 - Marcus Ericsson (Dallara-Honda) – Ganassi - 7"8193
5 - Conor Daly (Dallara-Chevy) – ECR - 9"6535
6 - Felix Rosenqvist (Dallara-Chevy) – McLaren - 11"0949
7 - Takuma Sato (Dallara-Honda) – Coyne - 11"5104
8 - Callum Ilott (Dallara-Chevy) - Juncos Hollinger - 11"5105
9 - Christian Lundgaard (Dallara-Honda) – RLL - 11"8047
10 - Scott Dixon (Dallara-Honda) – Ganassi - 13"9916
11 - Alexander Rossi (Dallara-Honda) – Andretti - 16"7300
12 - David Malukas (Dallara-Honda) – Coyne - 17"9817
13 - Jack Harvey (Dallara-Honda) – RLL - 19"5748
14 - Helio Castroneves (Dallara-Honda) – Shank - 24"4881
15 - Tatiana Calderon (Dallara-Chevy) – Foyt - 31"9259
16 - Graham Rahal (Dallara-Honda) – RLL - 41"8037
17 - Romain Grosjean (Dallara-Honda) – Andretti - 1 giro
18 - Alex Palou (Dallara-Honda) – Ganassi - 1 giro
19 - Pato O’Ward (Dallara-Chevy) – McLaren - 1 giro
20 - Scott McLaughlin (Dallara-Chevy) – Penske - 1 giro
21 - Devlin DeFrancesco (Dallara-Honda) – Andretti - 2 giri
22 - Jimmie Johnson (Dallara-Honda) – Ganassi - 2 giri
23 - Rinus VeeKay (Dallara-Chevy) – ECR - 2 giri
24 - Juan Pablo Montoya (Dallara-Chevy) – McLaren - 3 giri
25 - Josef Newgarden (Dallara-Chevy) – Penske - 15 giri
26 - Kyle Kirkwood (Dallara-Chevy) – Foyt - 22 giri
27 - Dalton Kellett (Dallara-Chevy) – Foyt - 41 giri

In campionato
1. Power 170; 2. Palou 156; 3. McLaughlin 152; 4. Newgarden 140; 5. Dixon 133.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone