F4 Nel mondo

La F4 UAE per prima schiererà le
Tatuus di seconda generazione con halo

Il FIA Formula 4 UAE Championship powered by Abarth sarà la prima serie per monoposto di Formula 4 a schierare per la stagion...

Leggi »
indycar

VeeKay in forse per Road America
Ware debutta con Coyne

Infortunio alla clavicola per Rinus VeeKay, che è ora in dubbio per la tappa IndyCar a Road America. Il giovane pilota olande...

Leggi »
formula 1

Il "nuovo" Tsunoda funziona:
in Francia per confermarsi

In Formula 1 ci sono fatti non casuali, e casuale, forse, non è stato nemmeno il settimo posto di Yuki Tsunoda a Baku. Messo ...

Leggi »
formula 1

Più spettacolo a Le Castellet?
Il nuovo asfalto come speranza

Quando il Gran Premio di Francia è stato cancellato dal calendario 2020 a causa della pandemia, probabilmente, sono stati in ...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
19 Mag [11:43]

Keselowski pronto a passare
in Roush da pilota e co-proprietario

Marco Cortesi

Colpaccio di Brad Keselowski. Il campione della Cup Series 2012 e secondo classificato dello scorso anno sarebbe in procinto di annunciare il suo passaggio dal 2022 al Roush Fenway Racing, ma non solo. Secondo varie fonti USA, l'accordo comprende anche una quota sociale della scuderia, pronta a diventare Roush Fenway Keselowski Racing.

A 37 anni, l'attuale portacolori di Penske si prepara a compiere uno step importante: non si tratterebbe solo di una questione di nome, ma anche di un ruolo manageriale attivo nel tentativo di far tornare la squadra diretta da Jack Roush allo splendore di un tempo.  Dopo i titoli 2004 e 2005, il team di Roush ha progressivamente perso smalto, nonostante l'arrivo come investitore di John Henry con il gruppo Fenway (proprietario anche dei Boston Red Sox e dell'FC Liverpool).

L'operazione sarebbe simile a quella che aveva portato Tony Stewart ad associarsi con Gene Haas. Il pilota dell'Indiana è stato l'ultimo pilota in ordine di tempo a laurearsi campione con una squadra che portava il suo nome. Keselowski non è a secco di esperienza: sin dai primi anni in NASCAR ha gestito una scuderia a suo nome, e la sua famiglia ha fatto correre per anni il team K-Automotive Racing.

Per altro, Keselowski e famiglia gestiscono un'azienda di produzione di componenti ad alta tecnologia, la Keselowski Advanced Manufacturing, che potrebbe trovare sbocchi commerciali molto importanti in partnership con Roush Engineering, ramo tecnologico che affianca la scuderia. 



Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone