formula 1

Il test Ferrari a Fiorano
Sainz e Leclerc, un buon allenamento

La Ferrari ha concluso ieri la seconda giornata di test sul circuito di Fiorano, prove svolte con la SF71H del 2018.  Ad...

Leggi »
Rally

Sandro Munari è tornato a casa
Il ‘Drago’ ha sconfitto una polmonite

Michele Montesano Dopo aver lasciato tutto il mondo dei motori in apprensione e con il fiato sospeso, Sandro Munari ci ha r...

Leggi »
FIA Formula 3

Francesco Pizzi debutta
in Formula 3 con Charouz

Francesco Pizzi farà il proprio debutto nel FIA Formula 3 con il team Charouz nel 2022. Il 17enne di Frascati al momento è l’...

Leggi »
formula 1

Singapore rinnova con la F1,
in calendario fino al 2028

Il Gran Premio di Singapore sarà nel calendario di Formula 1 fino al 2028: è ufficiale il rinnovo dell'accordo fra Libert...

Leggi »
formula 1

La FIA boccia i test Ferrari SF21
Cambia poco, si girerà con la SF71H

Come vogliamo chiamarlo? Disguido? Mancanza di comunicazione? Leggerezza? Distrazione? La Ferrari aveva fatto sapere al mond...

Leggi »
formula 1

Gasly si allena a Imola
con l'Alpha Tauri 2020

Giornata di riscaldamento, si fa per dire considerando i 2-3 gradi di temperatura, per l'Alpha Tauri. Sul circuito di Imo...

Leggi »
10 Gen [8:40]

LA Coliseum pronto per il Busch Clash
Un'apertura... da stadio

Marco Cortesi

Continuano i preparativi per la prima gara della stagione NASCAR, in programma il 6 febbraio al Los Angeles Coliseum. La categoria americana è pronta ad un nuovo inizio, con il debutto della vettura di settima generazione che cambierà tantissimi degli assiomi visti finora. Dalle sospensioni indipendenti, alle ruote con monodado, alle carrozzerie in composito, e alle numerosissime parti in arrivo da monofornitori.

Anche a livello sportivo, l’evoluzione è evidente. Dopo l’era dei grandi circuiti da un miglio e mezzo, tutti uguali ma capaci di contenere molte persone, la riduzione del pubblico ha portato a rivalutare le piste più piccole, un po’ un ritorno al passato. E al Coliseum, la pista sarà piccolissima, essendo ricavata in uno stadio. Si sta completando la stesura dell’asfalto, che coprirà integralmente la superficie con i garage nel mezzo. La pista sarà da un quarto di miglio, poco più di 400 metri. In pista ci saranno al massimo 23 vetture per la finalissima di un weekend unico.




Prima ci saranno quattro batterie da 10 vetture ciascuna e 25 giri di durata, velocissime, 10 chilometri. I quattro migliori di ciascuna arriveranno in finale, mentre altri sei posti saranno attribuiti con due ripescaggi da 50 giri. L’ultimo posto nella griglia della finale sarà poi riservato al miglior classificato del 2021 rimasto altrimenti fuori dai giochi. In quello che è diventato il suo mercato principale, quello della California, la NASCAR inizierà le attività con libere e qualifiche al sabato. La prima gara sarà a mezzogiorno di domenica (18 ora italiana), mentre la finale sarà alle 15:00 (21 italiane), su una distanza di 150 giri, 60 chilometri.

Obiettivo vincere, ma anche evitare di distruggere vetture appena approntate e che potrebbero servire la settimana successiva alla 500 Miglia di Daytona. Quest’anno, ogni pilota avrà a disposizione solo 7 auto per la stagione, e non saranno tutte pronte all’inizio. Anche questa nuova regola sarà subito messa alla prova, visto che dalla California si andrà in Florida, e poi ancora in California.

Ci si attende un grande spettacolo: i posti sono in vendita a partire da 65 dollari (ma solo 10 dollari per i bambini) e l’idea è quella di occuparli tutti: l’occasione sarà unica.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone