formula 1

Monaco - Libere 2
Leclerc-Sainz divisi da 44 millesimi

Segue commentoVenerdì 27 maggio 2022, libere 21 - Charles Leclerc (Ferrari) - 1'12"6562 - Carlos Sainz (Ferrari) - 1...

Leggi »
formula 1

Monaco - Libere 1
Leclerc fa gli onori di casa

Montecarlo è casa sua. Ci è cresciuto, le strade che formano il tracciato del Gran Premio le frequentava fin da piccolo sogna...

Leggi »
FIA Formula 2

Monaco - Qualifica
Pole di Lawson, ma da valutare

Pole-position con il giallo nella qualifica di Formula 2 a Montecarlo, letteralmente: l'autore del miglior tempo è stato ...

Leggi »
Rally

Loeb al via del Safari Rally
In Kenya con la Ford Puma Rally1

Michele Montesano L’indiscrezione circolava già nel corso del Rally del Portogallo, ma sono serviti altri giorni affinché t...

Leggi »
Regional by Alpine

Monaco - Qualifica
Dino lascia l'impronta

Con un gran giro finale Dino Beganovic è riuscito a strappare il miglior tempo assoluto nella qualifica di Monaco della Formu...

Leggi »
nascar

Raikkonen in NASCAR Cup
A Watkins Glen con Trackhouse

Sarà Kimi Raikkonen il primo pilota di caratura internazionale a correre con il team Trackhouse nell'ambito del nuovo pro...

Leggi »
6 Mag [19:47]

La Ferrari nel mirino dei rivali
per il fondo usato nei test di Imola

Jacopo Rubino

A Miami nasce forse il primo caso tecnico della stagione 2022 di Formula 1. Nel mirino, la Ferrari e il suo fondo: secondo alcuni team avversari, la squadra di Maranello potrebbe aver sfruttato i test Pirelli della scorsa settimana a Imola per sperimentare una evoluzione anti-porpoising, cosa non consentita però dal regolamento. Due team (uno potrebbe essere la McLaren) hanno così chiesto alla FIA di verificare con una procedura formale.

La Ferrari ha partecipato alla seconda giornata di prove dedicate allo sviluppo dei pneumatici 2023, insieme ad Alfa Romeo e AlphaTauri. Sulla F1-75 al mattino è stato al volante Charles Leclerc, mentre nel pomeriggio è subentrato Carlos Sainz, e tra le due sessioni si sono notate in effetti differenze nella sagomatura del pattino nella zona davanti alle ruote posteriori, più "seghettata" quando era all'opera il pilota spagnolo.

Le regole parlano chiaro: nei test per conto della Pirelli non è possibile collaudare nuove componenti, e quelle montate devono essere già state utilizzate in almeno un weekend di gara o in test ufficiali, come quelli pre-campionato. Le modifiche di assetto o le sostituzioni di parti sono concesse solo per venire incontro a eventuali esigenze del fornitore di pneumatici.

Per Autosport, Leclerc ha girato con il fondo montato in Bahrain, mentre i dubbi sono sulla versione utilizzata da Sainz. Gli uomini di Maranello sarebbero però tranquilli di poter dimostrarne la conformità, ma c'è anche l'ipotesi che il regolamento sia stato interpretato attorno alla definizione di "componente". Un disegno rivisto potrebbe non valere come nuova specifica.

Il fondo non dovrebbe comunque utilizzato per questo fine settimana, in cui a livello aerodinamico viene solo introdotta una ala posteriore a basso carico.

Aggiornamento: tutto ok per la FIA
Caso già chiuso, a quanto pare: sempre Autosport riporta che, dopo un chiarimento nel paddock di Miami, la FIA sarebbe soddisfatte dei chiarimenti ricevuti dalla Ferrari. La specifica del fondo utilizzato da Carlos Sainz nei test di Imola era già stata montata in precedenti occasioni ufficiali, rispettando quindi le regole. La sostituzione rispetto al mattino si era necessaria per alcuni danni rimediati.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone