formula 1

Ben Sulayem investigato per
l'esito del GP di Jeddah 2023

Non c'è che dire, se i risultati in pista dei Gran Premi di F1 sono quanto meno scontati per via del dominio Red Bull, il...

Leggi »
World Endurance

Il BoP un male inevitabile nel WEC
purché usato nella giusta maniera

Michele Montesano - XPB Images Come prevedibile, a conclusione della 1812 km del Qatar si è tornato a parlare di BoP. Al di ...

Leggi »
formula 1

McLaren sotto le aspettative
Attesi importanti sviluppi

Massimo Costa - XPB Images La stagione 2023 per la McLaren si era conclusa in maniera brillantissima, con una seconda parte d...

Leggi »
World Endurance

Peugeot: oltre il danno la beffa
Squalificati Vergne-Müller-Jensen

Michele Montesano Dalla gioia di un podio tanto inseguito e finalmente alla portata, all’amara delusione della squalifica. C...

Leggi »
formula 1

Jos Verstappen attacca Horner
e terremota il team Red Bull

Chi ci legge da anni, conosce il nostro pensiero su Jos Verstappen, padre del pilota Max Verstappen. Un personaggio sempre&nb...

Leggi »
World Endurance

Lusail – Gara: dominio Porsche
Tripletta in Hypercar, vittoria in LMGT3

Michele Montesano La stagione 2024 del FIA WEC è iniziata nel segno della Porsche. Sempre al vertice, fin dalle prime sessio...

Leggi »
5 Feb [20:20]

La Sauber diventa Stake F1 Team
Una nuova estetica per il rilancio

Massimo Costa

Alessandro Alunni Bravi lo ha detto più volte durante la stagione 2023: “Non stiamo ottenendo i risultati voluti, dobbiamo migliorare”. Per il team Sauber, lo scorso anno è stato piuttosto deludente. Penultimi nella classifica costruttori con appena 16 punti conquistati. Peggio ha fatto soltanto il team Haas con 12 punti. La C43 non è stata all’altezza della situazione ed anche Valtteri Bottas e Guan Yu Zhou, confermatissimi per questo 2024, non sono sembrati particolarmente ispirati. La voglia di riscatto per la squadra con sede a Hinwil, in Svizzera, è tanta.

Concluso il rapporto di sponsorizzazione con l’Alfa Romeo, ora è arrivato il brand Stake che darà il nome alla squadra, e la C44 spinta dalla power unit Ferrari dovrà essere la monoposto che permetterà a Bottas e Zhou di dare un senso al campionato che inizierà tra poco meno di un mese in Bahrain. Il gran lavoro in atto a Hinwil è comunque rivolto al 2026, quando scatterà ufficialmente l’avventura in F1 dell’Audi. L’Audi Sauber ricalcherà quanto avvenuto con la BMW nel periodo 2006-2009, ma con l’augurio che il binomio sia ben più duraturo, consistente e vincente.

Bottas si gioca le ultime carte per rimanere in F1 cercando di convincere la dirigenza Audi che potrebbe essere il pilota giusto per sviluppare motore e telaio, Zhou dovrà uscire dall’anonimato, ma non sembra avere le caratteristiche per divenire l’uomo giusto per un grande costruttore molto ambizioso. Non a caso si fa insistemente il nome di Carlos Sainz, orfano della Ferrari a partire dal 2025 e dunque in posizione perfetta per entrare a fare parte del progetto Audi. Vedremo, perché le possibilità per Sainz possono essere diverse e rispondono al nome di Red Bull e Mercedes.