formula 1

Dosare le risorse fra 2021 e 2022:
il dilemma di Red Bull e Mercedes

Da un lato c'è da preparare la rivoluzione tecnica 2022, ormai dietro l'angolo, dall'altro c'è il presente, c...

Leggi »
formula 1

Primo GP di casa per l'Alpine,
che deve crescere sul passo-gara

Si avvicina il Gran Premio di Francia, quello di casa per l'Alpine, il marchio scelto dal gruppo Renault per identificare...

Leggi »
indycar

Detroit - Gara 2
Vittoria-spettacolo di O'Ward

Successo e leadership del campionato di un punto per Pato O’Ward nel secondo appuntamento del fine settimana IndyCar a Detroi...

Leggi »
World Endurance

Portimao - Gara
Doppietta per Toyota, Jota e Ferrari

Michele Montesano Non poteva esserci miglior modo per festeggiare la 100ª gara fra i prototipi nel Mondiale Endurance per la...

Leggi »
indycar

Detroit 1 - Gara
Prima vittoria di Ericsson

Marcus Ericsson ha conquistato a Detroit la sua prima vittoria in IndyCar per il team Ganassi. Il pilota svedese, che si è tr...

Leggi »
indycar

Bandiera rossa a Detroit
Brutto incidente per Felix Rosenqvist

Brutto incidente per Felix Rosenqvist nella prima gara del weekend IndyCar di Detroit. Il pilota svedese è finito dritto nell...

Leggi »
6 Giu [12:36]

La scomparsa di Ojjeh,
storico azionista McLaren

Jacopo Rubino - XPB Images

È scomparso a 68 anni Mansour Ojjeh, storico azionista McLaren. La notizia è stata confermata ufficialmente dalla squadra di Woking nella domenica del Gran Premio dell'Azerbaijan: "Mister Ojjeh si è spento pacificamente questa mattina a Ginevra, circondato dalla sua famiglia", si legge nella breve nota diffusa. Tutto il mondo della Formula 1 sta già esprimendo il proprio cordoglio.

Ojjeh, imprenditore franco-saudita, era diventato socio McLaren nel 1984 attraverso la sua compagnia TAG, acronimo di Techniques d'Avant Garde, dopo un breve periodo da sponsor Williams. Proprio in quella stagione il team capitanato da Ron Dennis iniziò il suo ciclo vincente a cavallo degli anni Ottanta e Novanta, conquistando il titolo con Niki Lauda (e Alain Prost secondo per mezzo punto) utilizzando i motori turbo TAG-Porsche.

Ojjeh deteneva tutt'ora il 14% del McLaren Group, oggetto di vari riassetti negli ultimi anni, restando nell'azionariato anche dopo la definitiva uscita di scena di Dennis nel 2017. Nel 2013 Ojjeh era stato sottoposto a un dobbio trapianto di polmoni, dopo aver sofferto di fibrosi polmonare, ma da allora era stato presente nel paddock F1 in varie altre occasioni: l'ultima nel 2019 in Ungheria.

"Mansour è stato nel cuore e nell'anima di questo team per quasi quarant'anni, ed è stato determinante dei suoi successi. È stato un gigante di questo sport, seppur discreto e modesto con tutte le persone che incontrava", ha commentato Zak Brown, attuale amministratore delegato del team McLaren. "I suoi modi gentili, la sua intelligenza e il suo senso dell'umorismo hanno toccato tutti coloro che hanno avuto la fortuna di conoscerlo".

Prima del via della gara di oggi a Baku, sarà osservato un minuto di silenzio già previsto per la morte di Max Mosley, ex presidente FIA, e ora dedicato anche a Ojjeh.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone