formula 1

Brawn se ne va in pensione
Un gigante che ha vinto tutto

"Ora è il momento giusto per me di ritirarmi". Una frase chiara, che sembra non ammettere repliche. L'ha scritt...

Leggi »
formula 1

Vettel erede di Marko
nel team Red Bull?

L'idea lanciata da Helmut Marko è certamente suggestiva: Sebastian Vettel suo erede all'interno del team Red Bull. Al...

Leggi »
formula 1

Finalmente sono arrivate le
finte dimissioni di Binotto

Sono giorni non facili per il presidente della Ferrari John Elkann che ha appena licenziato il team principal Mattia Binotto,...

Leggi »
FIA Formula 2

PHM si unisce a Charouz per i
campionati di Formula 2 e Formula 3

La notizia era nell’aria ormai da qualche mese. Il team PHM, che nel 2022 ha rilevato la struttura di Formula 4 di Mucke per ...

Leggi »
Rally

Extreme E a Punta del Este
Loeb-Gutierrez, rimonta da campioni

Michele Montesano Finale vietato ai deboli di cuore quello andato in scena a Punta del Este. Il Team X44 di Lewis Hamilton ...

Leggi »
wtcr

Jeddah - Gara 2
Magnus vince e chiude un capitolo

Michele Montesano Tagliando per primo il traguardo del tracciato cittadino di Jeddah, Gilles Magnus ha vinto l’ultima manche...

Leggi »
5 Giu [15:20]

Le Castellet - Gara 2
Minì resiste a Beganovic

Da Le Castellet - Mattia Tremolada - Dutch Photo Agency

È entrato nel vivo il confronto tra Gabriele Minì e Dino Beganovic, protagonisti di una battaglia senza esclusione di colpi nella seconda corsa della Formula Regional by Alpine a Le Castellet. Il pilota italiano l’ha infatti spuntata nella qualifica di stamane, ma nel corso del primo giro di gara il portacolori Prema si è subito sbarazzato di Gabriel Bortoleto, mettendosi nella scia del leader. Beganovic ha attaccato a più riprese, ma Minì ha resistito con tenacia, tagliando il traguardo vincitore dopo aver rintuzzato anche gli ultimi tentativi di sorpasso dell’antagonista al titolo nel corso dell’ultimo passaggio.

Grazie al secondo successo stagionale Minì è salito in seconda posizione nella classifica piloti, portandosi a +10 nei confronti di Hadrien David, quinto al termine di una bella rimonta dall’ottava piazza. Beganovic conserva però un grande vantaggio, che alla vigilia del giro di boa ammonta a 165 punti, ben 63 in più rispetto a Minì. Il pilota Ferrari Driver Academy non è riuscito a vincere in Francia, ma ha comunque portato a casa 36 punti pesanti, uno in più rispetto al portacolori ART.



Dopo aver scavalcato Gabriel Bortoleto, Kas Haverkort ha tentato di inserirsi nel duello per la vittoria, tagliando il traguardo a meno di un secondo di ritardo dalla vetta. Poco distante ha chiuso il vincitore di gara 1 Paul Aron, mentre David ha preceduto Bortoleto e Michael Belov, scivolato settimo dopo aver occupato anche la quinta piazza. Rimonta di forza di Mari Boya, che ha scalvacato Lorenzo Fluxa, ancora una volta brillante in qualifica ma non altrettanto in gara, e il duo di Trident composto da Roman Bilinski e Tim Tramnitz, che hanno regalato la doppietta in classe rookie alla squadra di Maurizio Salvadori.

15esima piazza in rimonta per Pietro Delli Guanti, bravo a risalire dall’11esima fila dello schieramento, così come Francesco Braschi, da 31esimo a 18esimo, e Pietro Armanni, da 30esimo a 22esimo. Sfortunato invece Leonardo Fornaroli, costretto ad una manovra evasiva per evitare l’incidente che ha coinvolto Owen Tangavelou, Maceo Capietto e Victor Bernier al termine del primo giro. Il 17enne di Piacenza è scivolato in 30esima posizione, risalendo poi fino al 24esimo posto.

La corsa è stata caratterizzata da due lunghi periodi di safety car. Il primo dovuto all’incidente che ha visto coinvolti i tre piloti francesi Tangavelou, Capietto e Bernier, mentre anche nel secondo caso è stato un pilota di casa, Esteban Masson, a causare l’intervento della vettura di sicurezza, che ha congelato le ostilità per quasi dieci minuti a causa della disorganizzazione dei commissari di percorso.

Domenica 5 giugno 2022, gara 2

1 - Gabriele Minì - ART - 14 giri in 33’04”929
2 - Dino Beganovic - Prema - 0”287
3 - Kas Haverkort - VAR - 0”950
4 - Paul Aron - Prema - 1”591
5 - Hadrien David - R-Ace - 2”457
6 - Gabriel Bortoleto - R-Ace - 2”885
7 - Michael Belov - MP Motorsport - 3”486
8 - Mari Boya - ART - 3”850
9 - Lorenzo Fluxa - R-Ace - 4”286
10 - Roman Bilinski - Trident - 5”190
11 - Tim Tramnitz - Trident - 5”602
12 - Sebastian Montoya - Prema - 6”258
13 - Joshua Durksen - Arden - 7”099
14 - Laurens Van Hoepen - ART - 7”321
15 - Pietro Delli Guanti - RPM - 8”049
16 - Eduardo Barrichello - Arden - 8”754
17 - Santiago Ramos - KIC - 9”270
18 - Francesco Braschi - KIC - 9”976
19 - Keith Donegan - RPM - 11”667
20 - Sami Meguetounif - MP Motorsport - 11”986
21 - Noel Leon - Arden - 12”218
22 - Pietro Armanni - Monolite - 12”919
23 - Matias Zagazeta - G4 Racing - 13”422
24 - Leonardo Fornaroli - Trident - 13”674
25 - Axel Gnos - G4 Racing - 14”118
26 - Joshua Dufek - VAR - 14”300
27 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 14”781
28 - Piotr Wisnicki - KIC - 15”211
29 - Nicolas Baptiste - FA Racing - 15”506
30 - Cenyu Han - Monolite - 1 giro

Ritirati
Esteban Masson
Owen Tangavelou
Victor Bernier
Maceo Capietto
Levente Revesz

Il campionato
1.Beganovic 165 punti; 2.Minì 102; 3.David 92; 4.Aron 85; 5.Belov 77; 6.Haverkort 76; 7.Bortoleto 69; 8.Boya 54; 9.Fluxa 21; 10.Montoya 20; 11.Fornaroli 11; 12.Durksen, Tramnitz 9; 14.Van Hoepen 8; 15.Capietto, Leon 3; 17.‍‍Meguetounif 2; 18.Dufek, Bilinski 1.‍‍‍

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone