Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
16 Giu [12:34]

Le Mans – Ore 12
Cadillac al comando,
Ferrari AF Corse KO

Da Le Mans - Michele Montesano

È ancora tutto da scrivere l’esito finale della 24 Ore di Le Mans. Se fino a qualche ora fa la lotta per la vittoria sembrava ristretta tra Porsche e Toyota, a tornare di diritto nella mischia sono ora anche Ferrari e Cadillac. La safety car, entrata per mettere in sicurezza l’Aston Martin Vantage di Daniel Mancinelli, ha nuovamente ricompattato le vetture. Così alla ripartenza Robert Shwartzman e Antonio Fuoco hanno iniziato a lottare contro Sebastien Buemi per il gradino più basso del podio.

Dopo essersi sbarazzato della Toyota, allo scoccare della ventesima ora, Fuoco ha rotto gli indugi sorpassando anche la Porsche di Frederic Makowiecki. Il francese è poi stato sanzionato con un drive through, per non aver rispettato la procedura dello Slow Zone, scivolando all’ottavo posto. Con la strada spianata, è quindi toccato a Shwartzman replicare la mossa del pilota calabrese.

Quando sembrava già tutto pronto per la doppietta Ferrari, nel rientrare ai box, la Ferrari 499P di AF Corse è stata avvolta dal fumo proveniente dall’avantreno. Se inizialmente si pensava fosse l’alta temperatura dei freni, il problema si è rivelato ben più grave. A tradire il mezzo è stato il sistema ibrido che ha ceduto sulla 499P LMH di AF Corse.

Ad approfittarne è stata la Cadillac di Alex Palou che ha guadagnato la testa della corsa seguita dalle Toyota di Buemi e Kamui Kobayashi. Dopo aver effettuato le soste, le Ferrari superstiti occupano il quarto e il quinto posto con Fuoco e James Calado. Sesta la prima delle Porsche 963 LMDh, quella di Kevin Estre. Da segnalare il dritto a Indianapolis di Jack Aitken che ha danneggiato l’anteriore della Cadillac V-Series.R.

Prosegue il duello in LMP2. Il Vector Sport può contare solamente un vantaggio risicato nei confronti dell’Idec Sprt. Ancora in lizza per la vittoria anche l’Inter Europol Competition che lo scorso anno aveva sbancato proprio a Le Mans.

Rimasta sola al comando, la Porsche del Manthey ha un margine di oltre dieci secondi sulla BMW M4 GT3 portata in pista dall’esperto Augusto Farfus. Sorpasso completato per le Iron Dames nei confronti della Ford Mustang. Fuori dai giochi la McLaren dello United Autosports costretta a fermarsi lungo il circuito.

Domenica 16 giugno 2024, classifica parziale alle ore 12:00 (top-10)

1 - Bamber-Lynn-Palou (Cadillac V-LMDh) - Cadillac - 249 giri
2 - Buemi-Hartley-Hirakawa (Toyota GR010) - Toyota - 4"587
3 - Lopez-Kobayashi-de Vries (Toyota GR010) - Toyota - 4"793
4 - Pier Guidi-Calado-Giovinazzi (Ferrari 499P) - Ferrari - 14"953
5 - Fuoco-Molina-Nielsen (Ferrari 499P) - Ferrari - 18"492
6 - Estre-Lotterer-L. Vanthoor (Porsche 963) - Penske - 28"109
7 - Stevens-Nato-Ilott (Porsche 963) - Jota - 1'04"136
8 - Campbell-Christensen-Makowiecki (Porsche 963) - Penske - 1'09"998
9 - Button-Hanson-Rasmussen (Porsche 963) - Jota - 1'26"418
10 - Vandoorne-Di Resta-Duval (Peugeot 9X8) - Peugeot - 1 giro