1 Gen [14:38]

McLaren - Voto 7,5
Con Sainz e Norris, l'uscita dal tunnel

Share On Facebook Share On Twitter Share On Linkedin Share On Mail Share On Google+
Massimo Costa

Finalmente la McLaren è uscita dal tunnel in cui si era ficcata a partire dal 2015 per via dell'accordo con la Honda per la fornitura delle power unit. Una sofferenza che ha travolto la squadra divenuta di proprietà dell'americano Zak Brown, un passaggio sofferto che ha evidenziato numerose lacune, via via colmate. La rottura con la Honda e la firma con la Renault, avvenuta dopo tre anni, non ha portato particolari miglioramenti nel 2018 per via di errori nella progettazione delle monoposto, aspetto che già era stato sottolineato dai tecnici Honda senza essere mai stati presi nella giusta considerazione. Saltate alcune teste nei posti di comando sia per quanto riguarda l'aspetto sportivo sia quello tecnico, con la MCL34 la McLaren ha rivisto la luce.

Grazie anche alla perfetta armonia ritrovata nel box con i piloti Carlos Sainz e Lando Norris, una bella rinfrescata dopo gli anni in cui Fernando Alonso ha fatto e disfatto a proprio piacimento con le conseguenze di cui sopra. E così, la McLaren ha conquistato un incredibile quarto posto nella classifica costruttori, miglior risultato dal 2012 quando il team di Woking si era piazzato terzo. Sainz è risultato anche il primo dei piloti non appartenenti ai tre top team nella classifica piloti, sesto assoluto concludendo in zona punti per tredici volte su ventuno mentre il debuttante Norris è stata la rivelazione del 2019 vedendo l'arrivo nella top 10 in undici occasioni. Sainz ha anche ottenuto il primo podio in carriera, terzo a San Paolo, mentre i migliori piazzamenti di Norris sono stati due sesti posti. Per la McLaren anche la soddisfazione di aver preceduto il team ufficiale Renault, che le fornisce i motori. Ma dal 2021, Brown ha già deciso di lasciare il costruttore francese per la Mercedes.

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone