formula 1

"Senna, la magia della perfezione"
Il libro/racconto di Alberto Sabbatini

Qual era la forza nascosta dietro i grandi successi di Ayrton Senna? La velocità, il talento, il maniacale perfezionismo? ...

Leggi »
Mondiale Rally

Italia Sardegna, finale
Sordo resiste e trionfa

Jacopo Rubino

Per il secondo anno consecutivo Dani Sordo trionfa al Rally d’Italia Sardegna: pilota Hyun...

Leggi »
4 Ott [12:51]

Mugello - Gara 2
Bortoleto nella pioggia

Dal Mugello - Massimo Costa

Sul bagnato lui ha qualcosa in più. Gabriel Bortoleto lo aveva dimostrato già in gara 1 risalendo da dodicesimo (dove era stato confinato per penalità dovuta a cambio motore) a secondo. Il pilota brasiliano del team Prema, nella seconda corsa della F4 Italia al Mugello, sempre con pioggia, ha dettato le regole ed ha conquistato la prima vittoria stagionale dopo essere partito dalla pole. Una gara 2 di grande spessore quella di Bortoleto, bravo nel reagire a Gabriele Minì che inizialmente lo aveva sorpreso passando al comando.

I due giovanissimi della Prema, non si sono risparmiati superandosi un paio di volte, finché Bortoleto non ha preso definitivamente la prima posizione inanellando giri velocissimi. Niente da fare per Minì, che ha visto allontanarsi sempre più Gabriel. Andrea Rosso, con la croce della penalità di 10" per partenza lanciata (dopo 2 giri in safety-car) non regolare, non si è certo arreso e da quarto ha superato Dino Beganovic puntando poi Minì. Il duello è stato serrato e al 13° giro Rosso ha superato il pilota siciliano andando a caccia di Bortoleto. Il ragazzo del team Cram ha poi tentato di tenersi il podio in quanto il suo vantaggio su Beganovic saliva giro dopo giro, ma non ce l'ha fatta ed è stato classificato quarto a un solo decimo dallo svedese. Bravo lo stesso, dopo la vittoria di gara 1.

Si è così registrata una bella tripletta Prema con Bortoleto-Minì-Beganovic mentre quarto ha concluso Jonny Edgar del team VAR. Per la squadra olandese, quello del Mugello non è certo un weekend da ricordare. L'inglese però, fuori in gara 1, ha recuperato punti importanti che lo tengono in "piedi" per il campionato. Il suo compagno Jak Crawford ha lottato a lungo per la nona posizione, ma nel finale è crollato undicesimo. E' andata malissimo a Francesco Pizzi che è stato colpito al 3° giro da Jesse Salmenautio mentre tentava una difficile rimonta dalla diciottesima posizione di partenza. Il 15enne del team VAR ha perso così la seconda posizione in campionato.

Sesta piazza per un sempre consistente Filip Ugran del team Jenzer, poi Francesco Simonazzi, buon settimo per BVM Technorace. L'emiliano partiva quarto, ma pur non avendo il passo dei primi quattro, ha corso con determinazione nel gruppetto composto da Edgar, Ugran e Santiago Ramos, poi giratosi e rovinando così la bella gara che stava disputando. Dietro a loro, più staccato, un altro gruppetto di piloti in piena bagarre fin dall'inizio e composto da Axel Gnos, Pietro Delli Guanti, Jak Crawford, Leonardo Fornaroli e Sebastian Montoya. Gnos è sempre stato davanti seguito da Crawford, mentre Delli Guanti (bel recupero da quattordicesimo al via) e Fornaroli si sono spesso trovati a stretto contatto. Nell'ultimo giro, Delli Guanti ha passato Crawford (poi scavalcato anche da Montoya) arrivando sotto la bandiera a scacchi in volata con Gnos.

Domenica 4 ottobre 2020, gara 2

1 - Gabriel Bortoleto - Prema - 14 giri 33'38"426
2 - Gabriele Minì - Prema - 5"056
3 - Dino Beganovic - Prema - 11"383
4 - Andrea Rosso - Cram - 11"383 **
5 - Jonny Edgar - VAR - 24"870
6 - Filip Ugran - Jenzer - 25"034
7 - Francesco Simonazzi - BVM Technorace - 25"921
8 - Axel Gnos - G4 Racing - 33"330
9 - Pietro Delli Guanti - BVM Technorace - 33"353
10 - Sebastian Montoya - Prema - 34"383
11 - Jak Crawford - VAR - 34"388
12 - Leonardo Fornaroli - Iron Lynx - 34"673
13 - Kyrill Smal - Prema - 39"592
14 - Santiago Ramos - Jenzer - 44"029
15 - Taylor Barnard - AKM - 48"531
16 - Piotr Wisnicki - Jenzer - 49"497
17 - Lorenzo Patrese - AKM - 56"261
18 - Sebastian Freymuth - AS Motorsport - 56"412
19 - Sebastian Ogaard - Bhaitech - 56"499
20 - Jesse Salmenautio - Bhaitech - 1'00"095
21 - Dexter Patterson - Bhaitech - 1'11"761
22 - Jasin Ferati - Jenzer - 1'13"884
23 - Vittorio Catino - Cram - 1'27"132
24 - Han Cenyu - VAR - 1'29"022
25 - Hamda Al Qubaisi - Prema - 1'29"022
26 - Bence Valint - VAR - 2'00"104

** Penalità di 10"

Giro più veloce: Andrea Rosso 2'08"345

Ritirati
Zdenek Chovanec
Francesco Braschi
Francesco Pizzi

Il campionato
1.Minì 171; 2.Rosso 109; 3.Pizzi, Edgar 107; 5.Ugran 101; 6.Beganovic 86; 7.Crawford 85; 8.Bortoleto 77; 9.Durksen 43; 10.Delli Guanti 40; 11.Bearman, Montoya 38; 13.Fornaroli 35; 14.Salmenautio 28; 15.Chovanec 10; 16.Patterson, Simonazzi 8; 18.Smal, Gnos 6; 20.Ogaard 5; 21.Kaprzyk, Bernier, Ramos 1.‍

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone