formula 1

Gasly e la Red Bull che lo snobba:
"Avrei meritato un'altra chance"

Non è facile essere PIerre Gasly. Ci spieghiamo. Il francese ha fino ad oggi disputato due stagioni eccezionali con l'Alp...

Leggi »
formula 1

Briatore chiama, Domenicali risponde
Per l'ex team principal, un incarico?

Ci voleva Stefano Domenicali per riportare in F1 Flavio Briatore. L'ex team principal di Benetton e Renault, campione del...

Leggi »
formula 1

Per il GP dell'Arabia Saudita
arrivano le regole su come vestirsi...

Il circuito è ancora in via di definizione, i lavori sono clamorosamente in ritardo, ma intanto gli organizzatori del GP di J...

Leggi »
formula 1

Mazepin non fa sconti a se stesso
"L'autostima scende agli inizi in F1"

E' molto interessante l'intervista che Nikita Mazepin ha rilasciato alla Gazzetta dello Sport. Il pilota russo del te...

Leggi »
GT Internazionale

IGTC a Indianapolis
Vittoria Audi, tre italiani a podio

Vittoria marchiata Audi alla 8 Ore di Indianapolis, secondo appuntamento valido per l'Intercontinental GT Challenge 2021 ...

Leggi »
Rally

Rally di Spagna – Finale
Neuville vince, Evans tiene aperti i giochi

Michele Montesano Si è confermato un vero specialista dell’asfalto Thierry Neuville. Dopo aver dominato nella sua Ypres, il...

Leggi »
dtm Norisring - Gara 2<br />Goetz clamorosamente campione
10 Ott [15:09]

Norisring - Gara 2
Goetz clamorosamente campione

Jacopo Rubino

Tra i due litiganti il terzo gode, si dice. E la stagione 2021 del DTM si è risolta così, con una gara 2 al Norisring dal verdetto clamoroso: Maximilian Goetz campione, beffando Liam Lawson e Kelvin van der Linde che lo precedevano in classifica e partivano davanti a tutti. Ma una brutta manovra del sudafricano alla prima curva ha subito rimescolato le carte. Il pilota del team Abt ha cercato un attacco kamikaze in staccata, tagliando la linea interna e saltando sul cordolo, per colpire la Ferrari del rivale, accompagnato verso l'esterno insieme al compagno Nick Cassidy. Superato da tutto il gruppo, e costretto a utilizzare la retromarcia, Lawson ha rimediato la rottura di un braccetto dello sterzo, "navigando" senza velleità dopo lunghe due soste ai box e impossibilitato a prendere punti.

Van der Linde ha rimediato una penalità di 5" dai commissari, apparsa troppo lieve, ma era comunque costretto a vincere per aggiudicarsi il titolo. Ritardando il pit-stop fino al giro 50 il sudafricano è stato in vetta provvisoria, e al rientro si è trovato in lotta proprio con Goetz e con Daniel Juncadella. Al giro 53 van der Linde si è però macchiato di un'altra mossa al limite della correttezza (ricevendo la bandiera bianco-nera), quando in accelerazione ha tagliato la strada a Goetz facendolo scomporre. Poche curve più tardi, il contatto gli è costato caro: testacoda per foratura della gomma posteriore sinistra, e addio sogni di gloria.



Ottavo in griglia con la Mercedes del team HRT, Goetz si è quindi trovato terzo, preceduto dalle vetture gemelle del team Winward: ordini di marca hanno visto Philip Ellis e poi Lucas Auer concedere strada, così da permettere a Goetz di salire in vetta a un minuto e mezzo dal termine e di centrare il successo decisivo, replicando quello di ieri. Goetz 230 punti, Lawson 227, van der Linde 208: questa la graduatoria finale, con il tedesco accompagnato sul podio dai compagni di marca Auer e Maximilian Buhk, mentre Ellis ha perso terreno per una toccata con Cassidy.

L'italiana AF Corse si consola con il titolo a squadre raggiunto ieri, al debutto nella categoria ma forte dell'esperienza con Ferrari nelle competizioni Gran Turismo, mentre la corona fra i costruttori se l'era presa matematicamente la stessa Mercedes già a Hockenheim.

L'avventura di Mike Rockenfeller nel DTM e da alfiere Audi, iniziata nel 2007, si chiude con un quarto posto in rimonta, precedendo Juncadella e Arjun Maini: cinque Mercedes ai primi sei posti sotto la bandiera a scacchi, poi la BMW di Marco Wittmann, risalito dalle retrovie sul suo circuito di casa. In top 10 anche Vincent Abril, una brava Sophia Floersch e il già citato Ellis, che hanno raccolto gli ultimi punti in palio dell'anno.

Domenica 10 ottobre 2021, gara 2

1 - Maximilian Goetz (Mercedes) - HRT - 67 giri 56'29"301
2 - Lucas Auer (Mercedes) - Winward - 0"869
3 - Maximilian Buhk (Mercedes) - Mucke - 5"339
4 - Mike Rockenfeller (Audi) - Abt - 6"395
5 - Daniel Juncadella (Mercedes) - GruppeM - 9"310
6 - Arjun Maini (Mercedes) - GetSpeed - 12"012
7 - Marco Wittmann (BMW) - Walkenhorst - 15"932
8 - Vincent Abril (Mercedes) - HRT - 17"811
9 - Sophia Floersch (Audi) - Abt - 22"657
10 - Philip Ellis (Mercedes) - Winward - 24"700
11 - Timo Glock (BMW) - Rowe - 24"974
12 - Lucas di Grassi (Audi) - Abt - 41"792
13 - Nick Cassidy (Ferrari) - AF Corse - 1 giro
14 - Dev Gore (Audi) - Rosberg - 1 giro
15 - Nico Miller (Audi) - Rosberg - 1 giro
16 - Sheldon van der Linde (BMW) - Rowe - 1 giro
17 - Kelvin van der Linde (Audi) - Abt - 1 giro

Giro più veloce: Nick Cassidy 49"048

Ritirati
44° giro - Liam Lawson
31° giro - Esmee Hawkey
2° giro - Esteban Muth

Il campionato
1.Goetz 230 punti; 2.Lawson 227; 3.K.van der Linde 208; 4.Wittmann 171; 5.Auer 152; 6.Albon 130; 7.Ellis 129; 8.Rockenfeller 89; 9.Juncadella 77; 10.Muller 56

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone