Rally

Rally di Lettonia – 1° giorno
Rovanperä batte Neuville e Ogier

Michele Montesano Riga ha fatto da antipasto a quello che sarà il Rally di Lettonia. I piloti del WRC si sono sfidati sulla s...

Leggi »
formula 1

L'analisi del mercato piloti 2025
Cosa accadrà nelle prossime settimane

Con il passaggio di Esteban Ocon al team Haas, diventano quattro e... mezzo i sedili vacanti nel Mondiale F1 per la prossima ...

Leggi »
Rally

Rally di Lettonia – Shakedown
Tänak precede Neuville, Toyota insegue

Michele Montesano Il WRC, questo fine settimana, farà tappa per la prima volta nella sua storia in Lettonia. La repubblica ba...

Leggi »
formula 1

Haas e Ferrari, accordo fino al 2028
E intanto sta per arrivare Ocon

Il team Haas ha rinnovato l'accordo con la Ferrari per la fornitura dei motori. Il costruttore americano potrà avere le p...

Leggi »
World Endurance

Aston Martin: a Silverstone
il debutto della Valkyrie LMH

Michele Montesano Eppur si muove. Aston Martin ha tenuto fede alla sua tabella di marcia e, come previsto, ha portato al debu...

Leggi »
Rally

Ogier e Rovanperä al via in Lettonia
Torna Lappi in Hyundai, Sesks con Ford

Michele Montesano Questo fine settimana il Mondiale Rally farà tappa per la prima volta in Lettonia. La repubblica baltica, g...

Leggi »
dtm Norisring – Gara 2: Tripudio Lambo<br />Thiim vince, Bortolotti nuovo leader
7 Lug [15:25]

Norisring – Gara 2: Tripudio Lambo
Thiim vince, Bortolotti nuovo leader

Michele Montesano

È festa per Lamborghini e il team SSR Performance a Norimberga. A trionfare sul cittadino del Norisring è stato Nicki Thiim. Il danese è stato bravo a convertire la pole position, conquistata in mattinata, in una perentoria vittoria. Non solo, i festeggiamenti al box Lamborghini sono proseguiti per il terzo posto ottenuto da Mirko Bortolotti che, al giro di boa del campionato, è ora in testa alla classifica generale del DTM.

Un doppio trionfo che è maturato fin dalle prime battute della seconda gara. Partito dalla pole, Thiim ha mantenuto saldamente il comando scortato dal compagno di squadra Bortolotti. I due hanno proseguito appaiati fino all’apertura della finestra per le soste ai box obbligatorie. In questo frangente si è registrato l’unico errore da parte del team SSR Performance. Infatti Maro Engel ha approfittato di un undercut, effettuando il pit-stop un giro prima, per ritrovarsi a lottare contro Bortolotti con gomme più calde. Nonostante la strenua difesa del trentino, il tedesco della Mercedes Winward ha avuto la meglio salendo in seconda posizione.

Contrariamente Thiim, approfittando anche del duello alle sue spalle, completata la sosta ha ripreso saldamente il comando delle operazioni. Il danese aveva ormai messo un buon margine nei confronti di Engel quando, a dieci minuti dalla bandiera a scacchi, è entrata in pista la safety car per consentire la rimozione dei detriti del contatto avvenuto tra la BMW di Marco Wittmann e l’Audi di Kelvin van der Linde.

Azzerato tutto il vantaggio, Thiim nella ripartenza, avvenuta a meno di cinque minuti dal termine, ha tenuto a bada Engel conquistando la sua prima vittoria nel DTM. Con il successo del Norisring è proseguita, così, la tradizione di famiglia. Infatti Kurt Thiim, padre di Nicki, ha conquistato il campionato DTM nel 1986 oltre a siglare due vittorie proprio al Norisring nel 1989 e nel 1991.

Sfruttando una Mercedes AMG rinvigorita grazie a un BoP (Balance of Performance) più favorevole, Engel ha festeggiato la sua centesima gara nel DTM con il secondo posto precedendo la Lamborghini di Bortolotti. Quarto, Arjun Maini ha chiuso davanti René Rast. Costretto a guidare la BMW M4 GT3 zavorrata per la vittoria conquistata ieri, il portacolori della BMW Shubert si è reso protagonista di una forsennata rimonta chiudendo in top 5 dopo essere partito diciottesimo.

Thomas Preining ha saputo sfruttare la maggior potenza concessa alla Porsche 911 GT3, dopo una revisione del BoP al termine delle qualifiche odierne, per conquistare la sesta piazza. Il campione in carica, inoltre, ha approfittato della ripartenza per avere la meglio su Luca Stolz, al volante della Mercedes AMG dell’HRT, e sulla BMW di Sheldon van der Linde. Ayhancan Güven, nono, ha preceduto lo sfortunato Kelvin van der Linde tamponato nelle prime fasi di gara da Jack Aitken.

Domenica 7 luglio 2024, gara 2

1 - Nicki Thiim (Lamborghini Huracán) - SSR - 69 giri
2 - Maro Engel (Mercedes AMG) - Winward - 0"777
3 - Mirko Bortolotti (Lamborghini Huracán) - SSR - 1"880
4 - Arjun Maini (Mercedes AMG) - HRT - 3"098
5 - René Rast (BMW M4) - Schubert - 4"023
6 - Thomas Preining (Porsche 911) - Manthey - 5"211
7 - Luca Stolz (Mercedes AMG) - HRT - 5"661
8 - Sheldon Van der Linde (BMW M4) - Schubert - 6"665
9 - Ayhancan Güven (Porsche 911) - Manthey - 8"157
10 - Kelvin Van der Linde (Audi R8) - Abt - 8"489
11 - Jack Aitken (Ferrari 296) - Emil Frey - 9"215
12 - Lucas Auer (Mercedes AMG) - Winward - 9"575
13 - Marco Wittmann (BMW M4) - Schubert - 10"598
14 - Ricardo Feller (Audi R8) - Abt - 11"003
15 - Franck Perera (Lamborghini Huracán) - Grasser - 11"513
16 - Thierry Vermeulen (Ferrari 296) - Emil Frey - 12"304
17 - Ben Dörr (McLaren 720S) - Dörr - 15"289
18 - Clemens Schmid (McLaren 720S) - Dörr - 18"093

Giro più veloce: Nicki Thiim 49"141

Ritirati
Luca Engstler (Lamborghini Huracán) - Grasser
Maximilian Paul (Lamborghini Huracán) - Paul

Il campionato piloti
1.Bortolotti 104 punti; 2.K. Van der Linde 98; 3.Rast 93; 4.Engel 89; 5.S. Van der Linde 78; 6.Maini 76; 7.Preining 75; 8.Aitken 74; 9.Feller 71; 10.Stolz 66.