formula 1

La F1 piange Tambay, da
tempo malato di Parkinson

Se ne è andato, in silenzio, Patrick Tambay. Da tempo il 73enne pilota francese nato il 25 giugno 1949 a Parigi, soffriva di ...

Leggi »
World Endurance

Villeneuve ha provato la Vanwall LMH
a Montmelò, obiettivo Le Mans 2023?

Michele Montesano La voglia di rimettersi costantemente in discussione non è mai mancata a Jacques Villeneuve. Dopo aver vi...

Leggi »
FIA Formula 3

Fornaroli nuovo pilota Trident
Nel 2022 miglior rookie Alpine

Leonardo Fornaroli è il secondo pilota italiano dopo Gabriele Minì che parteciperà al campionato di F3. Il 18enne piacentino ...

Leggi »
formula 1

I benefici economici del
GP di Imola? 274 milioni

Uno studio sulla ricaduta economica del Gran Premio di F1 svoltosi a Imola, ha sancito il successo della manifestazione per q...

Leggi »
dtm

L'ADAC salva il DTM
La mediazione di Berger

Il DTM è salvo. L'ADAC, Allgemeiner Deutscher Automobil Club, sarà il nuovo organizzatore e promotore della serie più fam...

Leggi »
dtm

ITR non organizzerà il DTM
Berger spera nell'ADAC

Il 6 novembre Italiaracing aveva riportato la difficoltà da parte di Gerhard Berger e della ITR nell'organizzare il campi...

Leggi »
9 Feb [15:54]

Parla Baker di Gibson Technologies
"Il motore V8 è sempre speciale"

Jacopo Rubino

Il nuovo nome scelto dalla RPM per il suo campionato, Formula V8 3.5, rivela subito quanto le caratteristiche del suo propulsore Gibson costituiscano un marchio di fabbrica. Un propulsore che grazie ai suoi 530 cavalli, all'epoca della sua introduzione avvenuta nella stagione 2012, contribuì ad avvicinare moltissimo i riferimenti della vecchia Formula Renault 3.5 alla GP2 Series. E che, ad oggi, resta un punto fermo.

Siglata ZRS03, l'unità è nata "appositamente per il telaio della Formula Renault 3.5", spiega Bob Baker, senior project manager di Gibson Technologies, "e questo senza dubbio costituisce un valore aggiunto nella natura da purosangue di questa macchina, da mostrare ai piloti interessati". Senza dimenticare la componente sonora: con l'addio degli otto cilindri in F1, in favore dei più "silenziosi" V6 turbo, il tema tra gli appassionati è divenuto caldissimo. "Il rumore è una delle cose principali che si aspetta il pubblico, e a cui noi abbiamo dato importanza sin dalla fine degli anni Novanta, introducendo una configurazione degli scarichi specifica per la F3000", ricorda Baker. "Personalmente, un V8 aspirato avrà sempre un posto speciale nel motorsport".

Forza bruta e sound, però, oggi non sono gli unici requisiti necessari. "25 anni fa la priorità era la performance assoluta, quasi a ogni condizione. Attualmente rimane un fattore chiave, ma conta moltissimo offrire un prodotto affidabile e dai costi di gestione alla portata", sottolinea Baker. "L'automobilismo moderno, ricco di categorie monomarca, ha fatto sì che i fornitori si siano dovuti adattare. Organizzatori, squadre e piloti cercano un pacchetto che a costi contenuti permetta alte prestazioni, possibilità di percorrere tanti chilometri e visibilità. Per noi, la sfida degli anni recenti è stata quella di aumentare la vita del motore mantenendo le stesse prestazioni".

A livello operativo, per la Formula V8 3.5 la flotta necessaria per un intero campionato si aggirerà sui 35-40 esemplari, compresi quelli di riserva. L'assemblaggio completo richiede circa 200 ore, una revisione totale arriva a 150. Altro parametro fondamentale è l'uguaglianza fra ogni propulsore: "Per questo adottiamo valori di tolleranza fra i più severi nel settore", precisa Baker. "Eppure notiamo che i concorrenti hanno sempre qualche preferenza, quando ottengono buoni risultati".

Tutti i nostri Magazine

I Magazine da leggere e sfogliare anche su tablet e smartphone